Category archive

Dall Italia e dal Mondo

Ubroker, digitalizzazione costante per crescere bene insieme

in Dall Italia e dal Mondo

Cristiano Bilucaglia: “Covid opportunità importante per preparare aziende e risorse umane al nuovo mondo”.

Il mondo cambia, e le imprese vincenti con lui. Il 2020 è stato un anno di consolidamento per ‘uBroker’, la multiutilities company italiana che ha rivoluzionato l’approccio ai consumi di energia azzerando per prima al mondo le bollette di luce e gas, Canone Rai e accise incluse.

E il nuovo anno si fa terreno fertile per raccogliere quanto di buono seminato in un contesto di tale, complessa contingenza. “La crisi da Covid-19 ha imposto nell’immediato nuovi scenari con cui ridefinire il proprio perimetro d’azione. Guardando oltre, problematizzando l’ovvio, abbiamo trasformato l’assenza di contatto fisico in una nuova opportunità concreta di crescita e sviluppo, mediante un approccio inedito ai new media. Ai social che si sono di fatto sostituiti a mani che s’incontrano, sguardi scambievoli in presenza, abbracci, meeting, tavole rotonde, incontri professionali e quant’altro”, spiega Cristiano Bilucaglia, ingegnere e imprenditore piemontese Chairman e Ceo di ‘uBroker’.
“Le utilities sono un mercato appetibile ma complesso, acuitosi per via del praticamente totale azzeramento degli spostamenti durante il primo lockdown, e delle aperture brevi e intermittenti di un Paese alle prese con continue limitazioni di libertà”, prosegue l’industriale.
“Fondiamo il nostro business sulla fiducia. Che, in tempo di pandemia, continuiamo a distribuire e a ricevere grazie alle tecnologie on line. A un moderno e immediato sistema di piattaforme e app, frutto di un consolidato know-how di nostra proprietà, che ci consente di dialogare con il resto del mondo in maniera più veloce e produttiva, guardando in modo solido e funzionale ai nuovi scenari economici già in atto”, aggiunge.
Per poi riprendere: “Abbiamo così spacchettato eventi formativi, presupposto fondamentale della nostra filosofia imprenditoriale, che normalmente si svolgevano in tre giorni, in una media di 15 sessioni singole mensili puntando su un modello di contatto digitale forte e incisivo, con una frequenza media di almeno due appuntamenti a settimana, massimizzando l’offerta dei contenuti formativi e la resa dei soggetti che vi partecipano. Questo perché, per noi, far parte di un’azienda in movimento significa presupporre aggiornamenti costanti per poter stare al passo con i tempi, e dotare continuamente tutti i nostri professionisti dei corretti strumenti per far fronte a un mercato in continua evoluzione che richiede sempre maggior competenza e trasparenza per poter fidelizzare il cliente”, approfondisce Cristiano Bilucaglia.

Luce e gas: Ubroker cresce creando valore e occupazione

in Dall Italia e dal Mondo

L’azienda che azzera le bollette, reduce da un ottimo 2020, ricerca nuove professionalità con cui potenziare il proprio Team.

Per ‘uBroker’ il 2021 è l’anno della svolta. La multiutilities company torinese nata nel 2015 imbocca stabilmente la corsia di sorpasso grazie ai risultati strabilianti conseguiti in un 2020 difficile, ma proficuo, in cui “la parola chiave è stata digitalizzazione, formazione, cambiamento, crescita”.

Lo afferma Cristiano Bilucaglia, Fondatore e Presidente della rinomata azienda che ha rivoluzionato i consumi, azzerando per prima le bollette di luce e gas, Canone Rai e accise incluse, sfondando quota 100mila clienti per un totale di oltre un milione di fatture emesse dalla nascita a oggi. “In un momento complesso per la storia d’Italia e del mondo, abbiamo scommesso sul nostro know-how digitale cercando un punto di equilibrio nuovo, una prospettiva inedita fra il mondo di ieri e quello che si prospetta con l’avvento della pandemia”, spiega l’ingegnere-imprenditore già altresì noto alle cronache nazionali per le proprie straordinarie opere di mecenatismo solidale, culturale e sociale.

