Category archive

LIFESTYLE - page 276

Al Sestriere sulle orme della storia partigiana

in LIFESTYLE

partigiaCome affermò Pietro Calamandrei, “è un testamento di centomila morti che racchiudono tutta la nostra storia, tutto il nostro passato, tutti i nostri dolori, le nostre sciagure, le nostre glorie”

 

Il vicepresidente del Consiglio regionale Nino Boeti, delegato al Comitato Resistenza e Costituzione, interviene sabato 30 agosto al Colle del Sestriere (To) per le celebrazioni in memoria dei 210 caduti della Divisione alpina Val Chisone “Adolfo Serafino” e dei caduti delle Brigate partigiane “Garibaldi” e “Giustizia e libertà” che operarono nelle Valli Chisone e Germanasca e in alta Valle di Susa nel corso della guerra di Liberazione.

 

“A nome del Comitato Resistenza e Costituzione desidero ricordare, accanto ai tanti combattenti per la libertà, l’apporto decisivo dato alla Resistenza dalle popolazioni montane, dalle donne e dagli uomini di queste valli che furono teatro della lotta partigiana e che aiutarono i combattenti a resistere, a nascondersi e a procurarsi cibo.

 

Grazie anche al loro sacrificio nacque la nostra Costituzione che, come affermò Pietro Calamandrei, ‘è un testamento di centomila morti che racchiudono tutta la nostra storia, tutto il nostro passato, tutti i nostri dolori, le nostre sciagure, le nostre glorie”, dichiara il vicepresidene del Consiglio regionale  Boeti.

Golf, lo show delle stelle

in LIFESTYLE

Un lungo week-end di grande spettacolo per gli amanti del Golf a Torino

 

GOLF ITALIA

Per il secondo anno consecutivo  il “Circolo Golf Torino” , sotto la presidenza di Lorenzo Silva, ha l’onore di invitare in quattro giornate, che si concluderanno domenica 31 agosto, il 71* Open D’Italia, lo show delle stelle del Golf.

 

E il Circolo Golf Torino, non può che festeggiare al meglio il suo 90* compleanno, alla presenza dei più importanti campioni del green , che con l’Open si giocano il titolo e un posto nella Ryder Cup, la storica competizione che vedrà la sfida tra Europa e Stati Uniti ( quest’anno senza Tiger Woods ) sul campo di Gleneagles, in Scozia, dal 26 al 28 settembre. 

 

Le sacche e i ferri che si alterneranno sul “Torino” sono tra le altre internazionali, quelle di casa nostra , dei fratelli Francesco ed Edoardo Molinari, del connazionale Matteo Manassero, e degli altri italiani in gara. Il torneo e’ trasmesso su Sky Sport 2 e l’ingresso al pubblico e’ gratuito.

 

Clelia Ventimiglia

Caro Matteo, se non ci sblocchi il Metrò almeno prestaci la Venere

in LIFESTYLE

chiampa renziLa visita del premier sarà  l’occasione per riparlare delle opere come la metropolitana, che non sono state inserite nel decreto Sblocca Italia? O magari per chiedere al fiorentino Renzi di intervenire per concedere il “prestito” della Venere del Botticelli alla Reggia di Venaria, dopo il diniego del direttore degli Uffizi?

 

Un comunicato essenziale,  senza fronzoli, all’insegna del tradizionale “esageruma nen” che contraddistingue anche la comunicazione di Sergio Chiamparino. Il succo è che il governatore dei governatori  ha incontrato a Roma il Presidente del Consiglio Matteo Renzi, con cui ha pranzato,  “per uno scambio di idee sulla ripresa autunnale”.  Estrema sintesi della portavoce del presidente piemontese, Alessandra Perera, in cui, però, è detto tutto: ripresa autunnale molto calda, cassa integrazione senza più risorse, grandi opere al palo, conti della sanità che destano preoccupazioni.

