Category archive

LYFESTYLE - page 3

Linguine al pesto di acciughe, che sapore!

in LYFESTYLE

Un primo dal sapore tipicamente mediterraneo, saporito, economico e pronto in pochi minuti. Le acciughe, fonte di preziosissime sostanze nutritive, sono le protagoniste di questo piatto, abbinate alla croccantezza dei pinoli e dei pistacchi non deluderanno i palati piu’ esigenti.
***
Ingredienti
160gr. di pasta Linguine
4 filetti di acciughe sott’olio
½ spicchio di aglio
1 cucchiaio di pinoli
1 cucchiaio di pistacchi di Bronte
1 piccolo peperoncino
1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
1 mazzetto di prezzemolo
Olio evo q.b.
***
Lavare il prezzemolo, asciugarlo, tritarlo grossolanamente con la mezzaluna insieme all’aglio, al peperoncino, due filetti di acciuga, i pinoli ed i pistacchi. Cuocere la pasta in acqua poco salata. In una larga padella scaldare due cucchiai di olio con i rimanenti filetti di acciuga, lasciarli sciogliere e poi, aggiungere il concentrato di pomodoro, mescolare bene. Scolare la pasta nella padella, aggiungere il pesto di acciughe diluito con mezzo mestolino di acqua di cottura, amalgamare il tutto e servire subito.

Paperita Patty

La corsa più colorata del pianeta arriva a Torino l’8 settembre

in LYFESTYLE
THE COLOR RUN 2019.  APPUNTAMENTO IN PIAZZA D’ARMI CON LA TERZA TAPPA DEL #LOVETOUR

La corsa più colorata del pianeta tornerà finalmente a Torino domenica 8 settembre, un appuntamento tutto ispirato all’amore.

Fun race tra le più popolari al mondo, The Color Run farà infatti tappa nella città sabauda per la quinta volta con LoveTour (nome riferito all’edizione attuale) che permetterà ai partecipanti di correre la 5 km non competitiva nello stessa location scelta dagli Organizzatori nel 2017.

Un percorso semplice e lineare quello individuato per la tappa: appuntamento in piazza d’Armi con un tracciato che si snoderà all’interno del Parco dei Cavalieri di Vittorio Veneto.

Un format che si riconferma tra i più apprezzati dal grande pubblico, non solo dagli appassionati di running ma anche da chi desidera trascorrere una giornata all’insegna dello sport e del divertimento. Ci si rivolge infatti non solo ai giovani ma anche alle famiglie che sempre più numerose partecipano a questo evento e a cui da sempre si dedica grande attenzione: prevista una corsia in partenza riservata ai più piccoli. Il tutto per condividere un’esperienza sana e positiva, un vero toccasana per il corpo e per la mente.

Questa di Torino sarà la terza tappa italiana del tour 2019 organizzata da RCS Sport / RCS Active Team. Appuntamento preceduto quest’anno dalla prima tappa a Parma (giugno) e dalla seconda a Lignano Sabbiadoro (luglio). Entrambe le località hanno già coinvolto in totale oltre 16.000 partecipantiLa tappa finale sarà sabato 14 settembre a Milano.

Come di consueto, lungo il percorso disegnato per The Color Run saranno posizionati sette punti divertimento: cinque di colore, uno di bolle e uno di schiuma, quest’ultimo  in particolare a ridosso del traguardo. Partenze scaglionate a partire dalle ore 16.30 da Piazza d’Armi.

Il divertimento è assicurato sia prima sia dopo la corsa! Presso il Color Village, infatti, vero centro pulsante della manifestazione, una grande festa attenderà il pubblico. Sul palco, infatti, la speaker Chiara Giorgianni insieme a DJ Stefano Fisico coinvolgeranno i numerosi partecipanti animando e scaldando l’atmosfera con la musica di Radio Italia, radio partner dell’evento.

Non mancheranno tanti altri ospiti: dal gruppo musicale italiano BALAKLAVA con la musica dalle sonorità non convenzionali, il duo DYSTILLA e IMARCHIATI con la loro travolgente energia e i sorprendenti e coinvolgenti BABY KILLERS, il gruppo hip hop e breakdance composto da ragazzi dai 10 ai 13 anni che si sono aggiudicati ben quattro sì dai giudici di Italia’s Got Talent 2019[1].

Il Color Village aspetta tutti a partire dalle 12.00 con intrattenimento continuo fino alle 20.00.

 

Foto LaPresse

Più treni da Torino nel weekend per il Festival delle Sagre

in LYFESTYLE

Sabato 7 e domenica 8 settembre: 16 treni tra Torino Porta Nuova e Asti e uno di ritorno da Asti per Alessandria

Diciassette treni in più per raggiungere il 46° Festival delle Sagre di Asti, in programma sabato 7 e domenica 8 settembre.

Saranno 16 tra Asti e Torino e uno, al ritorno, tra Asti e Alessandria. I collegamenti sono stati programmati da Trenitalia, su richiesta dell’Agenzia della Mobilità Piemontese e dell’Assessorato ai Trasporti della Regione Piemonte, per facilitare gli spostamenti di coloro che vorranno godere dell’importante appuntamento enogastronomico astigiano lasciando a casa l’auto evitando così lo stress del traffico e della ricerca del parcheggio.