Grazie a un impiego innovativo delle più efficaci e modernetecnologie del contatto, che vedono nei new media gli strumenti privilegiati per creare occasioni di sana aggregazione produttiva, abbiamo massimizzato il nostro business moltiplicando esponenzialmente clienti e opportunità di risparmio e benessere per chi ci dà ogni giorno fiducia”, prosegue Bilucaglia. “Incrementando di oltre il 10% le risorse umane dirette interne, in un’ottica di ampliamento circolare dei nostri comparti aziendali tesa a offrire e promuovere un servizio e un’assistenza sempre migliori ai nostri partners, accogliendo a bordo della nostra ammiraglia anche molteplici professionisti dai profili elevati nei settori amministrativo, backoffice e IT”.

Sviluppando altresì “il giro d’affari, che ha superato quota 85 milioni di euro, grazie a una struttura elastica e sinergica che impiega ogni giorno più di 1.000 fra professionisti, consulenti e collaboratori commerciali”, aggiunge il Presidente di ‘uBroker’.

Molteplici, inoltre, le possibilità di interagire con noi. Al momento in ‘uBroker’ vi sono due posizioni aperte per l’assunzione di figure dedicate al backoffice, ma in generale siamo una realtà in continua evoluzione ed espansione, sempre in cerca di nuovi profili umani e professionali capaci di credere in sestessi per poter partecipare a un business in cui competenze, carisma e ambizione sono le carte in regola per farne parte”.

“Ronchey si vergognerebbe”

in Dall Italia e dal Mondo

IL COMMENTO  di Pier Franco Quaglieni   Chi fa i titoli di prima pagina e  scrive certi editoriali su “L a  S t a m p a”, sempre più simile all’ ”Unità“ pregiudizialmente anti americana, dovrebbe pensare a rispettare i propri lettori,  evitando di sparare slogan ideologici privi di senso. Chi scrive già nella prima serata di ieri ha denunciato la gravità dell’atto di Trump e dei suoi pretoriani, giungendo a parlare anche di Mussolini e delle sue squadracce.  

Ma, leggendo stamattina, il titolo del giornale di Torino e della sua Ztl, non può che allibire: “C’era una volta l’America“, quasi fosse avvenuto un golpe di stampo guatemalteco negli USA. L’America che è un grande. Paese democratico quando l’URSS , tanto rimpianta da certi giornalisti, era una dittatura che incarcerava i dissidenti e li condannava al manicomio, non finisce sotto i colpi di un vecchio impazzito che ha perso ogni buon senso ed ha smarrito definitivamente  una dignità che non ha mai avuto. Gli USA , e lo stanno dimostrando, sono un paese ben vivo che ha reagito con  compostezza ad un atto simbolico che non avrebbe mai potuto minacciare la democrazia. Il titolo dell’editoriale “La democrazia colpita al cuore“ rivela una drammatizzazione disinformata dei fatti e un pregiudizio anti americano che fa pensare a quello dei vecchi comunisti. Pensino lor signori ai colpi inferti ogni giorno alla democrazia italiana da Conte e abbiamo il coraggio di scriverne. Lascino ad altri la stesura di articoli più impegnativi. Un direttore colto  come Alberto Ronchey non avrebbe consentito certi estremismi  e neppure il vecchio Giulio de Benedetti avrebbe accettato il pressappochismo informativo odierno che umilia la testata che fu dell’ambasciatore Alfredo Frassati. Urge una lettura accelerata e pur approfondita di Tocqueville e di Luraghi per capire cosa sono stati gli Usa che sono rimasti coerenti, tra alti e bassi, alla loro storia.

Alla scoperta di Tinder, Romeo & C.

in Dall Italia e dal Mondo

Una app per trovare l’anima gemella o anche solo un’amicizia o l’avventura di una notte. E’ Tinder, la risposta social che evita la “complicazione” di relazioni sociali dirette finché non si verifica un incontro reale dopo avere chattato per conoscersi meglio.

L’app  mostra, oltre alle foto dei titolari dei profili, anche la distanza chilometrica della persona che ti interessa. Molti i torinesi e le torinesi presenti. Tra i profili da qualche tempo sono pubblicati anche quelli di alcuni nostri collaboratori, che mostrano le loro foto vere o “mascherate”, allo scopo di fare nuove amicizie da raccontare ai nostri lettori (ovviamente nel rispetto della privacy delle persone coinvolte). Questo articolo verrà così aggiornato di tanto in tanto in base alle esperienze, ai dialoghi, alle “amicizie” che vivremo online. 

