Non sopporta la compagna e chiede di tornare in carcere

polizia 1

Cinquantenne vercellese si è presentato in Questura per farsi riporate in prigione, dove il clima era più sereno

 

Non la sopportava più, la sua “compagna troppo stressata”. Così è evaso dagli arresti domiciliari e si è presentato in Questura di Vercelli per farsi riporate in carcere, dove il clima era più sereno. Lui è un cinquantenne vercellese, arrestato per rapina. Alla polizia l’uomo ha spiegato di essere stufo del comportamento della donna, che  avrebbe problemi psicologici.  Perplessi, gli agenti lo hanno ricondotto a casa. Ma l’uomo pur di ottenere l’allontanamento dalla sua “fidanzata”, ha minacciato i poliziotti che sono stati  quindi costretti a riportarlo  in prigione.

Articolo Precedente

"L'uomo in affitto" dà fuoco al furgone del concorrente copione

Articolo Successivo

Un minuto di silenzio, il volley si ferma per la piccola Alessia colpita da emorragia cerebrale

Recenti:

IL METEO E' OFFERTO DA