Category archive

vetrina3 - page 3

Casalborgone in festa con la Sagra del pisello

in vetrina3

Casalborgone è in festa per la sessantaquattresima edizione della Sagra del Pisello che si svolge da venerdì 26 a lunedì 29 maggio. Il 26 c’è l’apericena al Leu, alle ore 19.30 in piazza Statuto, ed alle 21,30 si danza con gli Spadara. Sabato 27, dalle 20, c’è la serata a Kilometro Zero, si balla cn “La Suerte” di Chivasso e c’è dalle 19, la Sgraziellata by night. Il cuore dell’evento sarà però domenica 28 maggio con la Fiera mercato e la presenza dei produttori di prodotti tipici di Campagna Amica. Dalle 9 c’è l’apertura del concorso fotografico, alle 11.15 la Messa nei locali della pro loco seguita dalla premiazione dei coltivatori. Alle 12.30 ci sarà l’apertura dello stand gastronomico, alle 15 la presentazione del libro di Carlo Dughera, alle 16.30, la Sgraziellata Baby Race e, alla stessa ora, il Festivalbande. Gli stand gastronomici riapriranno alle 20 e in serata si balla con l’orchestra di Luca Frencia. Lunedì 29 si mangia con grigliata, birra e non solo e si balla con Angela e i Sorapi.

Massimo Iaretti

 

“MUSICALAND”: UN VIAGGIO NEL MONDO DEL MUSICAL

in vetrina3

Il ricavato dello spettacolo sarà devoluto alla Fondazione Cecilia Gilardi
che sostiene i giovani talenti attraverso borse di studio e progetti speciali

 

Mercoledì 31 maggio alle ore 21 al Teatro Nuovo di Torino va in scena lo spettacolo “Musicaland – Un viaggio nel meraviglioso mondo del musical”, realizzato dall’Associazione Incanto Arte Creativa sotto la direzione artistica di Marinella Locantore, con una finalità molto importante: il ricavato dello spettacolo sarà infatti devoluto allaFondazione Cecilia Gilardi, che sostiene i giovani talenti nel percorso formativo attraverso borse di studio e progetti speciali.Tra scenografie luccicanti, frange, paillettes, luci e splendide coreografie, gli spettatori vivranno un viaggio nel meraviglioso mondo del musical attraverso un medley dei più famosi musical di tutti i tempi.

 

Una dolcissima Dorothy condurrà gli spettatori dal mondo di Oz a quello del musical, insieme a personaggi fantastici che canteranno e balleranno sulle musiche di Grease e Mamma Mia!, passando dallo scatenato can-can del Moulin Rouge alle irriverenti dive di Chicago o del Cabaret di Liza Minnelli, senza dimenticare i grandi brani che hanno fatto la storia del musical come Singin’ in the Rain, Puttin’ on the Ritz, Memory, America, Time Warp, Aquarius e tanti altri: musiche fatte di emozioni che hanno fatto sognare un’intera generazione e che ancora oggi fanno ballare il pubblico di tutte le età.

Lo spettacolo ha ottenuto il patrocinio della Città di Torino.

Mergozzo: la convivenza tra l’eterno e l’effimero

in vetrina3

Storia e preistoria “d’attualità” al Civico Museo Archeologico di Mergozzo, lo scorso sabato 13 maggio, nel ciclo d’incontri “L’eterno e l’effimero”. Argomento principale “Legni e tessuti di 2000 anni fa”: presentazione a cura di Mauro Rottoli ed Elisabetta Castiglioni, del Laboratorio di Archeobiologia di Como. Dopo l’introduzione di Annarosa Braganti, Presidente del Gruppo Archeologico Mergozzo e di Elena Poletti, archeologa nonché conservatrice del Civico Museo medesimo e coordinatrice dell’Ecomuseo del Granito, ha iniziato la spiegazione tecnica lo stesso Rottoli.  “Ogni dato è importante per fare un quadro organico e fedele della vita quotidiana di una popolazione: per esempio sono importanti gli abiti e gli oggetti di legno, alcuni dei quali ben conservati. Il materiale può essere di origine animale o vegetale, più alcuni metalli, come il ferro e il bronzo”.