Dai primi contatti emerge  uno spaccato delle relazioni virtuali che poi, però, spesso diventeranno concrete. Dialoghi romantici, oppure un po’/molto spinti, a volte rivelatori di solitudine o di ricerca di divertimento e – perché no – di amore vero. Ne parleremo ancora  sul “Torinese”.

Per iscriversi a Tinder è necessario avere  almeno 18 anni. Ma si scopre che alcuni utenti fingono di essere maggiorenni. Per cui: se e quando lo si viene a sapere dopo averglielo chiesto  è saggio – anzi è d’obbligo – declinare eventuali inviti a conoscersi di persona. Molti utenti, si deduce, sono escort maschi o femmine. Nella rete si trova di tutto e bisogna rispettare non solo le leggi ma (sarebbe carino) anche le regole della buona educazione. Se le immagini del tuo profilo non sono belle , essenzialmente perchè non sei bello tu, è difficile ricevere like. Alcuni soggetti postano foto fasulle di modelli e modelle strafighe: soprattutto se questi ti concedono il loro like è logico che non sono foto reali e che si tratta di profili fake magari appartenenti a disperati alla ricerca di sesso o – quasi peggio – di truffatori.

Altro sito, destinato in modo specifico ai gay è Romeo. Qui, a differenza di Tinder, è possibile scambiarsi oltre ai messaggi (inviabili a tutti, anche a chi non ti mette il suo like) anche immagini in più oltre a quelle del profilo. Anzi, c’è chi senza che nemmeno tu lo chieda, ti spedisce foto intime ancor prima di presentarsi. C’è da scandalizzarsi? No. Che cosa ti aspetti da un sito di incontri così esplicito?

Cari lettori, se volete raccontateci le vostre esperienze sui siti di incontri, le pubblicheremo volentieri sul nostro giornale.

‘uBroker’ presenta il Network Marketing Intelligente

in Dall Italia e dal Mondo

Ecco come riscrivere le regole del commercio

La multiutilities company torinese che azzera le bollette di luce e gas presenta un approccio inedito con il lavoro a distanza rispetto allo smart working intelligente. 

Tra le tante novità messe in atto durante la pandemia da ‘uBroker Srl’, la prima multiutilities company ad aver azzerato le bollette di luce e gas (Canone Rai e accise incluse), vi è anche il ‘Network Marketing Intelligente’: un approccio nuovo che riscrive le regole del commercio, pronto a superare le frontiere del cosiddetto smart working tradizionale.

La straordinaria azienda torinese fondata dalla coppia di imprenditori Cristiano Bilucaglia e Fabio Spallanzani che vanta oltre 100mila clienti in tutta Italia per un totale di più di un milione di fatture emesse, un volume d’affari aggregato superiore agli 80 milioni di euro, proprio nell’anno del Covid-19 ha conosciuto “una crescita strepitosa grazie a una rilettura inedita del lavoro a distanza. Che, per noi di ‘uBroker Srl’, si chiama ‘Network Marketing Intelligente’”, spiega il Presidente.

Lavorare in rete è diverso rispetto all’operare in solitudine da casa. Il nostro mondo e il nostro mood offrono un servizio di assistenza e supporto con uno schema articolato e organico fondato sull’interazione funzionale di tutta una serie di figure qualificate a disposizione dei collaboratori fidelizzati che, attivi presso le proprie abitazioni, acquisiscono così maggiore autonomia rispondendo fattualmente in un’ottica di sistema con un maggior grado consolidato di fiducia e redditività pro capiteperché si sentono completamente valorizzati. E tutto secondo una visione d’insieme che mette al centro del processo formativo e professionale l’umanizzazione dei rapporti intesi quali risorse umane imprescindibili capaci di impattare positivamente la persona nel suo insieme”.

Per poi aggiungere: “il ‘Networker 3.0’ elaborato e testato con efficacia da ‘uBroker Srl’ è un individuo per il quale l’operatività all’interno delle proprie mura domestiche presuppone una logica funzionale di gruppo che scongiura e annulla a priori tutti i timori, le ansie, le paure che naturalmente sono per definizione correlate e connesse al libero e solitario smartworking senza chiare direzioni. Il ricorso all’informatica del contatto, grazie al know-how tecnologico sperimentato con successo dalla nostra realtà imprenditoriale, facilità la contemporaneità delle informazioni, il confronto strategico su di esse e l’applicazione pratica con massimizzazione delle opportunità di affermazione e crescita personale oltre che di successo economico rispetto al normale e corrente smart working. Agevolando altresì la misurazione delle performances e dei risultati grazie al ricorso costante alla contestualità delle operations condotta mediante l’impiego virtuoso dei new media”, approfondisce Cristiano Bilucaglia.