Una maggior offerta tra Torino e Asti – 72 collegamenti complessivi il sabato e 62 la domenica – che garantirà il rientro in treno, fino a tarda notte, dal grande ristorante all’aperto in Piazza Campo del Palio al capoluogo piemontese. In particolare, la notte tra sabato e domenica, l’ultimo treno partirà da Asti alle 2.00 con arrivo a Torino alle 2.50.

I nuovi treni tra Torino e Asti fermeranno in tutte le stazioni tranne Moncalieri, Pessione e San Paolo Solbrito. Il treno tra Asti e Alessandria fermerà in tutte le stazioni.

Di seguito il dettaglio dei treni aggiunti all’offerta ordinaria già consultabili e acquistabili su tutti i canali di vendita di Trenitalia:

Sabato 7 settembre
Numero Treno Partenza ora Stazione di partenza Arrivo ora Stazione di arrivo
33025 17:40 TORINO P.NUOVA 18:30 ASTI
33027 18:40 TORINO P.NUOVA 19:30 ASTI
33035 19:40 TORINO P.NUOVA 20:30 ASTI
33041 20:40 TORINO P.NUOVA 21:30 ASTI
33066 23:45 ASTI 00:35 TORINO P.NUOVA
 

Domenica 8 settembre

Numero Treno Partenza ora Stazione di partenza Arrivo ora Stazione di arrivo
33020 00:35 ASTI 01:25 TORINO P.NUOVA
33000 01:00 ASTI 01:50 TORINO P.NUOVA
33026 02:00 ASTI 02:50 TORINO P.NUOVA
33036 15:30 ASTI 16:20 TORINO P.NUOVA
33030 16:00 ASTI 16:50 TORINO P.NUOVA
33032 17:05 ASTI 17:55 TORINO P.NUOVA
33033 00:40 ASTI 01:10 ALESSANDRIA
33034 17:58 ASTI 18:50 TORINO P.NUOVA
33017 09:20 TORINO P.NUOVA 10:10 ASTI
33019 09:45 TORINO P.NUOVA 10:35 ASTI
33021 10:05 TORINO P.NUOVA 10:55 ASTI
33023 11:40 TORINO P.NUOVA 12:30 ASTI

Maggiori informazioni su trenitalia.com e nelle biglietterie.

“Noi del territorio” crea dialogo tra le persone e valorizza i prodotti locali

in LYFESTYLE
Silvio Sarri, tra i promotori di “Noi del territorio, prodotti e servizi” precisa: “Non siamo una Pro Loco, non facciamo sagre rumorose”.
Questo sodalizio che opera a Pino Torinese e sul territorio promuove iniziative di valorizzazione delle eccellenze agroalimentari locali, destinate ad un numero massimo di 40 persone, in modo che non si crei confusione e l’organizzazione sia sempre efficiente. Ogni giornata ha per protagonista un prodotto tipico (domenica scorsa è stata “celebrata” la cipolla di Andezeno).
Al prezzo equo di poco più di una decina di euro gli incontri conviviali organizzati da questo gruppo di persone appassionate del loro territorio e riunitesi in comitati spontanei , consentono di creare dialogo e aggregazione tra la gente. L’obiettivo è di organizzare almeno un paio di incontri al mese.
Con la cifra che avanza dopo ogni iniziativa, i partecipanti potranno usufruire di buoni da utilizzare negli esercizi commerciali locali per ricevere in omaggio un caffè o altri prodotti. Un lodevole progetto che favorisce i rapporti tra le persone e che sarebbe bello esportare anche in altre zone.

A Moncrivello i mezzi storici della ‘Collezione Marazzato’

in LYFESTYLE

Dal Piemonte

‘MOTORI & SAPORI AL TROMPONE’: QUATTRO ASSI SU GOMMA PER UN POKER DI SOLIDARIETA’

Il 14 e 15 Settembre una due giorni  per raccogliere fondi in favore dello storico Santuario vercellese. All’iniziativa il plauso di Alessandro Meluzzi.

 

A Moncrivello l’ora della solidarietà è pronta nuovamente a scoccare, e viaggia su tanto di preziose, grandi ruote e quattro assi.

Ritorna puntuale sabato 14 e domenica 15 settembre l’atteso appuntamento – tra i più seguiti e partecipati in Italia – con ‘Motori & Sapori al Trompone’, la grande kermesse dedicata al collezionismo storico di mezzi pesanti, auto e moto, sia d’epoca che di recente fabbricazione, giunta quest’anno alla sua settima edizione.

Un punto d’incontro per appassionati del settore in grado di richiamare partecipanti da tutta Italia, in particolar modo per lo più dal Piemonte, Lombardia, Liguria, Valle D’Aosta, Emilia Romagna e Triveneto.

Un evento nato per unire, alla passione per i veicoli d’un tempo, anche l’attenzione ai più bisognosi della provincia di Vercelli, con particolare riferimento al complesso del Santuario della Beata Vergine del Trompone, presso il quale si svolse l’opera di santità del Beato Luigi Novarese, campione novecentesco dell’assistenza ospedaliera e caritatevole a poveri, malati e sofferenti, sulla scia dell’esempio inaugurato per primo, a metà Ottocento, da San Giuseppe Benedetto Cottolengo, il Santo della Divina Provvidenza.