“Parlando della vita di 2000 anni fa” ha aggiunto l’esperto studioso comasco “l’aspetto importante è quella che chiamiamo romanizzazione, la stessa che ha caratterizzato per tanto tempo mezza Europa. Abbiamo analizzato tantissimi pezzetti di legno e frammenti di scarpe, alcuni dei quali con tracce di materiale organico”. Chi sapeva che i romani, specialmente i soldati, portavano le caligae o sandali chiodati? Il relatore ha spiegato diverse caratteristiche interessanti, specialmente costruttive, in merito. Altri ritrovamenti importanti e in ottimo stato di conservazione hanno riguardato le forme di pane (a volte intere a volte in frammenti), la maggior parte delle quali proviene dalle necropoli di Angera.

 

Elio Motella

VINOVO RUN FLOWER

in vetrina3

Corsa e Camminata non competitiva per le vie di Vinovo: ritrovo in P.zza Rey ore 9.00, partenza ore 10.30

L’Ascom Vinovo in collaborazione con il Comune di Vinovo, GenerazioneX, Podistica Vinovo, Proloco Vinovo e come media partner Radio Contatto, organizza grazie anche al successo delle scorse edizioni, la Vinovo Run Flower una corsa e camminata non competitiva per le suggestive vie di Vinovo che supporta Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro di Candiolo ONLUS (http://www.fprconlus.it) . Il percorso di 5 km avrà inizio in P.zza Rey dove si potrà ammirare il Castello Della Rovere fiore all’occhiello di Vinovo e si snoderà per le vie toccando punti di importanza storica e architettonica. La corsa vuole essere  oltre che un’opportunità di conoscenza del territorio e un momento di convivialità , anche un’occasione per dimostrare solidarietà infatti parte del ricavato verrà devoluto alla Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro di Candiolo ONLUS che è stata costituita per offrire un contributo significativo alla sconfitta del cancro attraverso la realizzazione in Piemonte di un polo oncologico, che sappia coniugare la ricerca scientifica con la pratica clinica e metta a disposizione dei pazienti oncologici le migliori risorse umane e tecnologiche oggi disponibili.L’iscrizione ha un costo di €5,00 che comprende la Maglietta in Edizione Limitata e la possibilità di vincere ricchi premi. Ci si potrà iscrivere presso il Rey Cafè Vinovo P.zza Rey n29 Tel:0115509292

.

Per informazioni

Ufficio Sport Comune di Vinovo 011.9620413

Facebook: www.facebook.com/vinovorun

www.radio-contatto.it

ANCHE IO VOGLIO GIOCARE A CALCIO

in vetrina3

 

Si svolgerà nel Centro Sportivo comunale “Giorgio Demichelis” di Borgo Salsasio di Carmagnola (TO) in tre date, il 7, 14 e il 21 maggio, l’evento sportivo a sfondo sociale dal titolo “Anche io voglio giocare a calcio”

La manifestazione è organizzata dall’Associazione sportiva U. S. D. Salsasio, società che gestisce il centro sportivo, dall’Associazione sportiva Santi Pietro e Paolo, dal Centro Sportivo Italiano – Torino, dalla Croce Rossa Italiana e dalla Polisportiva Carignano, con il Patrocinio del Comune di Carmagnola e con la collaborazione di alcuni sponsor. Nelle tre date in cui si svolgerà l’evento sportivo, dalle 10,30 alle 12,30, presso il campo sportivo di via Mussetti 36, i protagonisti saranno i bambini e i giovani con disabilità. Lo scopo della manifestazione è quello di insegnare gratuitamente ai giovani disabili le varie attività sportive, facendoli quindi divertire regalandogli un sorriso, il tutto davanti alla presenza dei partecipanti e dei rappresentanti del Comune e delle associazioni promotrici dell’evento. Le attività verranno proposte ai disabili, da educatori e allenatori del settore. In occasione della manifestazione è stato anche lanciato un hastag che riporta il titolo dell’evento sociale – sportivo, #ancheiovogliogiocareacalcio.