Che conclude: “Siamo nati senza pubblicità tradizionale, senza Google Adv né tantomeno radio, tv e testimonial dai cachet stellari, ma soltanto radicatamente sull’onda crescente della migliore delle forme di promozione esistenti: la fiducia di chi ogni giorno ci sceglie, ci prova, ci consiglia. Quella stretta di mano che, attualmente, prosegue indefessa nel mondo ‘ubroker Srl’semplicemente in maniera nuova: attraverso il ricorso ai drivers mobile, alle nostre app con cui monitoriamo e stimoliamo in tempo reale il nostro network progredendo insieme sulla strada di una visione d’impresa coesa e coerente, che ancora una volta vede la nostra azienda farsi capofila effettivo di percorsi d’innovazione su scala industriale in grado di mediare tra il vecchio e il nuovo mondo, in un meccanismo producente di economia circolare e della fraternità propriamente dette che sono già ora il futuro”.

Investire sugli e-sports per formare aggregazione digitale

in Dall Italia e dal Mondo

LUCE E GAS, UBROKER  / Con l’Associazione ‘EVW’ insieme per trasferire ai giovani i valori di lealtà e competizione con cui affrontare il nuovo mondo ormai alle porte.

Prosegue con successo la partnership siglata, nell’anno del lockdown da pandemia per Covid-19, tra due primarie realtà italiane.
Sono ‘uBroker’, frontiera massima dell’evoluzione delle multiutilities di luce e gas (la prima al mondo ad aver azzerato le bollette, Canone Rai e accise incluse), e ‘EVW’, Associazione presieduta dal torinese Alessandro Francia per la promozione degli e-sports che tanti freschissimi campioni made in Italy ha regalato al gaming internazionale, declinato sui titoli di maggior presa e gradimento fra millennials e trentenni: tutti egualmente innamorati dei videogames di tendenza su scala mondiale.
“Crescita e sviluppo costituiscono da sempre il motore, il cuore pulsante di ‘uBroker”, spiega il piemontese Cristiano Bilucaglia, Presidente e Fondatore (assieme all’emiliano Fabio Spallanzani) dell’azienda che reinveste con successo i risparmi ottenuti sulle bollette in grandiose opere di mecenatismo sociale in ambito nazionale e internazionale.https://bechildren.org/
“Competizione, lealtà, gioco di squadra e lavoro in team sono valori fondamentali per affrontare il presente. Gli stessi che intendiamo trasferire ai giovanissimi grazie alla sana pratica degli e-sports, che si fanno veicoli etici preziosi per formare animi e coscienze pronte ad affrontare in modo intelligente la sfida con il futuro. Con il nuovo mondo, inaugurato dal Coronavirus, che è già qui tra noi”, precisa l’ingegnere biomedico e informatico, già eletto ‘Imprenditore dell’Anno’ e che giornalmente dà lavoro a oltre 50 dipendenti diretti, più di 1.0000 fra networker, consulenti professionisti e collaboratori commerciali per un giro d’affari complessivo che supera gli 80 milioni di euro e che gli sono valsi la stima dei maggiori enti certificatori d’impresa nonché il plauso delle principali associazioni consumeristiche italiane.
“In un momento storico in cui si addensano le nuvole della solitudine, lo spettro dell’isolamento può essere sconfitto soltanto attraverso nuove forme di aggregazione che individuano nella cosiddetta ‘informatica del contatto’ lo strumento privilegiato per dare forma a una nuova e fattibile ‘economia della fraternità’ anche fra i più giovani”, esordisce il giornalista cattolico e saggista Maurizio Scandurra. “Dall’intesa sinergica fra ‘uBroker’ e ‘EVW’ scaturisce di fatto un sodalizio pionieristico e unico nel suo genere capace di farsi baluardo prezioso contro il dilagare di fenomeni potenzialmente patogeni e criminogeni quali ludopatie sterili, dipendenza da smartphone e horror vacui, che ammiccano soprattutto ai teenagers.
Conclude infine il Presidente di ‘uBroker’: “Adulti e giovani uniti insieme in un grande progetto di cooperazione paideutica quale quello in corso tra una grande impresa e un’associazione seria e attenta al sociale è il binomio migliore per trasformare la crisi contingente in un’irripetibile occasione di crescita e sviluppo congiunti, preparando e allineando così in maniera virtuosa gli individui di generazioni diverse al nuovo orizzonte temporale che già là fuori ci attende”, osserva Scandurra.

