Category archive

CULTURA E SPETTACOLI - page 346

Con “Tutto” libri per tutti

in CULTURA E SPETTACOLI

“Tutto” è il nuovo motore di ricerca dell’Università di Torino che dà accesso a tutte le risorse bibliografiche dell’ ateneo, utilizzando un solo campo di ricerca, come avviene con Google. Si naviga  tra autori, titoli, date di pubblicazione dei volumi

 

libri

 

Per studenti ma non solo, ecco un’interessante novità targata UniTo. Si chiama Tutto ed è il nuovo motore di ricerca dell’Università di Torino che dà accesso a tutte le risorse bibliografiche dell’ ateneo, utilizzando un solo campo di ricerca, come avviene con Google.

 

Si naviga  tra autori, titoli, date di pubblicazione dei volumi. Praticamente infiniti i dati e le informazioni presenti sul web universitario.  Tutti gli utenti della rete possono usare Tutto, anche se l’accesso alla completezza dei testi  è riservato in esclusiva  a studenti, professori,  e personale universitario.

 

Il motore di ricerca si basa su un prodotto di Ex Libris e il progetto è finanziato dalla Compagnia di San Paolo.

 

(Foto: il Torinese)

Buone notizie per la montagna

in CULTURA E SPETTACOLI

Il Fondo nazionale per la montagna ha assegnato alla nostra regione 3,2 milioni di euro. E’ partita la campagna informativa ‘Sicuramente sulla neve’ per la promozione del comportamento responsabile in montagna, al fine di evitare rischi legati all’imprudenza

 

MONTAGNA PIEMONTEUn milione di euro per migliorare i servizi  alle popolazioni montane e la stessa cifra per garantire l’equilibrio dei bilanci delle Comunità montane. Queste le principali novità del riparto del Fondo nazionale per la montagna, che ha assegnato al Piemonte 3,2 milioni di euro. La giunta piemontese, su proposta dell’assessore Gian Luca Vignale, ha stanziato inoltre 400 mila euro per  il trasporto scolastico e 440 mila per i progetti di promozione dello sviluppo economico-sociale. 

 

L’Unione Montana dei Comuni Olimpici Via Lattea, insieme ai Comuni delle Valli Chisone e Germanasca, invece, ha riunito al Sestriere il suo Coordinamento per programmare  le attività escursionistiche. Particolare attenzione è riservata ai percorsi dedicati alle racchette da neve e alle attività definite Alpi Motor Resort. E’ stato affrontato anche il tema delle attività di eliski, una notevole risorsa per l’offerta di pacchetti turistici.

 

E’ partita, infine,  la campagna informativa ‘Sicuramente sulla neve’ per la promozione del comportamento responsabile in montagna, al fine di evitare rischi legati all’imprudenza. La Regione distribuirà 30 mila pieghevoli in italiano e inglese, la prima edizione video italiana del bollettino valanghe, e un tour didattico degli impianti sciistici e dei rifugi per una clientela di alto profilo.

Sport e cultura, anziani più giovani che mai

in CULTURA E SPETTACOLI

Davvero numerose le attività nel campo del tempo libero, della cultura, dell’intrattenimento con corsi di ginnastica dolce, di teatro, di acquagym, yoga. Il Progetto “Arte e Sport Terza Età” raccoglie ed ottimizza le varie attività in modo che i residenti anziani possano beneficiare di un programma vasto e coinvolgente

 

anziani sportIl 2014 sarà un anno ricco di iniziative per la Circoscrizione 7,  che promuoverà momenti destinati ai residenti della  Terza Età. Sul territorio circoscrizionale sono a loro disposizione quattro Centri di Incontro: Corso Belgio 91, Corso Casale 212, Lungo Dora Savona 30, Via Cuneo 6 bis.

Davvero numerose le attività nel campo del tempo libero, della cultura, dell’intrattenimento con corsi di ginnastica dolce, di teatro, di acquagym, yoga, musica, naturopatia antiaging e computer.

 

Il Progetto “Arte e Sport Terza Età” raccoglie ed ottimizza le varie attività in modo che i residenti anziani possano beneficiare di un programma vasto e coinvolgente. I corsi sono rivolti ai Cittadini over 60 residenti nella Circoscrizione 7.