 

Ivan Quattrocchio

Codemotion Kids! Scuola di Tecnologia​ per bambini e ragazzi

in vetrina3

Ritornano i Sabato a tutta tecnologia di “Codemotion Kids”. La Scuola di Tecnologia​ per bambini e ragazzi ​ propone un nuovo appuntamento con i Sabato Tech, un corso da 4 incontri – di sabato – per dare a chi durante la settimana ha molti impegni la possibilità di avvicinarsi all’affascinante mondo della tecnologia. L’edizione che accompagnerà i piccoli innovatori verso l’Estate​, li coinvolgerà da sabato 6 Maggio a sabato 27 Maggio​ con 4 workshop da 2 ore ciascuno, ognuno alla scoperta di una tecnologia differente: dal coding alla robotica, dall’elettronica al design. L’obiettivo? Far acquisire a ragazze e ragazzi pensiero computazionale, capacità di problem solving e di lavoro in team, competenze chiave per il loro futuro​, qualsiasi sia il percorso che sceglieranno di intraprendere. Grazie ad un metodo didattico innovativo ed all’utilizzo dei migliori kit educativi specifici per ogni fascia d’età, il divertimento è assicurato!

***

Date incontri​: 6 Maggio – 13 Maggio – 20 Maggio – 27 Maggio Fasce d’età e orario degli incontri: ● 8-10 anni:​ h 9:00 – 11:00 ● 11-13 anni​: h 11:30 – 13:30 Prezzo​: 160€ (complessivo dei 4 incontri) Dove​: via Cesare Lombroso 16, presso Polo Culturale Lombroso16 Chiusura iscrizioni: ​26 Aprile 2017 Prenotazioni: https://www.eventbrite.com/e/biglietti-codemotion-kids-torino-sabato-tech-verso-lestate-3151 6299099?aff=pres

L’ “Artusi” in terra d’Austria

in vetrina3

Istruzione e svago e la conoscenza per molti di luoghi caratteristici della “Vecchia Europa”, sono stati al centro di un viaggio effettuato dalle allieve e dagli allievi dell’Istituto alberghiero Artusi di Casale Monferrato da lunedì 3 a venerdì 7 aprile in terra d’Austria, accompagnati dai loro docenti con il coordinamento della vice preside Maria Grazia D’Acunzo. Il viaggio, del resto, ha avuto come mete alcune delle più caratteristiche città del Paese d’Oltralpe, a partire da Strasburgo, città conosciuta nel mondo per la sua architettura italianeggiante e culla dei natali di Wolfgang Amadeus Mozart e e Patrimonio dell’umanità dell’Unesco.

 

Il secondo momento è stata la visita al campo di lavoro (e di concentramento) di Mauthausen dove, dopo l’Anschluss trovarono la morte o sopravvissero in condizioni di estrema durezza migliaia di prigionieri di moltissime nazionalità. La visita è stata per i ragazzi un’occasione di riflessione e di approfondimento su quanto accaduto negli anni Trenta e Quaranta nei territori del Reich tedesco ed ha destato notevole impressione e verrà ripresa nelle prossime settimane in classe. Il terzo momento di visita è stata Vienna con i suoi monumenti, le sue piazze, il Ring, il Belvedere, proprietà di Eugenio di Savoia che salvò la città dai turchi e Schoenbrunn. Ma la capitale austriaca è stata anche occasione per approfondire alcune tipicità delle prelibatezza della gastronomia austriaca. Particolarmente “gettonata” è stata la visita al luogo dove viene somministrata una tipicità tutta viennese, il Sacher Cafè ed il Sacher Stube. A Schoenbrunn, invece, suddivisi in due gruppi, nello spazio dello Strudel Show hanno potuto assistere alla preparazione dallo Strudel da parte di due cuochi (uno italiano, ormai trapiantato in Austria, a dimostrazione di come la cucina d’elite non abbia davvero confini) che hanno dimostrato ai ragazzi la preparazione e la lavorazione del dolce. Non è mancato spazio per il divertimento con una serata al parco del Prater, con tanto di giro sulla storica ruota panoramica dall’alto della quale si vede un indimenticabile e suggestivo panorama della città, ed una presenza in pista sui go – kart nella quale si sono cimentati anche i docenti con alterna fortune (una ha vinto, uno è arrivato ultimo, tamponato da un allievo poco prima del traguardo). Infine l’ultimo “quarto di miglio” è stato il viaggio di ritorno con tappa ad Innsbruck, capitale del Tirolo, dove è stata effettuata una visita al centro della città, che si prepara ai festeggiamenti della Pasqua nei suoi angoli suggestivi.

