Tag archive

A PINEROLO

Aggredivano i passanti, bloccati dai carabinieri

in BREVI DI CRONACA
Nell’arco di due giorni, 30 e 31 maggio, i Carabinieri del Radiomobile di Pinerolo si sono ritrovati a intervenire per soggetti in stato di alterazione psicofisica che molestavano i passanti per le strade di Pinerolo e che si sono scagliati contro gli stessi Carabinieri in seguito al loro intervento. In particolare, giovedì 30 maggio i Carabinieri sono intervenuti in corso Torino, all’altezza del civico 50, per un soggetto che, senza alcun motivo, stava aggredendo due uomini di Pinerolo, uno di 74 anni e l’altro di 68 anni. I due uomini erano in attesa al semaforo pedonale quando l’aggressore, un uomo di  48 anni di Pinerolo senza fissa dimora, si è avvicinato a loro strattonando per il braccio  l’uomo di 74 anni e colpendo con un calcio l’uomo di 68 anni. Quando sul posto sono giunti i Carabinieri l’uomo si è scagliato contro di loro, i militari per riuscire a bloccarlo sono stati costretti a utilizzare lo spray al peperoncino in dotazione e a chiedere l’intervento di personale sanitario per poter tranquillizzare l’uomo. L’aggressore, inoltre, pochi minuti prima aveva tentato di rapinare una donna che passeggiava sotto i portici di corso Torino, colpendola a una spalla nel tentativo di strapparle la borsa. La donna è riuscita a scappare, tenendosi la borsa, trovato rifugio all’interno del ristorante “L’Appetito”, all’interno del quale l’aggressore l’ha inseguita minacciandola verbalmente. Il titolare del locale, intervenuto, è riuscito a spingere l’uomo fuori dal ristorante e a chiudere la porta d’ingresso, contro la quale l’aggressore ha continuato a inveire fin quando si è allontanato e ha aggredito i due passanti. I Carabinieri lo hanno arrestato e condotto al carcere Lorusso e Cutugno di Torino. Nella tarda sera del 31 maggio, invece, in Piazza Garibaldi di Pinerolo un uomo di 49 anni, di Torino, in stato di ebbrezza alcolica, si è avvicinato ai clienti del caffè della Stazione con in mano un pezzo di vetro rotto e ha cominciato a molestarli chiedendo un passaggio per rientrare a Torino. Al sopraggiungere dei Carabinieri l’uomo ha iniziato a inveire contro di loro, rifiutando di riferire le sue generalità e cercando di danneggiare i tergicristalli dell’autovettura di servizio. Al tentativo dei militari di impedire la sua azione, l’uomo ha reagito con aggressività venendo bloccato solo dopo una breve colluttazione con i militari, i quali lo hanno arrestato e condotto presso la camere di sicurezza della Compagnia di Pinerolo in attesa di rito direttissimo.

Storia piemontese

in vetrina11

Sabato 11 marzo, a partire dalle ore 16, l’Hotel Regina (piazza Barbieri 22, Pinerolo) ospita una doppia presentazione culturale. Si tratta dello studio storico di Roberto Gremmo, padre del pensiero autonomista piemontese, su “Le stragi di Piscina e Carmagnola del 1799” e del libro di Giorgio Enrico Cavallo, “La tirannia della libertà- Il Piemonte dai Savoia a Napoleone”. L’incontro verrà presieduto da Roberto Chiaramonte, direttore dell’Araldo del Piemonte e della Valle d’Aosta.

Massimo Iaretti

Chiesa deturpata da bestemmie e svastiche

in BREVI DI CRONACA

convento 1 chiesaHanno imbrattato il muro di una chiesa e, beccati dai carabinieri, hanno chiesto scusa. I tre ragazzi che avevano scritto bestemmie, insulti vari  e avevano disegnato anche  due svastiche e un volto con l’elmetto sui muri esterni  della parrocchia di Sant’Agostino, in via Principi d’Acaja a Pinerolo, sono stati sorpresi con le bombolette spray. Hanno cercato di scappare ma uno di loro, di 19 anni, è stato fermato dai militari. Invece i rimanenti  due, uno di 17 e uno di 15 anni, sono stati accompagnati in caserma dai genitori. I teppistelli hanno detto di essere pentiti, e di averlo fatto “per divertimento”, promettendo  di provvedere alla pulizia del muro.

Idraulico evade il fisco per 500 mila euro

in BREVI DI CRONACA

guardia_finanza_Dai controlli della Guardia di Finanza negli ultimi  tre anni  è emerso che un idraulico di Pinerolo non ha dichiarato nulla al fisco. Al professionista è stata contesta l’omessa dichiarazione di ricavi per circa 500 mila euro e un’evasione dell’Iva di oltre 100 mila euro. L’idraulico è proprietario di una lussuosa villa nel Pinerolese e di diversi  terreni.

15enne sodomizzato “per scherzo” con attrezzo in palestra

in BREVI DI CRONACA

AMBULANZASarebbe stata colpa di un amico che, mentre stavano eseguendo l’esercizio di “squat” avrebbe posto un attrezzo sposrtivo, sotto l’altro ragazzo che si stava accosciando

 

 

Probabilmente si è trattato di uno scherzo stupido e pericoloso finito male. Un quindicenne, è ricoverato all’ospedale di Pinerolo in gravi condizioni. E’ stato operato d’urgenza all’intestino retto tagliato da un attrezzo sportivo. Sarebbe stata colpa di un amico che, per scherzo, in palestra, mentre stavano eseguendo l’esercizio di “squat”, (ovvero sedersi flettendo le ginocchia con pesi sulle spalle)  avrebbe posto un attrezzo sposrtivo simile a un bastone, sotto l’altro ragazzo mentre questo si stava sedendo.  A salvargli la vita dopo l’emorragia causata dalle ferite, è stato l’intervento chirurgico del dottor Donato Sacco, primario dell’ospedale. Il fatto è stato segnalato alla procura minorile di Torino.

Da qui si Torna su