Category archive

vetrina10 - page 18

Sabato 3 in visita al grattacielo SanPaolo

in vetrina10

grattacielo notte

grattacielo sanpaolo2Previste visite gratuite e guidate della durata di 45 minuti

 

Tra gli edifici delle banche aperti per le visite al pubblico per  ‘Invito a Palazzo’, appuntamento dell’Abi, anche Intesa Sanpaolo partecipa sabato 3 ottobre, e riapre al pubblico il grattacielo di corso Vittorio, sede direzionale del gruppo a Torino. Previste visite gratuite e guidate, della durata di 45 minuti. Sarà così possibile vedere l’auditorium e i tre piani panoramici in cima alla torre, dove si trova la serra bioclimatica. Aperti  anche il Museo del Risparmio e Palazzo Turinetti, la sede storica del gruppo in piazza San Carlo.

 

(Foto: il Torinese)

Turin Marathon, pronti al via

in vetrina10

turin marathon conf 2015

turin marathonChiabrera svela le prime novità per il prossimo anno: ” Turin Marathon sta consolidando sempre più il rapporto con l’esercito, che quest’anno sarà anche il nostro punto di riferimento per il centro maratona, non più in Piazza Castello, ma a Palazzo Arsenale sede del comando per la formazione e scuola di applicazione dell’esercito”

 

Manca ormai poco alla maratona più antica d’Italia, nata nel 1897 nella città che ha dato i natali alla Federazione Italiana di Atletica Leggera, divenuta ormai appuntamento fisso del panorama podistico internazionale dal 1991. Quest’anno la Maratona di Torino, che si svolgerà il 4 Ottobre, è rientrata tra i grandi eventi di Torino Capitale Europea dello Sport 2015 ed insieme a Venezia, Firenze e Roma fa parte del circuito ” Maratone delle Città D’Arte”. Nella suggestiva cornice di palazzo Lascaris, è avvenuta la presentazione della 29edizione della Turin Marathon Gran Premio la Stampa. A prendere subito la parola, nella sede del Consiglio della Regione Piemonte è il vicepresidente dell’Assemblea Nino Boeti che, con piacere, ha ringraziato il presidente della Turin Marathon, Luigi Chiabrera per la possibilità di poter continuare a far parte di un grande progetto come quello della Maratona, che rappresenta un bene per coinvolgere sempre più cittadini e turisti da ogni parte del mondo. Il percorso si snoderà per tre quarti lungo i principali centri della città e quest’anno saranno protagonisti i parchi più belli del capoluogo piemontese: Il Valentino, le Vallere, il Ruffini, la Pellerina e il Parco Dora. La partenza come consuetudine è nel salotto buono della città, Piazza San Carlo, con arrivo in Piazza Castello.

 

Con un occhio al futuro il presidente Chiabrera svela le prime novità per il prossimo anno: ” Turin Marathon sta consolidando sempre più il rapporto con l’esercito, che quest’anno sarà anche il nostro punto di riferimento per il centro maratona, non più in Piazza Castello, ma a Palazzo Arsenale sede del comando per la formazione e scuola di applicazione dell’esercito. Nel 2016 oltre a festeggiare la 30esima edizione della manifestazione, che si svolgerà il 2 Ottobre, ospiteremo grazie all’organizzazione del Cism il Campionato Mondiale Militare di Maratona”. A tal proposito è intervenuto proprio il Presidente e Colonnello del Consiglio Internazionale dello Sport Militare, Parrinello : ” Il Mondo dello Sport rappresenta l’insieme di valori positivi che noi applichiamo e cerchiamo di trasmettere. Speriamo di uscire dalla nostra realtà ghettizzata per legarci con la realtà civile per essere un punto di riferimento per la società.” Tutti gli atleti che taglieranno il traguardo della lunga distanza riceveranno la medaglia, simbolo della loro fatica e determinazione, che da quest’anno diventerà un oggetto da collezione, inaugurando il tema delle Residenze Reali e dei Palazzi Storici di Torino. Per il 2015, infatti, verrà rappresentato palazzo Madama. A ricevere per prima la medaglia è l’assessore alla Cultura e Turismo della Regione Piemonte, Parigi, che ha rimarcato l’importanza della Turin Martahon come marchio comunicativo non solo a livello sportivo ma di crescita per la nostra città.

