Tartufi e antiquariato sui colli monferrini - Il Torinese

Tartufi e antiquariato sui colli monferrini

TARTUFI

Nella città di Sant’Evasio, come ogni mese la seconda domenica e sabato che la precede si svolge il Mercatino dell’Antiquariato, che attirerà visitatori ed espositori da una ampia fascia del Nord Italia. Cella Monte ospita l’edizione numero ventiquattro della “Sagra del tartufo bianco in Valle Ghenza”

 

Tartufi e antiquariato. Sono la ricetta di attrazione turistica a Casale Monferrato e nel Casalese nel secondo fine settimana di novembre. Nella città di Sant’Evasio, come ogni mese la seconda domenica e sabato che la precede si svolge il Mercatino dell’Antiquariato, che attirerà visitatori ed espositori da una ampia fascia del Nord Italia. Si tratta, per la verità, di un’edizione sempre interessante ma che prelude a due appuntamenti. “Casale Carta” che si terrà il 22 novembre prossimo sempre nell’area del Mercato Pavia a cura dello staff organizzativo di Monferrato Eventi e l’edizione dicembrina del Mercatino che, dato il periodo, sarà fortemente improntata al Natale. Accanto all’Antiquariato, ci sono poi altri due eventi casalesi degni di nota in questo fine settimana in città: Casale città aperta con la visita a monumenti e palazzi cittadini e il tour guidato a partire dalle ore 15.30 di domenica, con partenza dal Chiostro liberty che ospita lo Iat, a cura dei volontari dell’associazione Orizzonte Casale, e lo scambio librario nella giornata di sabato, il Bookcasalecrossing. Per l’enogastronomia e non solo, invece, tutti i riflettori sono puntati sulla vicina e suggestiva cornice di Cella Monteche ospita l’edizione numero ventiquattro della “Sagra del tartufo bianco in Valle Ghenza”, messa in campo dal Comune, con il patrocinio dell’Ecomuseo della Pietra da cantoni, del Consorzio Mondo , della Provincia di Alessandria e della Regione Piemonte. L’evento si articola nei due giorni del fine settimana. Sabato, alle ore 10 è previsto il convegno “L’influenza del clima nella produzione del tartufo” che verrà aperto dal primo cittadino di Cella Monte, Carla Freddi. L’incontro si terrà nella sede dell’Ecomuseo. Seguirà un aperitivo con i vini locali a mezzogiorno ed il pranzo alle ore 12.30. Alle ore 15 si entra nel vivo della tradizione: ci sarà la pesatura dei migliori esemplari di tartufo bianco seguita dalle premiazioni. Nel pomeriggio, sempre alle ore 15, le vie e le piazze del borgo della collina monferrina verranno animate da venti giovani artisti dell’oratorio del Duomo di Casale che si esibiranno come giocolieri, sbandieratori e saltimbanchi. Alle 19.30 ci sarà la cena a base di prodotti tipici. Domenica, invece, dalle ore 10 partirà la mostra mercato per le vie del paese ed all’interno del Palatenda in Regione Sardegna, alle ore 12.30 il pranzo e, dalle 15, l’intrattenimento musicale con Bandragola. E questo è anche il preludio per l’edizione numero 44 della Fiera nazionale del tartufo “Trifola d’or” che si terrà per due domeniche consecutive, il 15 ed il 22 novembre a Murisengo, paese all’estremo confine della Provincia di Alessandria con quella di Asti e la attigua Città Metropolitana di Torino.

 

Massimo Iaretti

Articolo Precedente

Doppia occupazione in via Asti: ma dov'è il buon senso delle istituzioni?

Articolo Successivo

Falso vigile truffava anziane, incastrato dalle telecamere

Recenti:

Valontan

A Brunello Martoccini era nato un figlio. Una bella notizia per  l’anziano zio, il signor Virgilio

IL METEO E' OFFERTO DA