Circoscrizione 7 – Ufficio Cultura e Tempo Libero, Corso Vercelli 15 – Tel. 011/443.5759

 

 

Animatori, ecco le offerte di lavoro

in CULTURA E SPETTACOLI

Un’opportunità è offerta da “Estate ragazzi“, programma del Comune di Torino per soggiorni al mare e centri estivi a Torino per bambini e ragazzi. In alcuni casi non è richiesta una precedente esperienza di lavoro come animatori

 

animatoriDal mese di gennaio, per la stagione estiva, e dal mese  di ottobre/novembre, per quella invernale, le agenzie di animazione turistica iniziano il reclutamento di personale (animatori, assistenti bagnanti, istruttori sportivi, hostess e altre figure professionali) da impiegare in strutture turistiche e alberghiere in Italia e all’estero.

 

Un’altra opportunità è offerta da “Estate ragazzi“, programma del Comune di Torino per soggiorni al mare e centri estivi a Torino per bambini e ragazzi. In alcuni casi non è richiesta una precedente esperienza di lavoro come animatori. E’ comunque sempre necessario, per poter essere selezionati, presentare il proprio curriculum.

Info: www.comune.torino.it sezione Informagiovani

 

Offerte per la stagione estiva 2014

 

4Fun Entertainment
For Fun entertainment company è una società di servizi turistici svizzera specializzata nel settore dell’intrattenimento. Operano nel settore turistico in ambito internazionale collaborando con prestigiosi resort, catene alberghiere, tour operator.

Animation Tourism Service
Agenzia di animazione e assistenza turistica che lavora nel settore dell’intrattenimento e dell’assistenza turistica. Collabora con numerosi tour operator e villaggi turistici in Italia e all’estero: Grecia, Egitto, Tunisia, Spagna.

Darwinstaff
Selezionano animatori e assistenti turistici da inserire, per le stagioni estive e invernali in strutture ricettive in Italia e all’estero, compagnie alberghiere, tour operators, navi da crociera, agriturismi, parchi di divertimento. Profili: hostess, miniclub, sportivi, d.j, scenografi, coreografi, tecnici audio, costumiste, ballerini, cantanti. Formazione interna per gli inesperti selezionati.

Samarcanda
Samarcanda opera su tutto il territorio nazionale tramite le sedi permanenti di  Varese, Milano e  Roma. Specializzata in animazione turistica in strutture ricettive di grandi dimensioni. Per candidarsi è possibile compilare il curriculum on line, oppure inviarlo via mail, corredato di fotografia.

Lavoro Turismo
Lavoro Turismo è una società di ricerca e selezione di personale per il Settore del Turismo e della Ristorazione. I contratti proposti sono stagionali, a tempo determinato o indeterminato. Le richieste sono riservate a candidati con esperienza professionale specifica. All’interno del sito Lavoro Turismo è possibile effettuare una ricerca per settore, per regione e per mansione.

Equipe Vacanze
Associazione di servizi per il turismo che si occupa in particolare di animazione turistica. Svolge la propria attività in tutta Italia, fornendo equipe di animazione a Villaggi, Hotel, Residence e Navi da Crociera. La loro ricerca è su base annuale e non solo stagionale, selezionano animatori anche per la stagione invernale.

Villaggi &Tribù animazione
Società che si occupa di animazione e assistenza nelle strutture turistiche di tutta Italia, dalla Calabria al Trentino. Per l’inverno seleziona animatrici per bambini per family e spa hotels nel Nord Italia. Gradita la conoscenza della lingua tedesca e inglese.

Caos Animazione
Agenzia che si occupa di turismo, feste private ed eventi aziendali. Nel campo del turismo offre molti servizi: animazione, laboratori creativi, spettacoli didattici o d’intrattenimento, concerti, manifestazioni, feste su misura, sfilate, ecc. per alberghi, campeggi e villaggi turistici.

Wintour NL
Azienda di animazione turistica con sede in Olanda, seleziona animatori ed altro personale da inserire in strutture ricettive turistiche in Italia. Selezioni a Torino il 26 febbraio 2014

Il Mastio
Si occupa di vacanze per ragazzi nella collina vicino Firenze. Figure richieste: animatori anche con buona conoscenza della lingua inglese e personale jolly e di servizio.