Festa delle Forze Armate in forma ridotta

in Dall Italia e dal Mondo

Visto il perdurare dell’emergenza sanitaria fino al 31 gennaio 2021, quest’anno le celebrazioni per la commemorazione della giornata dell’Unita Nazionale e Festa delle Forze Armate si svolgeranno, in maniera sobria, rispettosa e limitata nella partecipazione, mercoledì 4 novembre, alle ore 10.00, presso la caserma Monte Grappa,  in corso IV Novembre, 3 – Torino, sede della Brigata alpina “Taurinense”.

Alla presenza delle più alte Autorità civili e militari della città, la commemorazione, che avverrà esclusivamente in forma statica e nel pieno rispetto delle norme per il contenimento del contagio da Covid-19, prevede la cerimonia dell’alzabandiera, che rinnova l’incontro tra il Paese e le Forze Armate, e la deposizione di corone d’alloro al monumento dedicato ai Caduti i cui Onori saranno resi da un picchetto in armi della Brigata “Taurinense.

Non saranno svolte le consuete manifestazioni celebrative/espositive denominate “Caserme Aperte” e “Caserme in Piazza”, nonché le iniziative all’interno degli istituti scolastici

100 mila clienti per uBroker

in Dall Italia e dal Mondo

BOLLETTE AZZERATE: UNO, NESSUNO CENTOMILA PER UBROKER
La multiutilities company torinese attiva nel settore luce e gas taglia il traguardo pirandelliano dei centomila clienti per un totale di un milione di fatture emesse.

Uno, nessuno e centomila! Si avvera felicemente la profezia pirandelliana per ‘uBroker Srl’, la milionaria e fortunata start-up piemontese nata a Torino nel gennaio 2015 che, lo scorso agosto, ha registrato un traguardo unico, toccando quota 100mila clienti in tutta Italia e sfondando il muro del milione di fatture messe.
Un risultato strepitoso, reso ancor più unico e speciale considerando il fatto che è stato raggiunto in un’estate che certamente passerà alla storia: quella della pandemia da Covid-19, in un momento in cui invece massima è la crisi del Paese e dell’economia italiana.
Fondata dalla coppia di imprenditori Cristiano Bilucaglia e Fabio Spallanzani, distintasi nel campo delle utilities grazie al progetto ScelgoZero con cui è stata la prima nel mondo ad aver ideato un efficace e collaudato meccanismo di fidelity program con cui è possibile azzerare progressivamente le bollette (canone Rai e accise incluse), oggi l’impresa possiede un fatturato aggregato superiore ai 75 milioni di euro e dà giornalmente lavoro a più di 50 dipendenti e oltre 1.000 fra consulenti e collaboratori commerciali.
Con l’occhio sempre attento anche al sociale, grazie al sostegno costante fornito attraverso una larga parte dei propri utili a primarie realtà solidali italiane ed estere attive nell’ambito del sostegno alla formazione dei minori e dell’aiuto prezioso a poveri, indigenti e più in generale a iniziative culturali, musicali e artistiche degne di nota. “Da imprenditore sono i numeri a governare le aziende. Le mete raggiunte con un progetto così ambizioso e futuristico sono la dimostrazione che credere in qualcosa di fuori dal comune e di nuovo, innovativo può rendere concreto un obiettivo che pareva impensabile”, commenta entusiasta Cristiano Bilucaglia, Presidente di ‘uBroker Srl’, azienda che in questi giorni, fra l’altro, ha appena pubblicato anche il nuovo sito.
“Se posso dare un consiglio a tutti gli imprenditori che si buttano in nuove esperienze, la convinzione in ciò che si sta facendo, al di là di quelli che possono essere i canoni di ciò che già si trova sul mercato, è il primo requisito per trovare la forza e l’energia per alimentare passioni che si fanno professioni”, aggiunge l’industriale.
Per poi riprendere: “Non nego che durante quest’avventura abbiamo solcato anche mari perigliosi. Ma vedere oggi tanti nostri collaboratori poter realizzare i propri scopi e obiettivi personali e professionali insieme mi rallegra, esortandomi a proseguire con rinnovato vigore e altrettanto verace entusiasmo sul cammino felicemente intrapreso”.
Con un pensiero importante rivolto soprattutto a chi ha permesso tutto questo: “Pertanto, dobbiamo il nostro successo principalmente al nostro primo datore di lavoro, che è il cliente, che poniamo sempre al centro dell’attenzione e che cerchiamo di soddisfare come se dall’altra parte ci fossimo noi stessi. Tali sono i principi che regolano la nostra impresa, e che stanno consentendoci di guardare al futuro con maggiore ambizione di quanto siano stati sinora i risultati raggiunti”, conclude Bilucaglia.