Su questa importante e primaria realtà sanitaria italiana converge infatti da tempo l’attenzione dell’Associazione di Veicoli Storici ‘Quattro Assi Più’ fondata dall’eclettico Carlo Marazzato, industriale vercellese di successo leader di settore nel campo della logistica e delle soluzioni per l’ambiente, nonché il più grande e stimato collezionista di autocarri del secolo scorso in Europa (ne possiede oltre 250 esemplari multimarca), al fine di raccogliere fondi destinati ad accrescere a migliorare la qualità dei servizi ricreativi e di benessere delle realtà ricettive polifunzionali sorte in loco per la cura e la degenza dei pazienti affetti da SLA e Alzheimer.

E’ meglio non averne bisogno, ma è importante che le strutture vi siano”, esordisce Marazzato. “Radunare così tanti mezzi e appassionati in questo luogo denso di spiritualità e carità operosa e silente significa altresì accrescerne la visibilità: perché sia sempre più copiosa la sensibile generosità di quanti, nei decenni, continuano costantemente a sostenere, ciascuno secondo le proprie possibilità, con donazioni, legati, eredità questa preziosa e meritoria opera sociale”, conclude il noto industriale.

Ricco il programma. S’inizia Sabato 14 Settembre con il ritrovo dei partecipanti presso lo showroom ‘Quattro Assi Più’ di Stroppiana (VC), per l’apertura straordinaria al pubblico dei mezzi storici della ‘Collezione Marazzato’, il rinnovo delle cariche elettive degli organi direzionali dell’Associazione, e il pranzo sociale in un clima conviviale all’insegna dei ricordi a quattro ruote.

Nel pomeriggio, a partire dalla 14, la lunga carovana di veicoli pesanti di ogni epoca, marca, genere e tipo s’incamminerà scortata da una folta rappresentanza di bikers a bordo di fiammanti ‘Harley Davidson’ sino al Santuario di Trompone, all’interno del cui perimetro i mezzi stazioneranno in esposizione anche per tutta la giornata successiva. La sera, cena con musica dal vivo.

Domenica 15, invece, è prevista una gita sino al vicino Mercato dell’Antiquariato di Borgo D’Ale, e il pranzo di gruppo per tutti i partecipanti, oltre alla possibilità di poter visitare tutti i mezzi d’epoca esposti in loco.

Sul valore indiscusso della kermesse – promossa in collaborazione con il ‘C.I.C.S.’ (Circolo Italiano Camion Storici “Gino Tassi”) e ‘L.A.M.’ (Lega Antichi Motori), con main partner il ‘Gruppo Marazzato’ – interviene anche il Professor Alessandro Meluzzi, noto psichiatra, studioso, accademico, nonché apprezzato scrittore, saggista e anchorman televisivo: “Radici e memoria sono sempre alla base della buona salute di un popolo”, spiega. Per poi riprendere: “Ed è bene che chi ha avuto successo e fertilità con la propria attività imprenditoriale, oltre a cercare di redistribuire generosamente ciò che la sorte, la capacità, i talenti gli hanno dato, abbia anche un’attenzione particolare alla dimensione pedagogica della ricchezza: quindi, costruire un modello che, invece che essere basato sull’invidia sociale, sia invece costruito sull’emulazione del bene. Ritengo quindi che mettere a disposizione della collettività il risultato di un’attività industriale positiva quale quella del ‘Gruppo Marazzato’, del suo fondatore Carlo, e della famiglia che lo guida sia un’espressione di civiltà, cultura, buon senso e saggezza. E altresì di quella costruzione di solido futuro che dovrebbe essere il perno dell’attività e dell’etica di ogni buona impresa degna di questo nome”.

Per informazioni e prenotazioni, è possibile telefonare al numero 0161 320311 oppure inviare una e-mail all’indirizzo di posta elettronica associazione4assi@gmail.com Il programma completo è disponibile invece sulla pagina Facebook dell’evento (https://www.facebook.com/events/443266736264507/)

Il decennale di M**Bun

in LYFESTYLE

SABATO 7 SETTEMBRE A RIVOLI  IL PRIMO SLOW FAST FOOD ITALIANO FESTEGGIA 10 ANNI DI
ATTIVITÀ. NUOVI PRODOTTI, UN CONVEGNO E VISITE IN AZIENDA

Sabato 7 settembre M**Bun compie 10 anni di attività. Il primo slow fast food italiano, nato a
Rivoli (To) nel 2009, organizza per festeggiare con la propria clientela una giornata di celebrazioni
all’insegna della qualità che da sempre contraddistingue questa attività nata da un’idea di
Francesco Bianco, Paola Pellichero e Graziano Scaglia, titolare insieme ai fratelli dell’Azienda
Agricola Scaglia di Rivoli.