Sogni Animazione
Agenzia di animazione turistica e per bambini. Selezionano personale per la stagione estiva 2014 a Bologna, Roma, Firenze e Napoli. Organizzano corsi e stage a pagamento.

CLAPS s.r.l.
Agenzia animazione e società di servizi al turismo specializzata nel reclutamento, selezione e formazione di animatori turisitici per tour operators, catene alberghiere, agenzie di animazione e villaggi turistici. Per candidarsi occorre compilare il modulo di iscrizione on-line, oppure inviare via mail il curriculum corredato di fotografia.

A.S.D. Polismile
Organizza e gestisce centri estivi per minori a Torino e provincia. Offrono la possibilità di colloqui conoscitivi per giovani che vorrebbero lavorare cone Animatori.

Project 79
Società di servizi che opera nel settore dell’animazione nei villaggi turistici, per i quali ricerca Animatori, Istruttori, Tecnici e Ballerini. Lavora nel territorio nazionale, in diverse imprese turistiche ricettive come villaggi, campeggi, alberghi, stabilimenti balneari e centri turistici. E’ presente anche in alcune strutture turistiche all’estero, in particolare a Bahamas, in Messico e a Santo Domingo e prossimamente in Egitto.
Selezioni a Torino il 12 marzo e il 2 aprile 2014.

 

 

www.comune.torino.it

 

Missione possibile, dalla Regione 1000 nuovi posti di lavoro

in CULTURA E SPETTACOLI

Il programma è finanziato con 5,6 milioni di euro provenienti dal Fondo sociale europeo e vuole applicare la Risoluzione del Parlamento europeo secondo la quale si deve “garantire che tutti i giovani cittadini dell’UE ed i residenti legali fino a 15 anni, nonché i laureati con meno di 30 anni, ricevano un’offerta di buona qualità dell’impiego

 

porchiettoSi chiama “Garanzia Giovani Piemonte” il progetto sperimentale che la Regione, prima in Italia, avvia con l’obiettivo di ottenere solo quest’anno 1.000 occupati in più, attivare 800 tirocini di qualità in Italia e in Europa e 400 percorsi formativi nelle aziende piemontesi, sostenere 50 persone nella creazione di impresa.

Come hanno spiegato il presidente Roberto Cota e l’assessore al Lavoro e Formazione professionale, Claudia Porchietto, il programma è finanziato con 5,6 milioni di euro provenienti dal Fondo sociale europeo e vuole applicare la Risoluzione del Parlamento europeo del 16 gennaio 2013, secondo la quale si deve “garantire che tutti i giovani cittadini dell’UE ed i residenti legali fino a 15 anni, nonché i laureati con meno di 30 anni, ricevano un’offerta di buona qualità dell’impiego, proseguimento degli studi o tirocinio entra quattro mesi dall’inizio del periodo di disoccupazione o dal termine dell’istruzione formale”.

 

Vi può partecipare ogni giovane residente o domiciliato in Piemonte che abbia compiuto i 15 anni iscrivendosi al Portale GGP, che conterrà tutte le informazioni per l’iscrizione e la partecipazione alle iniziative regionali e nazionali, la consultazione delle offerte degli operatori aderenti, la valutazione espressa dagli utenti. In particolare, si potranno ricevere proposte di lavoro in Italia e all’estero, formazione e tirocini finalizzati all’occupazione, si potrà partecipare a percorsi specialistici di orientamento sulla domanda delle imprese e sulle opportunità formative per la qualifica professionale, il post diploma e il post laurea. Nel 2014 si punta a coinvolgere almeno 12.000 giovani, organizzare delle edizioni speciali di IoLavoro, creare piattaforme ed applicazioni per informare e agire

 

Oltre che sul portale, si potrà aderire a Garanzia Giovani Piemonte presso l’Agenzia Piemonte Lavoro, i “punti giovani” allestiti nei Centri per l’impiego, gli operatori accreditati e le agenzie formative che esporranno un apposito logo, le scuole e le Università.

Particolare riguardo verrà dato alla personalizzazione dei servizi: la durata e l’articolazione del percorso individuale saranno concordate dal giovane e dal case manager cui è stato affidato dall’operatore che lo ha preso in carico e che è tenuto al rispetto degli standard qualitativi delle prestazioni definite nel piano di azione invidiale concordato, il giovane potrà esprimere il grado di soddisfazione riscontrato. Il tutto codificato in una Carta dei servizi che richiede il rispetto di regole e standard qualitativi ben definiti.