Luce, gas e formazione. Il trinomio vincente di Ubroker

in Dall Italia e dal Mondo

Al via anche per la stagione fredda ormai alle porte le attività accademiche dell’azienda che rivoluzionato i consumi degli italiani azzerando le bollette.

Ogni crisi è, di per sé, potenzialmente un’opportunità. A fare la differenza è il punto di vista da cui la si guarda.

Lo sa bene ‘uBroker Srl’, azienda operativa nel campo dei consumi energetici che dalla sua fondazione a oggi ha rivoluzionato il comparto nazionale luce e gas, azzerando per prima le bollette grazie a un innovativo e vincente meccanismo di fidelity program disponibile sul sito scelgozero.it.

L’impresa, nata nel 2015, proprio nell’anno in cui il suo Presidente Cristiano Bilucaglia, ingegnere biomedico e informatico, veniva eletto ‘Imprenditore dell’Anno’, si è da subito distinta nell’agguerrito e affollato campo delle utilities domestiche e per le PMI grazie a una politica di prezzi chiara e trasparente, e a una felice crasi efficace tra il mondo dell’energia e le innumerevoli opportunità offerte dall’informatica del contattoapplicata all’industria.

Alla base del successo di ‘uBroker’, distintasi tra i propri competitors anche per generose e premiate iniziative di mecenatismo sociale diffuso – 50 dipendenti diretti, più di 1.000 collaboratori, consulenti e professionisti e un volume d’affari aggregato che sfiora gli 80 milioni di euro complessivi – c’è anche il ruolo, primario e indispensabile, assegnato alla formazione, arma sempre più strategica e determinante per vincere la sfida con un mercato variabile, complesso e in continua evoluzione che richiede un livello di preparazione, affidabilità e competenza sempre più pregnante per gli operatori del settore.

L’aspetto propriamente accademico costituisce il pilastro portante di qualsivoglia declinazione delle attività imprenditoriali del nostro Gruppo”, esordisce entusiasta Fabio Spallanzani, cofondatore e contitolare di ‘uBroker Srl’. “Motivo per cui, nei giorni scorsi, stanti gli effetti riduttivi della pandemia, abbiamo ripreso regolarmente, nel pieno rispetto di prescrizioni e distanziamento, i corsi di formazione dedicati alle nuove risorse umane che hanno scelto spontaneamente di aderire al nostro progetto di business, animati soltanto dal desiderio di un percorso umano e professionale tutto improntato alla crescita e lo sviluppo”.

Gli fa eco Cristiano Bilucaglia, per il quale “L’avvento improvviso del lockdown ha comportato l’urgenza e la necessità di individuare strumenti nuovi ed efficaci per mantenere il trend e gli obiettivi previsti dal nostro piano industriale mediante l’introduzione di una componente di scouting on line che ha potenziato e diffuso in maniera esponenziale e sorprendente il modello ‘uBroker’: richiamando da tutta Italia, stante anche la crisi occupazione in corso, migliaia di soggetti interessati. Che ora, pur nella complessità del momento e con accessi contingentati in linea con le attuali disposizioni normative, si preparano all’arrivo del 2021 con la speranza di un’occupazione certa, soddisfacente e produttiva, confidando in un anno decisamente migliore di quello in corso per via della pandemia da Covid-19”, conclude il manager stimato anche dalle principali associazioni consumeristiche italiane.

1 2 3 72
Da qui si Torna su