L’appuntamento è dalle 17 alle 22 nel ristorante di Rivoli dove sono state organizzate numerose
iniziative dedicate ai clienti e agli amanti degli hamburger nostrani Made in Torino: animazione per
bambini a cura di Circowow; banchetti espositivi per conoscere i fornitori con cui M**Bun
collabora da anni; la mostra fotografica di Giorgio Cravero; un transfer gratuito per raggiungere
l’Azienda Agricola Scaglia e vedere dal vivo da dove proviene la carne utilizzata al M** Bun.
Dalle 19 alle 20 si discuterà della nascita di M** Bun, durante un live talk moderato da Luca Ferrua
in cui interverranno Alberto Cirio (Presidente della Regione Piemonte), Andrea Tragaioli (Sindaco
del Comune di Rivoli), Roberto Moncalvo (Presidente Regionale Coldiretti Piemonte), Silvio
Barbero (Slow Food).


La festa si concluderà con i concerti di Fran e i Pensieri Molesti (vincitori di M** Talent ed. 2018),
Vertigine (vincitori M** Talent ed. 2019), e The Flare (terzo posto M** Talent ed. 2019).
E per festeggiare i suoi primi 10 anni M**Bun ha deciso di realizzare un nuovo Hamburger alle
tre carni (bovino, suino, pollo) guarnito con granella di nocciole Piemonte e crema con
Castlemagno Dop Piemonte. Novità in vista anche per gli amanti delle patate: in tutti i punti
vendita saranno proposte le Patate Rupìe cotte al forno e sotto sale secondo la tradizione delle isole
Canarie, a cui si abbineranno salse tipicamente piemontesi come il bagnetto verde, ma anche la
maionese e la rubra. Le Patate Rupìe saranno in futuro oggetto di varianti stagionali, sempre gustose
e golose.

Ma tra le novità di questo decennale ci sono anche i Dolci in burnia: senza conservanti e
coloranti da sabato 7 settembre i dolci di M**Bun saranno conservati e serviti in una burnia
(vasetto in piemontese) di vetro che ne esalta gusto e freschezza. I dolci artigianali sono: Pesche,
cioccolato e amaretti; Panna cotta; Tiramisù; Crème Caramel; Bonèt; Cheese Cake. Le burnie
potranno essere portate a casa e riutilizzate o smaltite nei contenitori del vetro: un altro passo verso
il percorso dell’azienda nella direzione del plastic-free.

I locali M** Bun sono:
corso Susa 22/e a Rivoli
corso Siccardi 8/a e via Rattazzi, 4 a Torino
Per maggiori informazioni: www.mbun.it

Carnaval es carnaval!

in Dall Italia e dal Mondo/LYFESTYLE

Quando si pensa al Brasile le prime immagini che vengono in mente sono relative alla Città di Rio de Janeiro: le lunghe spiagge bianche di Copacabana e Ipanema, una partita di beach volley sulla spiaggia di Leblon con, sullo sfondo, la favela di Vidigal, a strapiombo sul mare e lievemente appoggiata sul fianco della Pedra dei dois irmão, l’immagine del Cristo Redentore, che guarda la città dall’alto e con le sue larghe braccia aperte è sempre pronto a stringerla a sè; il Pão de Açúcar che si affaccia sulla baia di Guanabara, magari la canzone “Sereia” di Lulu Santos ad accompagnare queste immagini e, per gli amanti del calcio, tornano alla mente le immagini televisive del caloroso tifoso della colorata torçida carioca sugli spalti del Maracanà, il luogo simbolo del calcio latino americano, intenta a ballare, cantare e tifare per una delle squadre della capitale carioca, Flamengo, Botafogo, Fluminense, Vasco da Gama, Bangu, solo per citarne alcune, se non per tifare direttamente la Seleçao, ovvero la nazionale verdeoro brasiliana.

La bellezza di tutto questo è che, in qualunque periodo dell’anno si vada a Rio, si ha la possibilitàdi riempirsi gli occhi ed il cuore di queste immagini.

La città di Rio de Janeiro è anche famosa per uno spettacolo che si può vivere solo per poco più di un mese l’anno e precisamente solo all’inizio dell’anno, ed è il Carnevale.

La tradizione del Carnevale è una forma di festeggiamento di massa instaurato dai Greci in onore del dio del vino. I Romani ne seguirono l’esempio con le festività in onore di Bacco ed i Saturnalia, giornate in cui gli uomini passavano giornate di baldoria onorando Bacco e seguendo la tradizione di scambiarsi i vestiti e quindi travestirsi. La Chiesa cattolica ne fece successivamente una festività che anticipa il Mercoledì delle Ceneri, ovvero il primo giorno di Quaresima per il calendario cristiano. Il termine Carnevale infatti deriva dal termine “carne vale” il cui significato rappresenta l’addio alla carne. Questo perchè anticipa il periodo dei quaranta giorni di privazione dal consumo di carne, alcolici e piaceri mondani. La tradizione narra che il Carnevale di Rio sia stato influenzato da Entrudo, un festival portoghese. Il primo ballo durante il Carnevale si tenne nel 1840 ed i balli caratteristici erano il valzer e la polka, la samba, invece, declinata al femminile perchè la samba è donna, ed è   un ballo tradizionale del Carnevale carioca introdotto ad inizio del ‘900.