“Noi, a differenza del Governo, facciamo le cose con uso virtuoso dei fondi europei”, ha sottolineato Cota, mentre Porchietto ha definito GPP “una scommessa, una partita in cui ci giochiamo la faccia”.

 

Infine, è stato annunciato che dal 9 all’11 aprile si terrà a Torino il World Skills International, un vero e proprio campionato mondiale dei mestieri per esprimere il talento di cuochi, camerieri, pasticceri, meccanici per auto, grafici.

 

Gianni Gennaro (Ufficio stampa Regione Piemonte)

 

(Nella foto, a sinistra, Claudia Porchietto, durante una riunione in sala Giunta)

Sessant’anni e non sentirli

in CULTURA E SPETTACOLI

La tessera nominativa  permetterà di accedere, gratuitamente o con il pagamento di una quota simbolica, ad una ricca serie di iniziative culturali, sportive e ricreative. Con la possibilità di assistere a spettacoli teatrali e  concerti, effettuare itinerari culturali e turistici

old peopleAnche quest’anno la Città di Torino ha rinnovato  il progetto “Pass 60” rivolto a tutti i residenti che hanno compiuto i 60 anni. La tessera nominativa  permetterà di accedere, gratuitamente o con il pagamento di una quota simbolica, ad una ricca serie di iniziative culturali, sportive e ricreative. Con la possibilità di assistere a spettacoli teatrali e  concerti, effettuare itinerari culturali e turistici, acquistare a tariffa agevolata l’abbonamento Musei 2014 e l’abbonamento GTT, frequentare corsi e attività sportive.

La tessera non è rinnovabile e le iniziative in essa incluse sono valide esclusivamente da dicembre 2013 a novembre 2014. Sul sito del Comune è disponibile il vademecum illustrativo contenente i tagliandi indispensabili per usufruire delle varie opportunità, consultabile e scaricabile in formato pdf. La tessera dovrà essere sempre utilizzata accompagnata da documento di identità in corso di validità.

Per ulteriori informazioni:
Servizio Tempo Libero – Ufficio Iniziative Terza Età – corso Ferrucci, 122 – Torino

 

Colonie feline, arrivano i fondi

in CULTURA E SPETTACOLI

La Città di Torino ha stanziato 30mila euro per la sterilizzazione dei gatti appartenenti alle colonie feline cittadine. I fondi sono destinati alle quattro associazioni animaliste selezionate dal bando promosso dal Servizio Tutela Animali del Comune lo scorso mese di novembre

spookyUna notizia positiva per i gattofili torinesi. Il Comune mette a disposizione  30mila euro per la sterilizzazione dei gatti appartenenti alle colonie feline cittadine.

I fondi sono destinati alle quattro associazioni animaliste selezionate dal bando promosso dal Servizio Tutela Animali del Comune lo scorso mese di novembre e oggi portato a termine: Lega Gatto, Enpa Onlus, Protezione Micio e Le Sfigatte.

I contributi del bando andranno a coprire le spese effettuate dalle associazioni per la sterilizzazione delle colonie da loro curate nell’arco dell’anno 2014 e saranno erogati a fronte della presentazione di documentazione di spesa.

Un gesto di attenzione da parte dell’amministrazione municipale, nei confronti dei tanti “amici con la coda” che popolano la nostra città.

(Foto: il Torinese)

La montagna sempre più in alto

in CULTURA E SPETTACOLI

La  programmazione europea vuole la montagna protagonista sfruttando  risorse e opportunità e valorizzandone le peculiarità territoriali. Servono politiche di promozione turistica, storica, enogastronomica, sportiva. Ne parliamo con l’assessore regionale alla Montagna

 

vignale

Montagna uguale Piemonte. Essa è parte fondamentale della storia e dell’economia della nostra regione, ad incominciare dal nome che significa proprio “ai piedi dei monti”. Il Torinese ha intervistato l’assessore regionale alla Montagna, Gianluca Vignale (nella foto) sulle prospettive delle montagne piemontesi.

 

 La Montagna viene spesso considerata come zona marginale e depressa. Quali sono le sue principali criticità in Piemonte?