 

Roberta Perna

Ekom, a Torino nuovo punto vendita

in vetrina10

Il gruppo rafforza la sua presenza nel capoluogo piemontese. Fino al 4 ottobre i clienti potranno approfittare di un’offerta speciale

 

marotta EkomApre i battenti giovedì 24 settembre a Torino, in Corso Vigevano 46 (angolo Via Gressoney), un nuovo punto vendita Ekom, l’insegna discount del Gruppo Sogegross, tra i primi dieci operatori italiani nell’ambito della grande distribuzione organizzata. “Nonostante la crisi economica continui a farsi sentire in Italia – afferma Giuseppe Marotta, nella foto, direttore generale Ekom – la nostra è un’azienda sana, che continua a lavorare e a investire

 

Lo testimonia questa nuova apertura, che rafforza la nostra presenza sul territorio piemontese, dove raggiungiamo i diciassette punti vendita. Così siamo riusciti ad esprimere la nostra proposta commerciale, incrementando, oltretutto, i livelli di occupazione nella zonaUno degli obiettivi che stiamo perseguendo è rafforzare la rete di vendita, anche con nuovi insediamenti – continua Marotta – per proporre al consumatore una formula di discount di qualità, accogliente e conveniente, rendendo i negozi sempre più adatti a soddisfare le esigenze dei clienti, tra cui la possibilità di offrire un ottimo rapporto tra qualità e prezzo ”.

 

La formula di Ekom propone un’offerta commerciale particolarmente competitiva: “permette ai clienti di fare la spesa in un modo nuovo, abbinando prodotti di primo prezzo a prodotti di marca, con una forte attenzione ai reparti freschissimi, che rappresentano la base della nostra alimentazione, e con una particolare spinta alle offerte promozionali. Ampio spazio viene dato anche alle produzioni locali, rispettando la tradizione e la ricchezza del territorio. Una proposta commerciale di forte convenienza quindi, che consente di risparmiare, senza rinunciare alla qualità” conclude Marotta.supermercato 2

 

Il negozio impiega 15 addetti e si articola su una superficie di vendita di circa 1.200 mq. Presenti tutti i principali reparti: macelleria e salumeria, anche in formato take-away, pescheria, ortofrutta, panetteria e un ampio spazio dedicato ai prodotti del territorio e all’assortimento salutistico, con prodotti dedicati alle intolleranze alimentari. Il negozio, dotato di ampio posteggio scoperto, con oltre 70 posti auto, rispetta orario continuato da lunedì a sabato, dalle 8.00 alle 21.00 e domenica dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 20.

 

Dal 24 settembre al 4 ottobre i clienti potranno approfittare di un’offerta speciale e, inoltre, in occasione dell’apertura, saranno distribuite in omaggio delle borse riutilizzabili e dei mestoli da cucina. 

 

Con Ekom, format nato nel 1993, il Gruppo Sogegross ha realizzato un’importante scelta strategica, con un ulteriore sviluppo su territori extra locali e la costante diversificazione dei canali di vendita, con un modello di discount assolutamente innovativo. Ekom non si è limitato ad adottare le tradizionali formule del discount, ma ha sviluppato un format inedito che, sfruttando appieno i severi standard logistici garantiti dalla tecnologia e dal know how del Gruppo, è in grado di offrire alti livelli di qualità e un’ampia scelta di prodotti confezionati e freschi a prezzi in linea con il settore discount.  L’insegna Ekom conta circa 120 punti vendita con superfici tra i 300 e i 1.500 mq, dislocati fra Liguria, Piemonte, Lombardia, Toscana, Emilia e Valle d’Aosta, di cui 48 di proprietà diretta del Gruppo Sogegross e la rimanente parte in Franchising.

Bubbleskill, chi cerca trova

in vetrina10

bubbleskill

L’idea è nata quasi per caso, con il preciso scopo di creare qualcosa di utile, soprattutto in questo periodo di crisi in cui il passaparola forse non basta piu’ per farsi conoscere e lavorare

 

“Sei un libero professionista e vuoi aumentare la tua visibilità a costo zero? BubbleSkill è il sito che fa per te”. Questo è l’invito di “BubbleSkill” il nuovo portale pensato per i professionisti. Ad idearlo e realizzarlo sono stati Michele Parisi, di Caronno Pertusella ed Alberto Barbiero, di Busto Arsizio. Colleghi, ma soprattutto amici, hanno lavorato nei ritagli di tempo per più di un anno per realizzare un portale destinato ad essere uno strumento a disposizione dei liberi professionisti per aumentare la loro visibilita’. L’idea è nata quasi per caso, con il preciso scopo di creare qualcosa di utile, soprattutto in questo periodo di crisi in cui il passaparola forse non basta piu’ per farsi conoscere e lavorare. 

