Serena Zanardo, la natura nei “Tarocchi della rinascita”

in vetrina10

“Come artista amante della natura e della spiritualità penso fosse inevitabile che un giorno avrei provato a crearne un mazzo”. Stiamo parlando dei tarocchi. Qualcosa di “divertente”, qualcosa di magico, allo stesso tempo. Serena Zanardo – in arte Serealain – espone sino a domenica 7 aprile, presso le sale della galleria “Arte per voi” di Avigliana (piazza Conte Rosso 3), per la cura di Giuliana Cusino e Luigi Castagna e con il patrocinio di Regione Piemonte, Città Metropolitana di Torino e della Città di Avigliana, i suoi Tarocchi della rinascita. Acquerelli e pastelli su carta ad esprimere la passione dell’artista verso i differenti aspetti naturalistici che la circondano, qui il tema è dettato dalle farfalle, le radici degli affetti nelle fotografie che essa stessa scatta nella tranquillità di passeggiate che attraversano i sentieri, le radure, gli angoli alberati, le distese di fiori. Una collezione di immagini, attimi, un tavolo pieno di fotografie a rendere colori, movimenti, fruscii. L’inizio di un percorso, forse di una filosofia di vita, di uno status che tranquillizza, un simbolo di spiritualità da concretizzare. Da offrire agli altri. “Come nella vita ogni decisione influenza la seguente, nella lettura dei Tarocchi ogni carta è sotto l’influenza delle altre carte e ogni fine è sempre un inizio; perciò parte di ogni immagine sulle carte continua oltre il mio disegno, per andare a dialogare con le altre e creare un viaggio circolare e ciclico”. In un intreccio delicato di piccole ragnatele e di lune all’orizzonte, di steli e di perfette figure geometriche, di nastri dai differenti colori e di rovi, dove le farfalle si posano, stendono le ali, si confrontano, formano disegni, si confondono con la natura che è intorno, nascono ventun carte, Il Matto Il Saggio, La Papessa e L’imperatore, L’Amante Il Carro, La Giustizia La Ruota, La Temperanza Il Diavolo, Le Stelle e la mano ischeletrita della Morte e Il Giudizio. Alla base delle opere, piccoli flash della memoria e dell’anima, non certo a spiegare, ma a suggerire, ad indicare un inizio, ad invitare al viaggio. Sillabe che seguono l’una all’altra, parole, a formare un mutamento, un altro mondo, un nuovo equilibrio da ricercare. “Senza sosta, tutto si trasforma / Without pause, everything changes”, recita La Ruota: è la Rinascita in continuo divenire dell’artista. 

Orario di apertura, sabato e domenica dalle 15 alle 19 (chiuso il 9 e il 10 marzo).

Elio Rabbione

 

 

 

 

 

 

Tarocchi della rinascita di Serena Zanardo, nell’ordine “Il carro”, “La morte” e “Le stelle”.

 

Informazione promozionale