I festeggiamenti di Carnevale sono più lunghi di quanto voi possiate immaginare in quanto iniziano immediatamente dopo l’Epifania. Bisogna però ben distinguere i festeggiamenti per l’attesa del Carnevale, che consistono in feste ed eventi organizzati negli hotel e locali in giro per la città nei fine settimana, alcuni direttamente nelle scuole di samba presenti in ogni quartiere o favela come, ad esempio Mangueira Portela o Villa Isabel, ed i festeggiamenti che raggiungono il culmine durante il fine settimana antecedente il mercoledì delle Ceneri, ovvero dal venerdì precedente al Martedì Grasso. In questo caso, innanzitutto, vengono chiusi per una settimana uffici, scuole, banche e, per quattro giorni, le attività commerciali, ad eccezione di quelle che si occupano di ristorazione come ristoranti e bar. Perchè Carnevale è Carnevale, e si parla di una settimana di festa cittadina per tutti.

La città si ritrova completamente paralizzata dal traffico, non che il traffico aumenti in quei giorni, il traffico è sempre lo stesso, ma hanno libera espressioni i “blocos da rua”, gruppi di persone principalmente di giovanissima e giovane età che raggiungono le migliaia, legate ad un particolare quartiere che sfilano, suonando, vestiti con i più svariati travestimenti per il quartiere o che raggiungono i più grandi punti di incontro, quali giardini piazze o incroci, per suonare, ascoltare musica, ballare sulle note delle canzoni delle scuole di samba e onorare Bacco dalla mattina fino a notte inoltrata. Tutto questo ha luogo in piena estate per il Brasile con temperature che, di giorno, raggiungono abitualmente i 40 gradi ed una umidità degna di un paese tropicale. Ogni giorno, durante il Carnevale, si contano fino a cento “blocos da rua” concentrati nella zona Centro e Lagoa. Questo comporta che numerose strade, viali e piazze vengano chiuse ed il traffico dirottato su percorsi alternativi, ma decisamente più lunghi, cosìda portare il tempo di percorrenza per un percorso di mezz’ora fino a due ore o mezza, ma Carnevale è Carnevale!

I festeggiamenti del fine settimana di Carnevale iniziano con il “baile do Sarongue” il giovedì sera in cui il requisito unico per entrare è essere travestiti e su questo l’organizzazione e lo staff sono intransigenti; venerdì sera le feste organizzate negli hotel e locali sono innumerevoli e c’è l’imbarazzo della scelta; il sabato sera, invece, ha luogo la massima espressione di festa mondana della capitale carioca: il “Baile do Copa” presso l’Hotel Copacabana, il cui architetto è lo stesso dell’Hotel Negresco di Nizza, festa nota in quanto non solo a tema diverso ogni anno (gli ultimi son stati Italia, Gipsy e Geisha), ma molto esclusiva per la partecipazione di attori e personaggi dello spettacolo e della moda internazionali, rappresentanze diplomatiche e rappresentanti della politica brasiliana ed estera. Fino allo scorso anno garantiva la sua presenza fissa Karl Lagerfeld, invece continua a presenziare da anni Vincent Cassel che, da pochi anni, è accompagnato dalla giovane moglie e modella Tina Kunakey.

Il Carnevale, lo spettacolo, quello vero, quello che trasmette emozione, passione, energia, musica e voglia di ballare, lo si può vivere però solo partecipando alla sfilata dei carri dentro il Sambodromo. La sfilata avviene storicamente lungo Viale Marquês de Sapucaí, viale abitualmente usato durante l’anno per la circolazione automobilistica, tuttavia la popolarità e la conseguente partecipazione al Carnevale portò alla costruzione di veri e propri spalti in cemento armato lungo il viale per una lunghezza di circa 800 mt..

La nuova struttura, progettata da Oscar Niemeyer, ha preso il nome di “Sambodromo” ed ospita la Parata di Samba dal 1984. Negli anni si è dovuto ricorrere alla costruzione di ulteriori spalti temporanei verso la zona finale del viale, così da poter soddisfare la sempre maggiore presenta di pubblico.

I fine settimana precedenti al Carnevale le scuole di Samba effettuano dentro il Sambodromo le prove a cui si può partecipare gratuitamente, e decidere quale serie o divisione vedere sfilare perchè, molti non lo sanno, ma qua il Carnevale è una cosa serie e le scuole sono suddivise per categoria. Sfilano tutte nelle notti di domenica e lunedi e rispettivamente le serie minori di giorno, invece le scuole che costituiscono la Coppa dei Campioni sfilano approssimativamente tra le dieci e mezza di sera e le sette di mattina. Le scuole che parteciparanno alla serie maggiore dell’edizione 2020 saranno: Mangueira, vincitrice dell’edizione 2019, Salgueiro, Portela, Grande Rio, Beija Flor, Unido da Tijuca, Vila Isabel, São Clemente, Estácio de Sá,Viradouro, P. do Tuiuti, Unida da Ilha, Mocidade.