 

Il progetto e’ diventato da un mese un sito internet, www.bubbleskill.com, dove “chi cerca…ti trova”, come recita lo slogan scelto dagli ideatori.  “Col nostro sito abbiamo voluto creare una sinergia: da una parte uno strumento di ricerca delle principali categorie di professionisti; dall’altra la possibilita’ offerta agli stessi di crearsi un sito internet in completa autonomia, digitalizzando cosi’ le proprie competenze a costo zero, in modo semplice e senza fastidiose pubblicità. Chi avesse già un sito non dovrà fare altro che registrarsi ed esso comparirà nei risultati di ricerca.”

 

Grazie a questo portale non serve quindi essere degli esperti per creare e gestire il proprio sito internet. La gestione “tabellare” dei contenuti mette infatti a disposizione strumenti semplificati che permetteranno di costruire, riga dopo riga, le pagine del proprio sito web.  Il nome scelto rimanda alla grafica del sito stesso: ogni bolla (Bubble) racchiude un oggetto rappresentativo della categoria a cui appartiene il professionista. Con “Skill” abbiamo invece voluto esaltare l’abilità, preferendo quindi dare spazio a quelle attività che offrono principalmente servizi e non prodotti. Lo strumento adesso c’è ed è a disposizione per essere proficuamente utilizzato da artigiani è professionisti desiderosi di ampliare le proprie potenzialità lavorative.

Piemonte Italia, vivere la regione

in vetrina10

MONTAGNA PIEMONTELa storia del Piemonte continua

 

Regione “capitale”: ecco la vocazione del Piemonte. Da quando Emanuele Filiberto sposta la capitale del rinascimentale ducato di Savoia a Torino fino all’unificazione d’Italia nelle battaglie risorgimentali e nell’aula del Parlamento Subalpino, ancora oggi conservata in Palazzo Carignano. Il trasferimento a Roma della capitale non priva il Piemonte della sua centralità nell’elaborazione delle idee e nella partecipazione ai grandi momenti della recente storia del paese come la Resistenza e i grandi movimenti di trasformazione delle relazioni sociali, di cui Torino diventa il fulcro nel suo nuovo ruolo, conquistato a partire dalla metà dell’Ottocento e strenuamente difeso oltre le soglie del nuovo millennio, di capitale dell’industria. Una capacità di rinnovarsi e trasformare le crisi in occasioni di sviluppo che consente oggi al Piemonte di posizionarsi come centro nevralgico dell’innovazione e delle nuove tecnologie, non più solo in Italia, ma nell’intera Europa. Per conoscere storia, arte, cultura ed eventi sul territorio regionale.

 

www.piemonteitalia.eu

Tutte le novità della Turin Marathon

in vetrina10

marathon 2015

Il centro maratona non è  più in piazza Castello ma nel cortile della Scuola di Applicazione di via Arsenale. Inoltre nella piazzetta Reale sarà allestita una mostra legata alla Turin Marathon

 

Il battello Valentina II ha ospitato la prima conferenza stampa di presentazione della 29esima edizione della Turin Marathon – Gran Premio La Stampa. Mancano due mesi al più importante evento podistico cittadino, che si terrà domenica 4 ottobre. “Abbiamo anticipato la data di oltre un mese perché in questo modo avremo la sicurezza di trovare un clima migliore” ha esordito il presidente di Turin Marathon Luigi Chiabrera, “mantenendo la collocazione in calendario delle ultime edizioni (a novembre) il rischio di pioggia e freddo sarebbe stato notevole. La data rimarrà simile anche nel 2016, quando la maratona si correrà il 2 ottobre”.

 

All’incontro con i giornalisti e con i numerosi ospiti sono intervenuti Franco Capra, sindaco di Claviere, e Giovanni Maria Ferraris, Assessore allo Sport della Regione Piemonte. “La Turin Marathon è una manifestazione importante dal punto di vista sportivo e per tutto ciò che riesce a sviluppare sul territorio” ha dichiarato quest’ultimo, “l’anno di Torino Capitale Europea dello Sport darà ulteriore lustro alla corsa, un evento di spessore internazionale. La maratona è una disciplina che unisce e che invoglia a correre; per questo è anche un incentivo a praticare sport, anche in maniera amatoriale”.