 

Con l’incontro odierno – spiega il comunicato di piazza Castello – comincia un periodo di lavoro in funzione della riforma del Titolo V che mi porterà a incontrare nelle prossime settimane diversi esponenti del Governo, a cominciare dal Ministro Boschi”. Bene, ci auguriamo tutti che gli incontri siano proficui anche per Torino e il Piemonte.

 

A Renzi, Chiamparino ha rinnovato l’invito per una visita in Piemonte, visita che il premier ha assicurato di voler programmare in tempi brevi. Sarà questa l’occasione per riparlare delle opere come la metropolitana, che non sono state inserite nel decreto Sblocca Italia? O magari per chiedere al fiorentino Matteo di intervenire su altre opere (d’arte), per concedere il “prestito” della Venere del Botticelli alla Reggia di Venaria, dopo il diniego del direttore degli Uffizi?

 

(Foto: il Torinese)

Chiamparino: “Eterologa, evitiamo il Far West”

in LIFESTYLE

chiampa gofaloneDurante la riunione della Giunta Regionale è stato affrontato il tema della fecondazione eterologa. Il Presidente  ha ribadito la volontà di garantire la piena attuazione della legge, stabilendo velocemente linee guida condivise con il Governo

 

Garantiremo il diritto alla fecondazione eterologa, – ha dichiarato Sergio Chiamparino – così come deciso dalla Consulta. Dopodiché ci sono decisioni da prendere che non sono di poco conto, perché dobbiamo evitare che questo ambito così delicato si trasformi in una giungla normativa con forti differenze da regione a regione, grazie alle quali si possa scatenare una sorta di mercato parallelo. Stiamo lavorando per definire le linee guida da condividere fra tutte le Regioni e sulle quali trovare velocemente un accordo con il Governo. Riteniamo indispensabile inoltre che l’accesso a questa procedura venga inserito nei Lea (Livelli essenziali di assistenza), in modo che quello alla fecondazione eterologa sia un diritto esigibile da parte di tutti e non solo da parte di chi già ora ne può usufruire.”

 

Sul tema è intervenuto anche l’Assessore alla Sanità Antonio Saitta

 

“Premesso che non vi è nessuna volontà di contrastare l’applicazione della sentenza della Corte Costituzionale sulla fecondazione eterologa, riteniamo indispensabile definire quanto prima linee guida comuni per evitare il Far West. Siamo in presenza si questioni non banali, con un rilievo anche sotto il profilo etico, per cui una omogeneità di comportamenti è questione di puro buon senso.

 

Nell’ambito della Conferenza Stato-Regioni verrà svolto un lavoro tecnico al fine di definire criteri comuni sui principali aspetti della materia: selezione del donatore (età minima e massima); istituzione di un registro dei donatori (anche al fine di fissare un numero massimo di donazioni); garantire la tracciabilità del percorso dal donatore al ricevente e viceversa; gratuità della donazione; anonimato e consenso informato; esami genetici e infettivi per i donatori; gratuità della prestazione, (ovvero se debba essere a carico a del SSR o no). L’obiettivo è quello di arrivare a un’intesa di tutte le Regioni su una bozza tecnica di linee guida da sottoporre al ministro Lorenzin, e successivamente adottare come frutto dell’impegno comune tra il Ministero e le Regioni.”

 

In Piemonte sono operativi 12 Centri pubblici (9 di 1° livello, 1 di 2° livello e 2 di 3° livello) e 15 Centri privati (8 di 1° livello, 4 di 2° livello e 3 di 3° livello. Solo un centro privato di 3° livello è accreditato con il SSR)

Exilles in festa fino a domenica

in LIFESTYLE

Il Festival, organizzato dalla Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura in collaborazione con la Regione Piemonte ed il Comune di Exilles, ospiterà reading, rappresentazioni teatrali, concerti, workshop , mostre

 

EXILLES LOC

Un vasto calendario di eventi di vario genere tutti gratuiti, legati da un comune denominatore: il binomio fra montagna e cultura. Questa è la prima edizione dell’ “Exilles Fest 2014”, che ha inizio il 26 agosto e durerà fino a domenica 31, nella cornice incantata del borgo che ospita uno dei  più noti sistemi difensivi  del Piemonte intero; il Forte di Exilles, i cui primi cenni storici risalgono al XIV secolo, fu a lungo conteso dai Savoia e dai re di Francia, ed è famoso per aver ospitato  l’uomo conosciuto come Maschera di Ferro, che fu rinchiuso nella fortezza allora adibita a prigione dal 1681 al 1687.