Massimo Iaretti

 

 

 

 

 

Made in Italy alla conquista della Svezia

in vetrina3

“Le fiere da sempre sono un momento d’incontro tra fornitori, produttori e clienti. Nel corso degli anni con il mutare del mercato economico, è cambiato anche il modo di farle, Infatti mentre prima una fiera era un’espediente finalizzato esclusivamente alla vendita diretta (i venditori della folletto ne sanno qualcosa), oggi si ha un approccio “partner-oriented”, ovvero finalizzato alla costruzione del proprio network personale”. A parlare è Fabrizio Fiore, imprenditore torinese nel campo della comunicazione e dell’import-export. E’ promotore di Fiere Italiane nel Mondo, un nuovo gruppo che, come prima iniziativa internazionale, organizzerà la presenza di numerose aziende della qualità agroalimentare italiana alla Fiera di Stoccolma nel mese di novembre.  “Fare le fiere – prosegue Fiore – non significa più vendere il fantasmagorico attrezzo tutto fare per la cucina, ma far vedere a potenziali clienti, partner e investitori i vantaggi dei nostri prodotti e servizi. Il successo di una fiera dipende da chi vi partecipa e quanto siano di qualità i prodotti proposti. La nostra filosofia e quella di far partecipare l’eccellenza dell’enogastronomia italiana, un’azienda per ogni prodotto, per dare il 100% delle possibilità di successo in fiera”.

I potenziali interessati avranno l’opportunità di incontrare il meglio di quello che è stato selezionato, un modo nuovo per fare fiera, per superare la concorrenza di altre aziende del settore.

Quello di Fiore è un  gruppo tutto italiano di imprenditori del settore, ” Sono proprio queste le iniziative che aiutano la penetrazione dei nostri prodotti, delle nostre eccellenze, nei mercati stranieri e che attraverso la conoscenza e la diffusione del vero Made in Italy. Mai come oggi il mondo vuole food and beverage italiano, in termini di export le previsioni parlano di quasi 30 miliardi per il 2016”, aggiunge Fiore.

L’iniziativa intende offrire agli operatori del settore un’occasione privilegiata di incontro tra domanda e offerta, l’opportunità di testare e lanciare le nuove tendenze dei consumi. Le aziende coinvolte proporranno prodotti enogastronomici, da veicolare alla ristorazione, grande distribuzione, per il professionista privato in Svezia, Paese che nutre grande interesse per il Made in Italy. Insomma, prodotti che possano entrare nelle case degli Svedesi. La fiera si svolgerà a Novembre, dal 9 al 12, ogni partecipante avrà l’opportunità di esporre e vendere i propri prodotti al pubblico in visita alla fiera. Le aziende Italiane presenti, saranno una per ogni prodotto a rappresentare in esclusiva l’eccellenza, una miscela di proposte singole ed esclusive.