 

Una novità riguarda il luogo in cui verrà predisposto il centro maratona; non più in piazza Castello ma nel cortile della Scuola di Applicazione di via Arsenale. Collegata a questo vi sarà la possibilità di visitare l’edificio. Inoltre nella piazzetta Reale sarà allestita una mostra legata alla Turin Marathon. “La nostra è una delle quattro maratone delle città d’arte” ha ricordato Luigi Chiabrera, “uno dei nostri obiettivi è mostrare la città di Torino in tutta la sua bellezza”.

 

Un prologo “ciclistico” della Turin Marathon avrà luogo domenica 6 settembre a Claviere con la 15esima edizione di Clavierissima, una delle prove del circuito di Coppa Piemonte di mountain bike. “È un appuntamento importante per noi e per le nostre montagne” ha affermato Franco Capra, “e quest’anno abbiamo deciso di condividere l’organizzazione con Turin Marathon, per permettere alla corsa di fare un salto di qualità e acquisire la visibilità che merita”.

Uber, il Piemonte dice no

in vetrina10

 La nuova norma specifica: “Il servizio di trasporto di persone, che prevede la chiamata, con qualunque modalità, di un autoveicolo a esso dedicato e una corresponsione economica, può essere esercitato esclusivamente da soggetti che svolgono il servizio di cui alle lettere a) e b) del comma 3, dell’articolo 1, della presente legge”, vale a dire tassisti e noleggiatori con licenza

taxi6

 

La seconda Commissione del Consiglio regionale del Piemonte, riunita in seduta legislativa sotto la presidenza di Nadia Conticelli, ha approvato all’unanimità le norme che chiariscono l’impossibilità per Uber e per altri sistemi di chiamata di trasporto persone a pagamento, di operare sul territorio subalpino. Con il voto favorevole di maggioranza e opposizione, è stato infatti dato il via libera alla proposta di legge regionale n. 117 presentata da Gianluca Vignale (Fi) ed emendata unanimamente dalla Conferenza dei capigruppo su proposta della maggioranza, “Misure urgenti per il contrasto dell’abusivismo. Modifiche alla legge regionale 23 febbraio 1995, n. 24 (Legge generale sui servizi di trasporto pubblico non di linea su strada)”.

 

La nuova norma specifica: “Il servizio di trasporto di persone, che prevede la chiamata, con qualunque modalità, di un autoveicolo a esso dedicato e una corresponsione economica, può essere esercitato esclusivamente da soggetti che svolgono il servizio di cui alle lettere a) e b) del comma 3, dell’articolo 1, della presente legge”, vale a dire tassisti e noleggiatori con licenza.

 

taxiLa prima proposta Vignale prevedeva anche sanzioni fino a 1.500 euro per i “driver” e fino a 30.000 per i gestori delle “app”. Nel testo approvato, invece, si fa riferimento al codice della strada (articoli 85 e 86) per le sanzioni ai conducenti dei mezzi, mentre non è prevista alcuna pena pecuniaria per i gestori dei sistemi di chiamata.

Secondo il proponente “è un passo importante, perché chiarisce che la corresponsione economica per il transito su automezzi può essere effettuata solo a favore di tassisti e noleggiatori. Giusto fare riferimento al Codice della strada per le sanzioni, ma spiace che non si riescano a colpire i gestori”, ha detto Vignale.

 

taxi xxA parere di Giorgio Bertola (M5s) “non si tratta di una vera innovazione, perché è solo un’affermazione di legalità, che non vuole andare contro le nuove tecnologie, ma che non può nemmeno prescindere dal sistema di diritti e doveri vigente”.

 

“Sono soddisfatto per l’esito della mediazione e della votazione – ha detto Daniele Valle (Pd) – ma rammaricato per accuse di scarsa buona fede che la maggioranza ha subito nelle precedenti riunioni. Ora si dimostra che la volontà di trovare una soluzione nel rispetto della legalità non è mai mancata da parte nostra”.