Ogni scuola di samba decide ogni anno il tema della sfilata ma, soprattutto, ogni anno viene creata una canzone diversa, quello che calcisticamente parlando potrebbe essere definito l’inno della squadra, che tutti imparano e cantano e sulle note di questo ha luogo la sfilata, in cui ogni scuola ha a disposizione 1 ora e 15 minuti da quando il primo carro entra nel Sapucaì a quando l’ultimo passa sotto l’arco illuminato che rappresenta il fotofinish. Sempre più spesso la sfilata di Carnevale rappresenta per le singole scuole un modo per manifestare il dissenso popolare circa le tematiche politiche sociali ed economiche che colpiscono la società, cittadina o brasiliana, o per sottoporre all’attenzione del pubblico problematiche e realtàsociali scomode. Ogni scuola fa sfilare mediamente dagli otto ai dieci carri, e la costruzione di questi può richiedere fino ad un anno, motivo per cui finito il Carnevale si iniziano subito a preparare i carri ed i costumi per quello successivo. Ogni carro poi viene anticipato ognuno da un corpo di ballo che varia tra le trecento e quattrocento persone circa, tutte vestite con costumi che arrivano a pesare fino a 40 kg, a tema con il carro che precedono. Per questo motivo e a causa delle alte temperatura passano in continuazione squadre mediche che offrono da bere agli sfilanti per evitare svenimenti da disidratazione. Tutto questo sfilando in mezzo a due ale di persone che, sommate tra loro, raggiungono un totale di centomila persone, questa è la capienza approssimativa del Sambodromo durante le sfilate.

La spettacolarità dei colori, dell’atmosfera, dell’orgoglio che ogni persona trasmette nell’appartenere alla proprio scuola di samba, dei grandi sorrisi e della gioia che si prova nel momento in cui si sfila lungo l’avenida del Sapucaì, è molto difficile da trasmettere e spiegare, ed ancor più difficile è descrivere l’emozione che si prova ad essere applauditi da oltre centomila persone.

 

Il Sambodromo vi aspetta.

 

 

Emanuele Farina Sansone, dal Brasile

 

Medaglioni di filetto di maiale con verdure

in LYFESTYLE

Il filetto di maiale e’ un taglio pregiato dal sapore delicato e dalla consistenza morbida. Questo che vi propongo e’ un ottimo secondo leggero e saporito, piacevolmente aromatico e di sicuro effetto.

***

Ingredienti

1 filetto di maiale

2 patate

8 pomodorini

1 fetta di zucca

1 cipollotto

Olive, capperi q.b.

Prezzemolo, rosmarino q.b.

Olio, sale, pepe

***

Lavare bene le patate e cuocerle a vapore con la buccia e la fetta di zucca tagliata a spicchi. In un tegame rosolare in poco olio il cipollotto, aggiungere il filetto di maiale tagliato a medaglioni di circa 2cm di spessore, cuocere a fuoco vivace per non piu’ di cinque minuti per parte, salare e pepare. A cottura ultimata, mettere da parte la carne e saltare le verdure a vapore con le erbe aromatiche, le olive, i capperi e i pomodorini tagliati a meta’, aggiustare di sale, unire i medaglioni e servire in tavola.

Paperita Patty

Un pilota torinese di Alitalia accompagna Papa Francesco in Mozambico

in LYFESTYLE

Papa Francesco è partito questa mattina alle ore 8.00, per Maputo con il volo Alitalia AZ 4000 per il Viaggio Apostolico che lo porterà anche in Madagascar e a Mauritius. L’atterraggio all’aeroporto della capitale del Mozambico è previsto alle ore 18.30. Il volo è effettuato con Airbus A330 “Giovanni Battista Tiepolo”.

Ad accompagnare Papa Francesco, un equipaggio composto da quattro piloti e nove assistenti di volo. Il supervisore delle attività di bordo sarà il comandante Alberto Colautti, 15.000 ore di volo, capo dei piloti Airbus, 57 anni, friulano, ex elicotterista della Marina Militare, esperto in resilienza e processi cognitivi. Insieme a lui il comandante Paolo Manzoni – 16.000 ore di volo, 62 anni, triestino, sposato due figli, laureato in scienze aeronautiche, appassionato di karate (cintura marrone) che pratica insieme ai figli (cinture nere) – e i primi ufficiali Paolo Marrocco – 15.000 ore di volo, 56 anni, romano, sposato, due figli, laureato in scienze aeronautiche e in scienze religiose – e Luca Garofoli, 12.000 ore di volo, 38 anni, torinese, sposato, una figlia, nel tempo libero pratica a livello agonistico crossfit.

Con Papa Francesco, oltre alla delegazione pontificia, viaggeranno i rappresentanti della stampa italiana e internazionale. Presente a bordo anche il team Alitalia dedicato ai voli speciali.

Dal 1964, in occasione del viaggio in Terra Santa di Paolo VI, Alitalia è la compagnia di riferimento della Santa Sede per i Viaggi Apostolici all’estero.