 

I prodotti interessati

Aziende vinicole ~ Produttori di liquori ~ Produttori di caffè ~ Produttori di salami e prosciutti ~ Produttori di formaggi ~ Produttori di dolci ~ Produttori di cioccolata ~ Produttori di pasta ~ Produttori antipasti ~ Produttori di olio di oliva ~ Produttori di birra ~ Produttori di riso ~ Produttori di succhi italiani ~ Produttori di prodotti senza glutine ~ Produttori piante aromatiche ~ Produttori di cibo conservato ~ Coltivatori prodotti sotto bosco ~ Produttori di sughi e salse ~ Produttori di salse al pesto ~ Produttori di marmellate ~ Produttori di pane – ~ Produttori di peperoni ~ Produttori bibite ~ Apicoltori italiani ~ Acetaie ~ Produttori frutta secca ~ Produttori farine ~ Produttori zafferano ~ Produttori basilico ~ Porche tifici ~ Produttori lumache ~ Produttori funghi secchi ~ Distributori tartufi ~ Produttori peperoncino ~ Produttori pomodori penìlati ~ Produttori spezie ~ Produttori olive ~ Produttori piadina artigianale ~ Produttori ceci ~ Distributori patate ~ Frutta e verdura italiana ~ Produttori bio

 

www.fiereitalianenelmondo.it

Viaggio virtuale nell’Africa selvaggia

in vetrina3

Gianni Bauce, guida professionista, torna a Punto di partenza con un vero safari da guardare e ascoltare, per scoprire, attraverso i suoi racconti, le meraviglie della natura africana e per imparare un nuovo modo, più consapevole, di vivere l’Africa.  A Pinerolo. Ingresso gratuito


Anche se non è necessario venire muniti di binocolo e di macchina fotografica lunedì 27 marzo al Circolo Sociale in Via del Duomo, 1 a Pinerolo, quello in cui ci conduce, a partire dalle 20.30, Gianni Bauce, è un vero safari. Gianni Bauce è una guida professionista, la sua attività principale in Africa australe, che frequenta dai primi anni ’90, consiste nel condurre safari personalizzati in Botswana, Zambia, Zimbabwe, Malawi e Mozambico, a stretto contatto con la natura e la fauna selvaggia. Si definisce un esploratore del III millennio in un continente dove non c’è più nulla di inesplorato eppure dove tutto è ancora così sconosciuto. Suoni, racconti e immagini per scoprire i grandi animali, le piante, le tracce, la conformazione del terreno, i piccoli dettagli che, guardati con altri occhi, rivelano storie antiche e inaspettate. La grande passione di Gianni Bauce per la sua terra d’adozione e la sua competenza maturata attraverso la formazione e l’esperienza, unita alla sua capacità di ricreare con le parole le atmosfere e le emozioni vissute in prima persona sono gli ingredienti di una serata in cui immergersi nelle meraviglie della natura africana.
***
Prosegue nel 2017 “Punto di partenza – piccoli spettacoli fuori dagli sche(R)mi”, la serie di eventi realizzata dall’Associazione culturale YOWRAS Young Writers & Storytellers in collaborazione con la Biblioteca Civica Alliaudi e il Comune di Pinerolo. Lo scopo di Punto di partenza è il racconto delle passioni, delle abilità, dell’impegno e delle competenze, sotto forma di piccoli spettacoli, dalla viva voce dei protagonisti. Un tema diverso viene proposto ogni settimana. Architettura, ambiente, musica, viaggi, lettura ad alta voce, fotografia, scrittura sono alcuni degli argomenti in programma.
Al termine di ciascun incontro, dopo il buffet gentilmente offerto da Bonifanti, al pubblico viene distribuito un foglietto di promemoria con i dettagli della serata, i consigli letterari della settimana e le notizie sui successivi appuntamenti.  TRS Radio è media partner di PUNTO DI PARTENZA e ogni settimana intervisterà gli ospiti dei diversi incontri. I dettagli degli appuntamenti sono pubblicati sulle pagine facebook Yowras Young Writers & Storytellers e Punto di partenza.