 

E Marco Grimaldi (Sel), ha precisato che “abbiamo voluto specificare una norma già esistente, per chiarire che i furbi non devono aggirare le leggi vigenti. Però non è giusto criminalizzare la povera gente che, magari per bisogno, trasforma la propria auto in fonte di reddito, trovandosi un lavoro autonomamente”.taxi2

 

Più critico Maurizio Marrone (Fdi), comunque “favorevole a questa proposta che accogliamo all’unanimità, perché nel caos normativo sulle nuove tecnologie, si chiarisce che il trasporto pubblico ha delle regole precise. Sono invece molto rammaricato che non si possa trovare un sistema sanzionatorio per i gestori delle ‘app’, forse i maggiori responsabili di questa situazione”. Anche per questo motivo Marrone non ha ritirato la sua proposta di legge n. 109 “Disposizioni per la razionalizzazione dell’utilizzo di servizi di trasporto pubblico locale non di linea e delle nuove tecnologie al fine di agevolare l’incontro tra domanda e offerta. Modifiche alla legge regionale 23 febbraio 1995, n. 24”, che tuttavia è stata bocciata.

 

gmonaco – www.cr.piemonte.it – foto: il Torinese

Marcel Melis per un allestimento di charme

in vetrina10

marcel2marcelmarcel3

Qui  il celebre artigiano Michele Sciretti ha scelto la vetrina per i suoi capi, finora unicamente esposti nello storico show room di corso Vittorio Emanuele 96

 

Siamo in via Giolitti 45, nel cuore della città sabauda dove i palazzi d’epoca fanno  da suggestivo scenario alla routine quotidiana ed è proprio qui che il celebre artigiano Michele Sciretti ha scelto la vetrina per i suoi capi, finora unicamente esposti nello storico show room di corso Vittorio Emanuele 96. L’inaugurazione è stata l’occasione per presentare uno nuovo spazio espositivo dove poter ammirare, indossare e scegliere un capo tanto importante, e tanta importanza è’ stata data agli allestimenti sia delle vetrine che all’ambiente interno. Ricercatezza ed eleganza ad opera del flower designer torinese Marcel Melis, che ricrea in ogni suo allestimento un’atmosfera di charme, che profuma e avvolge con le sue affascinanti creazioni . Il suo stile è senz’altro chic , classico ,  ma con una verve contemporanea in grado di mettere d’accordo animi estrosi e amanti della tradizione.  Per chi vuol dare carattere ai propri eventi. 

 

Marcel Melis: marcel1768@gmail.com

La Bella e la Voce, un trionfo a Torino

in vetrina10

 

bella4563bella564bella231

La vincitrice de La Bella è ELEONORA CALLEGARIN, torinese 18enne, mentre La Voce è ALBERTO LIONETTI, 16enne e torinese anche lui

 

“La Bella e la Voce”, sotto la guida del patron Franco Ganci, è il primo evento in assoluto che ha unito un concorso di bellezza ad un concorso canoro. Nella sera di sabato 6 dicembre per conquistare il titolo di “La Bella” e quello di “La Voce”, nella Sala Diamante dell’hotel si sono dati battaglia cantanti e miss selezionati nel corso di varie tappe.   A Torino è stata una serata di spettacolo molto apprezzata dal folto pubblico per decretare i vincitori. 

 

La vincitrice de La Bella è ELEONORA CALLEGARIN, torinese 18enne, mentre La Voce è ALBERTO LIONETTI, 16enne e torinese anche lui. Il Golden Palace Hotel 5 stelle lusso, in presenza del responsabile del Gruppo Allegro Italia che gestisce anche altre prestigiose strutture alberghiere, PIERGIORGIO MANGIALARDI, è stata la location ideale per dare il giusto tocco di classe a un evento di qualità. Pubblico da tutto esaurito ha fatto da cornice a bellissime ragazze e voci dal talento straordinario. 

 

Tutti gli uomini e le donne de “La Bella e la Voce”

Giuria La Bella: IRENE TANCAU, CRISTIANO BUSSOLA e PIERGIORGIO MANGIALARDI. Giuria La Voce: LORETTA MARTINEZ, DAVIDE MAGGIONI, ANDREA LEPROTTI e RUSTY RUGGINENTI. Sfilavano gli abiti di VOGUE SPOSE di Dario Barbero Il make up era della bravissima VITTORIA CORONA. Conducevano BARBARA CASTELLANI e STEFANO SALANDIN. Collaborazione di ARTE SPETTACOLI di BARBARA CASSISI e AST PROMOTION AGENCY di STEFANO CALABRIA. Coordinatrice RAFFAELLA DE CIO. Direzione Nazionale FRANCO GANCI. Balletto e coreografie di VALERIA BOR. La fotografa ufficiale era SARA PERESSUTTI e la segreteria era di MARIA PACIELLO.

 

(La seconda foto delle miss con la fascia è di Sara Peressutti)

1 16 17 18
Da qui si Torna su