 

Il Festival, organizzato dalla Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura in collaborazione con la Regione Piemonte ed il Comune di Exilles, ospiterà reading, rappresentazioni teatrali, concerti, workshop , mostre, tutto all’insegna della sostenibilità ambientale e della promozione del territorio della Valle di Susa,  a livello sia naturalistico che storico.

 

Uno sguardo ad alcuni eventi: martedì 26 sera inaugurazione con concerto dal vivo della Banda Kadabra  in piazza Vittorio Emanuele, mercoledì 27 sempre in piazza Vittorio si terrà la presentazione del libro di Alessandra Comazzi “La TV che mi piace”, seguita da un aperitivo musicale in piazza Cavour. Giovedì 28 la serata sarà dedicata  al ballo, con “Tango sotto le stelle di Exilles”.

 

I tre giorni del week end saranno intitolati ad altrettante tematiche: si inizia venerdì 29 con “Exilles Circus”, con spettacoli e laboratori rivolti soprattutto ai bambini,  segue poi il sabato all’insegna del mistero con “Exilles Noir”, per finire con la celebrazione a tutto tondo della cultura del territorio domenica 31, dedicata ad “Exilles Occitania”.

 

Per maggiori informazioni sulla manifestazione : 0122 58 301 ,

www.salonelibro.it, www.comune.exilles.to.it

 

Federica De Benedictis

 

“La Bella e la Voce”, un trionfo a Saint Vincent

in LIFESTYLE

bellaPUDDUcamillaL’evento che per primo in Italia ha unito un concorso di bellezza ad un concorso canoro (formula oggi copiata da molti)

 

Dopo 3 giorni di intensi lavori, stage, ascolti, incontri con discografici, casting, prove corografiche e shooting fotografici, sabato 23 agosto nell’elegante piazza Cavalieri di Vittorio Veneto di Saint-Vincent, si è realizzata la Finale Nazionale della manifestazione Nazionale “La Bella e la Voce 2014”, evento che per primo in Italia ha unito un concorso di bellezza ad un concorso canoro (formula oggi copiata da molti).

 

L’evento, giunto alla sua ventesima edizione, negli ultimi 8 anni con la fattiva collaborazione dell’Associazione InSaintVincent svolge le sue finali nazionali nella cittadina valdostana. Questa sinergia ha contribuito alla crescita della rassegna, che oggi si pone ai vertici tra le manifestazioni del settore.

 

E’ doveroso sottolineare che nei Festival di Sanremo 2011, 2012 e 2013 giovani interpreti legati per un verso o per un altro a “La Bella e la Voce” hanno calcato le scene del Teatro Ariston. Nell’edizione 2013 Antonio Maggio, prodotto dai nostri Direttori Artistici ha trionfato con “Mi servirebbe sapere”.

 

Interagiscono con “La Bella e la Voce” personaggi come Cesare Lanza, giornalista, autore televisivo e regista cinematografico; Tony Eustor, consulente dei programmi Rai e Mediaset; Giorgio Chessari, ex Direttore di Produzione dei programmi Mediaset e attualmente produttore di fiction e musical a Cinecittà; Loretta Martinez, titolare di accademie per la voce in Roma e Milano, docente in corsi post laurea in varie università italiane, titolare della cattedra Arte e Spettacolo all’Università Santa Rita di Firenze e già insegnante nel programma “Amici di Maria De Filippi”; Rusty Rugginenti, titolare della casa editrice musicale “Rugginenti Editore Milano” e dell’etichetta discografica “Rusty Records”; Davide Maggioni, musicista, arrangiatore e produttore discografico e infine Andrea Leprotti, consulente musicale dei programmi X Factor, Zelig, Amici di Maria De Filippi.