Le crociere più pazze e originali del mondo

in LYFESTYLE
Sono molti i torinesi che amano trascorrere le vacanze in crociera. Secondo Crocierissime.it un crocierista su tre è alla ricerca di un’esperienza a tema. Una panoramica delle idee più strane a bordo di una nave

 

Le crociere sono più di moda che mai in quasi tutti i paesi, Italia compresa. Ma, oltre alle cose più comuni che si possono trovare su una grande nave, dalla variegata offerta gastronomica all’intrattenimento, dalle escursioni alle attività sportive, sempre più persone sono alla ricerca di un’esperienza diversa. Il primo sito italiano interamente dedicato al mondo delle crociere, www.crocierissime.it , ha dimostrato in un recente sondaggio tra i suoi utenti che il 35% dei crocieristi vorrebbe avere ancora più opportunità tra cui scegliere durante la navigazione: attività speciali, vere e proprie “esperienze”, come poter cucinare con uno chef stellato, partecipare a un corso stravagante seguendo i propri hobby, o vivere un’avventura esclusiva durante un’escursione a terra al di fuori dei soliti itinerari previsti, come immergersi nella cultura dei luoghi visitati o dedicarsi a trekking e proposte ricche di adrenalina per i più audaci. Insomma, prevale il desiderio di trasformare la crociera in qualcosa di molto simile a un viaggio studiato nei minimi dettagli, ma con la comodità di trovarsi su una nave piena di comfort e di non dover pensare a nulla da organizzare.

 

Il mercato propone molte alternative, ma poiché l’offerta è molto ampia, vale la pena lasciarsi guidare da Crocierissime.it che ha selezionato il meglio. Ce ne è davvero per tutti i gusti: ecco alcune delle offerte più originali e stravaganti a bordo.

 

Sulla nave con Beethoven o Jon Bon Jovi
La compagnia di navigazione di lusso Ponant propone una grande crociera musicale per il 2019 in cui, anche gli itinerari sono tematici e permettono di approfondire le varie mete da un punto di vista musicale. Una volta in navigazione, inoltre, gli artisti si esibiscono e partecipano a diversi momenti di vita sulla nave, insieme agli altri passeggeri, prendono parte alle escursioni, firmano autografi e persino condividono pasti e conversazioni informali con il resto degli ospiti. Intitolata “Odissea musicale nel Mediterraneo” , la crociera è di sette notti a bordo della nave Le Bougainville : un viaggio tra Atene e Roma dal 20 al 27 settembre, che unisce i luoghi più attraenti di Grecia e Italia con una serie di recital privati di musica classica in un programma ideato e supervisionato da Michael Parloff , ex solista principale della Metropolitan Opera Orchestra dal 1977 fino al suo ritiro nel 2008. E già per il 2020 è stata annunciata l’ “Odissea musicale nel Nord Europa” , tra Stoccolma e la città francese di Honfleur che celebrerà il 250esimo anniversario della nascita di Ludwig Van Beethoven. Un qualcosa di molto diverso è quello proposto da “Runaway to Paradise” , l’ultima esperienza turistica della Norwegian Cruise Line sulla Nowegian Pearl , dal 26 al 30 agosto 2019, da Barcellona a Palma di Maiorca, dove si può assistere a un concerto di Jon Bon Jovi sulla stessa nave e nel porto di Palma. Oppure, la già famosa “Rock Legends Cruise” sulla Independence of the Seas di Royal Caribbean . Più di 60 concerti rock, incontri con artisti, conferenze tematiche e molto altro, naturalmente a tema “rock”. La prossima partenza è fissata per il 27 febbraio 2020.

 

Alta cucina a bordo e ristoranti con stelle Michelin a terra
La compagnia francese di crociere fluviali CroisiEurope , famosa per la buona gastronomia e la formula con bevande illimitate e gratuite in tutte le sue navi, ha in programma diverse crociere tematiche con protagonista cibo. Una breve vacanza di quattro giorni con partenza e ritorno a Strasburgo, con pranzi e cene esclusive che spaziano tra diversi tipi di cucina: ungherese, messicana, araba, italiana e spagnola. La partenza è l’11 novembre. P&O Cruises presenta invece la crociera “Food Heroes”, che consiste in diversi viaggi da sette a 14 notti nei fiordi norvegesi, sulla costa mediterranea, in Scandinavia e in Russia, accompagnati da tre celebrità gastronomiche: Marco Pierre White , grande chef stellato Michelin, Olly Smith , esperto di vini ed Eric Lanlard , maestro pasticciere. La compagnia di crociere di lusso Silversea Cruises offre invece ai suoi clienti la “Wine Series” , con undici crociere pensate per gli amanti del vino che vogliono godersi un buon bicchiere in un ambiente piacevole e visitare alcune delle regioni vinicole più famose del mondo, con visite guidate facoltative. Alcune crociere gastronomiche combinano la buona cucina di bordo con visite a terra in ristoranti stellati Michelin.

 

Il “Trono di Spade” si segue anche in mare
Le location in cui sono stati girati diversi episodi della popolare serie tv sono sparse in tutta Europa e sono diventate molto popolari. Una menzione speciale va fatta per le riprese in Irlanda del Nord, dove c’è anche un percorso per rivivere le ambientazioni. La crociera tematica di GOT dedica una delle sue soste per visitare proprio questi luoghi nell’ambito di un tour delle isole britanniche. Durante quella giornata si potranno scoprire molte delle località in cui sono state girate diverse puntate e sentirsi come all’interno della serie. E’ sorprendente scoprire quanti paesaggi medievali e fantastici possono essere esplorati grazie a questo tour a bordo della nave Crystal Serenity della compagnia Crystal Cruises .

