Italicum, la Corte Costituzionale ammette i ricorsi di don Ciotti e Novelli

in BREVI DI CRONACA

montecitorio 2Il Tribunale di Torino ha ammesso  il ricorso di una ventina di cittadini contro l’Italicum e lo ha inviato alla Corte costituzionale. Ad incominciare dai capilista bloccati che violano il principio di rappresentanza territoriale, e  dalla mancanza di una soglia minima per il ballottaggio che permette a chi ottiene una maggioranza anche se esigua nel secondo turno di avere un premio che gli conferisce le chiavi del Parlamento. Sono stati accolti due dei rilievi presentati da un comitato di sedici firmatari, tra i quali don Luigi Ciotti, il magistrato  Livio Pepino, l’ex sindaco di Torino Diego Novelli e la parlamentare Fabiana Dadone del Movimento 5 Stelle . Così l’alta Corte ha fissato una  udienza il 4 ottobre prossimo per decidere. E’ possibile che la pronuncia giunga  prima del referendum. Altri ricorsi erano stati presentati in  diciassette tribunali italiani.

Recenti: BREVI DI CRONACA

Da qui si Torna su