La Regione conta ben 558 comuni montani e 229 collinari. Queste realtà locali, spesso classificate come  ‘marginali’ hanno in realtà un patrimonio ambientale, turistico, storico e culturale che negli anni ha già dimostrato di essere un punto di forza per la vitalità economica territoriale e regionale. Per trasformare queste opportunità in risorse la Regione Piemonte ha attuato, nel corso degli anni, una serie di interventi finalizzati a monitorare situazioni di disagio e, una volta individuati problemi e territori in sofferenza, è intervenuta con le proprie strutture e risorse finanziarie a garanzia della tutela dei servizi essenziali per le popolazioni delle aree marginali piemontesi. Grazie a queste misure le aree montane stanno registrando alcuni segnali positivi di ripresa. Un dato tra tutti è significativo: dopo un calo secolare della popolazione montana, ad esempio, si registra un saldo migratorio positivo (sia interno che esterno), che permette di controbilanciare il saldo naturale negativo. Se si confrontano i dati del censimento 2001 con quelli del 2011, l’incremento della popolazione è pari allo 0,8%. L’arresto dello spopolamento è sicuramente il primo passo per la rivitalizzazione dei territori.

 

Ma la montagna è certamente anche opportunità di rilancio dell’economia regionale.

Il grande patrimonio turistico, storico, culturale ed economico della montagna piemontese rappresenta più che un’opportunità una vera e propria occasione di sviluppo regionale. Per rendere però queste risorse operative servono politiche di promozione turistica, storica, enogastronomica e sportiva oltre che misure di sviluppo dei servizi (scolastici, welfare, infrastrutture, banda larga, ecc.). La Regione Piemonte già si sta adoperando in questa direzione. Quest’anno ad esempio è stato realizzato il primo sito internet, piemonteoutdoor.it, che raccoglie tutte le attività che si possono praticare nelle aree montane. Ma al di là delle singole misure è importante riuscire a mettere a sistema le tante risorse, statali, regionali ed europee, che ogni anno ricadono sulle aree montane. Si tratta complessivamente di oltre 82,5 milioni di euro fino ad oggi considerate singolarmente anche nel loro complesso. Credo che sia necessario gestire queste risorse in modo unitario avendo ben chiari gli obiettivi e i risultati che si intendono ottenere per lo sviluppo montano.  Per questo motivo, per la prima volta in Piemonte, la Regione ha inserito nel Documento Strategico Unitario (DSU) una Strategia Unitaria per la montagna per la futura programmazione europea 2010-2020.  L’obiettivo è rendere i territori di montagna protagonisti sfruttando l’insieme delle risorse e le opportunità offerte alla montagna e  valorizzandone le peculiarità territoriali. Sarà quindi fondamentale e strategico coordinare meglio le tradizionali politiche d’intervento settoriali in funzione di specifici e concreti obiettivi di sviluppo territoriale.  

 

La Regione ha messo in atto strategie di valorizzazione del territorio montano, in sinergia con le regioni confinanti e con Francia e Svizzera?

La Regione Piemonte porta avanti da oltre 20 anni iniziative di cooperazione con gli Stati confinanti, anche con specifico riferimento al contesto montano, in particolare attraverso due programmi di cooperazione territoriale europea transfrontaliera : il Programma Italia-Francia ALCOTRA e il Programma Italia-Svizzera, finanziati con i fondi FESR. Il Programma Alcotra 2007-13 è il quarto programma di cooperazione transfrontaliera lungo la frontiera alpina tra l’Italia e la Francia e ha come obiettivo il miglioramento della qualità della vita delle popolazioni, nonché lo sviluppo sostenibile dei sistemi economici. Per raggiungere questi ambiziosi obiettivi, l’Unione Europea ha messo a disposizione, attraverso il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, 149,7 milioni di Euro. A questi si aggiungono le risorse nazionali e regionali, per un totale di 237,5 milioni di Euro.  Grazie invece al Programma Italia-Svizzera, l’Unione Europea ha reso disponibili, attraverso il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, 68,8 milioni di Euro a cui si aggiungono le risorse nazionali e cantonali, per un totale di 100,5 milioni di euro. Tali programmi hanno finanziato progetti singoli, progetti strategici di rilevante impatto finanziario e piani integrati transfrontalieri (PIT), che hanno consentito una prima sperimentazione di uno sviluppo locale integrato a livello transfrontaliero.  Ciò costituirà senz’altro una buona base di partenza per l’avvio delle successive strategie di cooperazione transfrontaliera con la Francia e con la Svizzera per il ciclo 2014-2020, anche in attuazione degli indirizzi definiti nella  Strategia macroregionale per la Regione Alpina condivisa tra Stati  e Regioni dell’arco alpino nell’Accordo di Grenoble del 18 novembre 2013.