 

La Finale 2014 è stata tra le migliori. La qualità espressa dai nostri finalisti era indiscutibilmente notevole. Il pubblico ha riempito la piazza e i continui applausi confermavano l’apprezzamento suscitato.

 

Belle le coreografie di Valeria Bor, impreziosite ancor più dalla sfilata delle creazioni dello stilista valdostano Fabio Porliod e dagli abiti da sposa di Michela Spose di Ivrea. I bei volti delle ragazze risaltavano grazie al trucco di Vittoria Corona e al parrucco di Michele Lacarbonara, mentre gli interventi delle giornalista Barbara Castellani e del giornalista Rai Amedeo Goria erano sempre attenti e misurati. Coordinatrice della 3 giorni di finale, Raffaella De Cio.

 

La Giuria de “La Bella” era formata dall’autrice e presentatrice della struttura Rai Valle d’Aosta Katia Berruquier, dalla giornalista Ivana Cretier, dall’assessore Maurizio Castiglioni e dall’assessore Enzo Trecate. La Giuria de “La Voce” vedeva Loretta Martinez, Andrea Leprotti, Rusty Rugginenti e Davide Maggioni. La vittoria finale è andata a ASIA UNIA di Genova (La Bella 2014) e a Daniele Puddu di Cagliari (La Voce 2014).

 

Franco Ganci

 

Grandi opere e ruolo di Caselle, Torino fanalino di coda

in LIFESTYLE

caselleCerto è che lo scalo – tranne qualche nuovo volo low cost che si è aggiudicato negli ultimi mesi – ormai sembra proprio tagliato fuori dalle grandi opportunità

 

La critica al governo arriva da Forza Italia: il coordinatore regionale azzurro, Gilberto Pichetto rimpiange i “bei tempi” dell’esecutivo di Silvio Berlusconi, nel 2001, quando la legge Obbiettivo destinava significative risorse per la realizzazione di grandi opere strategiche per il futuro del Paese. Ora, invece, – dice il leader forzista piemontese, ci sono fondi striminziti e opere ferme al palo.

 

In effetti il decreto Sblocca- Italia che dovrebbe andare in porto venerdì prevede poco o nulla per il Piemonte, oltre allo scontato si alla prosecuzione della Tav e ai fondi per la copertura del passante ferroviario non c’è traccia di altri lavori importanti in ambito regionale. Nulla da fare, in particolare, per la prosecuzione fino a Rivoli della Linea 1 della metropolitana e neanche a parlarne per la realizzazione della Linea 2.

 

Ma i nodi al pettine di Forza Italia non finiscono qui. E’ polemica anche per quanto riguarda la notizia che Palazzo Chigi e ferrovie hanno raggiunto l’accordo per collegare all’alta velocità lo scalo meneghino di Malpensa. La domanda sorge spontanea: e Caselle? Il governatore Sergio Chiamparino e il sindaco Piero Fassino, per supportare l’operato governativo di Matteo Renzi glissano e sostengono che non si può pensare di valorizzare un aeroporto (il nostro) sperando di depotenziarne un altro (Malpensa). Mah.

 

Certo è che Caselle – tranne qualche nuovo volo low cost che si è aggiudicato negli ultimi mesi – ormai sembra proprio tagliato fuori dalle grandi opportunità.

Sla, dalle Molinette lo studio sulla diagnosi precoce

in LIFESTYLE/prima pagina

La tecnica consente di raggiungere un’accuratezza diagnostica pari al  95%. E’ davvero un passo decisivo per lo sviluppo nella diagnosi precoce della malattia

 

molinette2

Sta impazzando sul web la polemica su Luciana Littizzetto che avrebbe donato, dall’alto dei suoi ricchi emolumenti Rai, solo 100 euro per la ricerca sulla Sla, dopo avere aderito alla campagna di Icebucketchallenge. Ma, fortunatamente, oltre alle docce gelate che imperversano in tutto il mondo, a sostegno della lotta alla malattia ci sono fatti concreti. E una scoperta medica straordinaria. Per la prima volta in assoluto è stata dimostrata la possibilità di diagnosi precoce della Sla,  attraverso un esame di tomografia Pet. 