 

Un parco acquatico a bordo di una nave
Molte delle grandi navi offrono divertimenti acquatici che spaziano dagli scivoli, alle piscine, dai getti d’acqua ad altri giochi per intrattenere i più piccoli, ma la compagnia Carnival Cruise Lines nella sua nave completamente rinnovata, la Carnival Sunshine , è andata oltre e si propone di far vivere una vera e propria avventura adrenalinica nel suo parco acquatico. Nel WaterWorks , grande e tutto nuovo, i croceristi possono lanciarsi sugli incredibili scivoli della Splash Zone, con l’area bambini dotata di un cucchiaio gigante di oltre 1.000 litri d’acqua o lo scivolo Twister che include sezioni trasparenti che sporgono dalla nave. C’è anche uno spazio riservato solo agli adulti sui ponti superiori con piscina, jacuzzi, cascata, bar e naturalmente una zona relax con magnifica vista mare.

 

Con gli eroi e i cattivi di Star Trek
I seguaci della popolare saga fantascientifica sono fortunati. E’ già alla sua quarta edizione “Star Trek: The Cruise” , la migliore esperienza condivisa insieme ad alcuni protagonisti leggendari (William Shatner, Robert Picard, Jonathan Frakes, tra gli altri) e ai fan più appassionati di Star Trek in tutto il mondo. Questo viaggio di 7 giorni sulla spettacolare Explorer of The Seas di Royal Caribbean , che si svolgerà dal 1 all’8 marzo 2020 nei Caraibi, offre un appuntamento senza precedenti con molte star del cast che si esibiscono in speciali spettacoli, eventi, attività e feste a tema Star Trek. Quasi ogni evento include una parte interattiva, rendendo questa crociera un’esperienza unica e personale sull’Universo Star Trek. Tra i vari intrattenimenti ci sono serate a tema, giochi di società, proiezioni sotto le stelle e sessioni di domande e risposte con i protagonisti.

 

Niente costume da bagno… o qualsiasi altro indumento
Sono passati più di trent’anni da quando sono state proposte le prime crociere nudiste e l’idea sembra aver preso piede. Si sono appena aperte le prenotazioni per partecipare alla 31esima edizione della più grande crociera nudista al mondo a bordo della Carnival Legend , e si prevede già che vi parteciperanno più di 3.000 persone. Partirà il 14 febbraio 2021 dal porto di Tampa (Florida, Usa), avrà una durata di 15 giorni e toccherà 8 destinazioni nei Caraibi. Chi non vuole aspettare così a lungo ha un’altra opportunità dal 23 febbraio al primo marzo 2020. E ci sono molte altre opzioni. Una di queste è la Big Nude Boat, appositamente progettata per creare un’atmosfera erotica, ad esempio con cabine “sensuali” e, tra le attività, laboratori di sesso, serate a tema, ogni tipo di intrattenimento “piccante” e una grande varietà di giochi provocatori. Nudi, o “quasi”, ci sono altre crociere tematiche di crescente successo con diverse modalità e temi, rivolte a gay, lesbiche, ecc.

 

Con Darth Vader, Chewbecca e tutti gli altri
Secondo Crocierissime.it l’età dei croceristi diminuisce ogni anno e sono sempre più numerosi i bambini che viaggiano sulle navi da crociera. Tutte le compagnie hanno programmi speciali per i più piccoli e un equipaggio specializzato per farli divertire, specialista in questo settore è la Disney e una delle crociere di maggior successo è la Star Wars Disney Cruise Line . I fan della famosa saga possono visitare destinazioni paradisiache, come le Isole Cayman o la Giamaica, accompagnati da personaggi come Darth Vader o gli Stormtroopers. A bordo di questa crociera, tutto richiama Star Wars: un Jedi insegna ai passeggeri a usare la spada laser, ci sono proiezioni di film, spettacoli e campioni di vari oggetti da collezione. Anche se la maggior parte delle crociere si svolgono nei Caraibi, ci sono anche numerose opzioni nelle acque europee, come la cosiddetta Maestà del Mediterraneo o Esplorazioni nel Nord Europa.

 

E molto altro…
Le possibilità delle crociere tematiche sono quasi infinite. Ci sono proposte per gli appassionati di golf con soste su alcuni dei migliori campi del mondo; vacanze pensate per gli appassionati di quasi tutti gli sport; per chi deve essere sempre alla moda, con esclusivi pass per modelle e conferenze di stilisti ed esperti del settore; per gli appassionati di heavy metal e dei Kiss, con il gruppo a bordo; per chi è interessato all’astronomia o all’artigianato; per chi ama la poesia o la meditazione; per i fanatici della Formula 1 o della caccia. E non mancano le proposte curiose: come la Meow Meow Cruise, una crociera speciale per gli amanti dei gatti, anche se stranamente i gatti non sono ammessi a bordo.
Da qui si Torna su