Carlin in versione papa Francesco predica ai contadini

gusto terra

“Per l’economia abbiamo sacrificato tutto, e ora ci ritroviamo la Terra che soffre. I migranti sono il frutto della nostra politica scellerata”

 

Stessa la filosofia pauperistica di condanna allo sviluppo e alla ricchezza più o meno sfrenati; stesso l’appello a salvare la terra che soffre. Carlin Petrini, il Guru piemontese di Bra di Slow Food e inventore del Salone del Gusto ha predicato sulle orme di papa Francesco il proprio verbo ai contadini di tutto il mondo dal pulpito di Expo 2015. “Ridare valore al cibo è la grande scommessa che avete tra le mani. Parlate tra di voi. Anche con lingue diverse”: Così ha arringato le centinaia di contadini giunti a Milano da ogni angolo del globo per Terra Madre Giovani. “Vincerete la scommessa solo se riuscirete a non commettere gli errori della mia generazione. Per l’economia abbiamo sacrificato tutto, e ora ci ritroviamo la Terra che soffre. I migranti sono il frutto della nostra politica scellerata”.

 

(Foto: il Torinese)

Articolo Precedente

Da McDonald's la qualità è piemontese

Articolo Successivo

A due o quattro ruote il mercato italiano dei motori non sente l'effetto Volkswagen

Recenti:

IL METEO E' OFFERTO DA