——————————————-

Gianni Bauce è una guida professionista con esperienza naturalistica e del territorio. È accreditato presso la F.G.A.S.A., Field Guide Association of Southern Africa, (F.G.A.S.A. # 8061) della quale è membro dal 2000 con le qualifiche di Nature Guide e A.R.H. (Advanced Rifle Handling for Walking Safaris). È anche accreditato come guida professionista allo Zimbabwe Tourism Authority (Z.T.A. # TGD0663) dopo aver conseguito il titolo alla University of Zimbabwe di Harare. Si è specializzato nella cattura e manipolazione dei serpenti velenosi africani e nel trattamento del loro morso presso il centro African Reptiles and Venom di Johannesburg. Gianni è abilitato al soccorso paramedico dalla Croce Rossa Italiana e dell’Emergency Medical Service Sudafricano, ed è inoltre abilitato al soccorso paramedico con assistenza remota. Ha esperienza di antibracconaggio, animal & human tracking e ha partecipando a missioni di “survey”, “antipoaching” e training di unità antibracconaggio in Sudafrica. Nel 2009 è diventato il primo italiano a superare il corso d’addestramento presso la Ronin South Africa, conseguendo la qualifica di Operatore della Sicurezza (Ronin graduate # 200912GB) con licenza internazionale della Security Industry Authority (S.I.A licence # 0830 0128 1891 4882). Parla Italiano, Inglese, Spagnolo e un po’ di KiShona. Appassionato fotografo, è autore di numerosi libri e guide di viaggio sull’Africa, tra i quali le guide di viaggio Botswana & Zimbabwe e Mozambico e i libri di narrativa di viaggio Sozinho, viaggio in Mozambico e Kilimanjaro, prima che le nevi si sciolgano (Polaris Editore). Ha partecipato a trasmissioni televisive sui canali Nazionali Italiani e guidato troupe televisive impegnate nella realizzazione di documentari naturalistici.

“L’astuzia della volpe” chiude la trilogia di Maura Maffei

in vetrina3

Dopo pochi giorni dalla pubblicazione del terzo e conclusivo capitolo, “L’astuzia della volpe”, appuntamento domenica 19 marzo alle 15, al Lingotto Fiere di Torino per la presentazione della trilogia storica “Dietro la tenda(Parallelo45 Edizioni) di Maura Maffei e Rónán Ú. Ó Lorcáin, nell’ambito delle manifestazioni che avranno luogo per il Festival Irlandese.

L’evento, che sarà presentato da Susanna Sillano, storico del teatro e dello spettacolo, vedrà la partecipazione di entrambi gli autori: per l’occasione, infatti, Rónán Ú. Ó Lorcáin arriverà direttamente da Dublino e risponderà alle domande del pubblico.

Ambientata nella splendida regione irlandese del Connemara, nel corso del XVIII secolo, la trilogia racconta le vicende di due famiglie di antiche e nobili origini, ai tempi delle Leggi Penali e dell’invasione inglese.

In un clima difficile di oppressione, un gruppo di esuli irlandesi torna in patria dopo aver passato molti anni in Austria. All’apparenza falegnami e carpentieri, quegli uomini sono invece sacerdoti e soldati, decisi a mettere in atto un ambizioso progetto di vendetta ai danni dell’invasore inglese, che proibiva agli irlandesi di professare la religione cattolica.

I loro piani vengono però messi in serio pericolo dalla nascita dell’amore tra il capitano Bran e la bella Labhaoise, figlia del suo più acerrimo nemico. Ma il sogno romantico dei due giovani è ostacolato dalle leggi inglesi, che rendono impossibile il loro matrimonio.

Arricchito da interi passaggi in gaelico irlandese, il progetto della trilogia è frutto di cinque anni di intenso studio e ricerca da parte degli autori, che hanno ricostruito usi, costumi e linguaggio settecenteschi.

Maura Maffei è da sempre amante e studiosa della lingua e cultura irlandesi, ed ha già pubblicato numerosi romanzi e ottenuto significativi riconoscimenti letterari, tra cui il primo premio al Concorso Letterario Internazionale “San Domenichino – Città di Massa” 2015.

Rónán Ú. Ó Lorcáin è traduttore, musicista e tecnologo; è nato e vive in Irlanda, dopo anni passati nel nostro paese, e si dedica allo studio della lingua irlandese.

Massimo Iaretti

 

 

 

.

Da qui si Torna su