 

La prestigiosa rivista ‘Neurology’ ha pubblicato la notizia. Il risultato è frutto della collaborazione  intrapresa tra Marco Pagani, ricercatore del Cnr,  Adriano Chiò direttore Centro SLA delle Molinette e Angelina Cisaro  del PeT Irmet  di Torino. La tecnica consente di raggiungere un’accuratezza diagnostica pari al  95%. E’ davvero un passo decisivo per lo sviluppo nella diagnosi precoce della malattia.

 

 L’assessore alla Sanità del Piemonte, Antonio Saitta, ha espresso la propria soddisfazione per lo  studio italiano: “conferma la qualità della ricerca scientifica italiana e sono orgoglioso che Torino e l’ospedale Molinette siano stati protagonisti nella realizzazione di questo risultato, anche se sicuramente riscuoterà minore attenzione mediatica di quanto non faccia una secchiata d’acqua ghiacciata”, ha commentato. 

 

  “Senza nulla togliere a tutto ciò che può contribuire a sensibilizzare l’opinione pubblica intorno ad una grave malattia come la sla – ha aggiunto Saitta – mi pare doveroso richiamare l’attenzione sulla necessità di finanziare la ricerca e di mettere in campo aiuti concreti alle famiglie che assistono i malati. Perché sono proprio i malati, i familiari e i ricercatori a sperimentare sulla propria pelle le ‘docce fredde’ dei tagli ai finanziamenti”.

 

Secondo Saitta, “le campagne ‘virali’ durano meno del quarto d’ora di celebrità di Andy Warhol. Ben vengano le secchiate d’acqua (se accompagnate da generosi bonifici a favore della ricerca), ma ben vengano soprattutto risultati concreti come quello dello studio delle Molinette”.

 

(Foto: il Torinese)

Al Bioparco un viaggio alla scoperta di nebulose e costellazioni

in LIFESTYLE

 Zoom di Cumiana: musica intercontinentale con suggestioni retrò e classiche

 

zoom

Il bioparco ZOOM Torino concluderà la programmazione estiva del Night Safari con quattro serate dedicate ai safari notturni e a bagni serali a Bolder Beach, ma anche all’osservazione delle stelle e alla musica intercontinentale.   Venerdì 29 agosto va in scena “Sotto le stelle di Zoom” un evento organizzato in collaborazione con il Infini.to – Planetario di Torino, Museo dell’Astronomia e dello Spazio alla scoperta delle principali stelle visibili a occhio nudo e dei pianeti Luna, Marte e Saturno che tramontano due ore dopo il Sole.    

 

Dalle ore 21.00 alle ore 23. 00 gli ospiti del Night Safari potranno identificare, insieme agli esperti del Planetario, l’Orsa Maggiore e Minore, le costellazioni della giraffa, del cigno, dell’aquila e del dragone, andare alla ricerca della stella polare, punto di riferimento in cielo per tutte le popolazioni che abitano nel nostro emisfero e guardare oggetti del cielo profondo (ovvero nebulose e ammassi di stelle) dal momento che il centro della galassia in questo periodo sarà proprio davanti a noi, in direzione della costellazione del Sagittario. Un viaggio affascinante al quale potranno partecipare adulti e bambini, per perdersi nel magico scintillio del cielo stellato d’agosto.  In caso di maltempo l’osservazione delle stelle verrà posticipata a sabato 30 agosto.

 

L’osservazione è inclusa nel biglietto serale del parco. Posti limitati, prenotazione consigliata scrivendo a eventi@zoomtorino.it Domenica 31 agosto il bioparco ospiterà il concerto di “Espresso Atlantico”, un’orchestra formata da quattro artisti che vantano un repertorio musicale intercontinentale alla scoperta delle espressioni più inconsuete dei territori asiatici e africani: dai ritmi caraibici ai suoni gitani, dalla musica latina alle melodie classiche, a bordo di un virtuale transatlantico.   I protagonisti di Espresso Atlantico, il pianista, compositore e cantante Andrea Gattico, la violinista Mayumi Suzuki, il percussionista Vito Miccolis e il contrabbassista Marco Piccirillo, racconteranno l’esperienza di crowdfunding che ha permesso loro di raccogliere fondi per realizzare il loro album “Un uomo in mare” e festeggeranno al bioparco ZOOM Torino il loro traguardo con la loro melodia espressiva e coinvolgente, insieme a tutti i sostenitori.   La sperimentazione degli Espresso Atlantico compie il giro del mondo e conduce attraverso effetti acustici poco conosciuti che ricordano anche le culture e gli habitat rappresentati a Zoom Torino. Il concerto è incluso nel biglietto serale del parco.  

 

Per tutta l’estate il parco ha organizzato concerti e performance (Trentemoller, Zoom in Wonderland, Bombino e Irene Grandi) ed eventi (safari notturni, bagni a Bolder Beach al chiaro di luna, aperitivi sulla spiaggia, cene etniche), dedicati a progetti di salvaguardia del rinoceronte bianco in collaborazione con l’organizzazione internazionale Save the Rhino bianco sostenendo con parte dei proventi del Festival (grazie alla vendita di biglietti SUPPORTER, a una raccolta fondi e alla vendita di gadget realizzati ad hoc) la riserva africana di Mabula e la formazione di rangers e progetti per sostenere AIEA (Associazione italiana esperti d’Africa, con sede a Torino, che opera direttamente in natura e che vede l’adesione di importanti personalità).   ZOOM NIGHT SAFARI, UNA NOTTE D’AGOSTO A ZOOM:  dal giovedì alla domenica, dal 1 al 31 agosto, dalle 19.00 alle 23.00   Biglietto d’ingresso: ·       serale: 12,00€ (abbonati e possessori biglietto diurno: gratuito) ·       aperitivo con buffet: 12,00€ (in aggiunta al biglietto serale) ·       Mr Jiang: prezzi a partire da 6,00€ (in aggiunta al biglietto serale)

La più bella del Piemonte sogna il titolo di Miss Italia

in LIFESTYLE

miss sauzemiss italiaLa ragazza novarese di 18 anni  si è conquistata la fascia a Sauze d’Oulx, lo scorso 10 agosto

 

Nel precedente articolo abbiamo parlato delle miss torinesi, tre splendide ragazze che parteciperanno alle semifinali di Miss Italia, in programma lunedì a Jesolo.

 

Si tratta di  Micaela Avataneo (miss Cinema Piemonte e Valle d’Aosta), classe 91, di Vigone; Valentina Paganotto, di origine venezuelana ma residente a Leinì; Marilina Succo, (miss Wella ), di Castellamonte, delle quali potete vedere le foto nell’archivio della nostra rubrica Qui donna.

 

Ma ora spendiamo qualche parola  in più per la titolare della fascia di Miss Piemonte.

 

Si chiama Laura Bonetti e rappresenterà la nostra regione al celebre concorso. E’ di Novara la Miss Piemonte dell’ edizione 2014 della manifestazione fondata da Mirigliani  75 anni fa.

 

La serata finale verrà trasmessa  il 14 settembre in  diretta tv in prima serata su La7, condotta da Simona Ventura. La ragazza di 18 anni  si è conquistata la fascia a Sauze d’Oulx, lo scorso 10 agosto.

 

Miss Piemonte ha lunghi capelli castani e occhi verdi, è alta 1,73 e studia al liceo scientifico. Il sogno, naturalmente, è quello di avere successo nel mondo della moda e dello spettacolo.

 

Gioca a pallavolo e suona il flauto traverso e il sax. In passato ha praticato danza e ginnastica ritmica. In bocca al lupo per la fascia più ambita della più bella d’Italia!

 

Da qui si Torna su