 

 

Non solo montagna su Piemonteoutdoor.it

in CULTURA E SPETTACOLI

Il primo portale istituzionale che consente agli utenti di partecipare attivamente per tenere costantemente aggiornati i dati, le informazioni e gli itinerari. All’avvio il progetto prevede oltre 600 schede di itinerari, 4500 posti dove mangiare, 6000 posti dove dormire

montagnapiemonte

 

E’ nato il nuovo sito Piemonteoutdoor.it, dedicato a tutti gli appassionati della natura con informazioni sulle attività da praticare e su tutto quello che è utile sapere per una vacanza fuori porta.  In montagna e dintorni. Si tratta di un contenitore che raccoglie tutto quello che in rete era disperso in siti e blog tematici; trekking, mountain bike, cicloturismo, equitazione, sci, snowboard sono solo una parte delle discipline che trovano spazio all’interno del portale. Le Alpi sono il patrimonio naturalistico più importante del Piemonte, territorio ricco di pianure, laghi e fiumi che offre molteplici spunti per la pratica di attività all’aria aperta.

 

 Il progetto nasce dall’Assessorato ai parchi, aree protette ed economia montana della Regione, per creare un nuovo punto di riferimento e dare voce a tutti, anche coloro che fino ad ora non hanno trovato uno spazio in rete. Piemonteoutdoor.it, infatti, è il primo portale istituzionale che consente agli utenti di partecipare attivamente per tenere costantemente aggiornati i dati, le informazioni e gli itinerari. All’avvio il progetto prevede oltre 600 schede di itinerari, 4500 posti dove mangiare, 6000 posti dove dormire e 1000 schede interessi divisi tra relax, cultura e dintorni.

 

Ma questo è solo l’inizio, il lavoro della redazione sarà progressivo e coinvolgerà tutti gli utenti anche mediante la community Facebook. Insomma, Piemonteoutdoor.it vuole trasmettere tutta la passione del Piemonte per le Alpi.

Andiamo in gita con il bonus

in CULTURA E SPETTACOLI

Ecco il bando rivolto alle scuole primarie del proprio territorio, che sceglieranno di realizzare un viaggio di istruzione in Piemonte. L’iniziativa, con uno stanziamento complessivo di 550mila euro , riguarda oltre 180 mila giovanissimi studenti che frequentano le scuole primarie locali.

gitaLa Regione vuole rinverdire il rito della gita scolastica. Un contributo di 200 euro a classe servirà a sostenere le spese di trasporto , ma anche la quota di partecipazione dei bambini le cui famiglie si trovano in una situazione di difficoltà economica: torna così in Piemonte il “bonus” per le gite scolastiche, edizione 2013/2014. La Regione ha lanciato un bando rivolto alle scuole primarie del proprio territorio, che sceglieranno di realizzare un viaggio di istruzione in Piemonte. L’iniziativa, con uno stanziamento complessivo di 550mila euro , riguarda oltre 180 mila giovanissimi studenti che frequentano le scuole primarie locali. Il bando si chiude a gennaio 2014 : ogni Autonomia potrà ottenere un contributo per un numero massimo di 15 classi.

“Nel 2011 il bonus ci ha permesso di sostenere le gite di 36mila giovani studenti piemontesi – sottolinea l’assessore all’Istruzione della Regione Piemonte, Alberto Cirio Abbiamo deciso di rilanciare questa iniziativa consapevoli della difficoltà, oggi, di far fronte a questo costo, ma anche dell’importanza che il viaggio di istruzione ha nel percorso scolastico di ogni bambino, come esperienza didattica, formativa e di socializzazione con la classe. Inoltre, rispetto al passato abbiamo voluto inserire, accanto alla copertura delle spese di trasporto, anche una misura specifica per i bambini le cui famiglie versano in difficoltà economica: sarà la Regione a farsi carico della loro quota”.

Da qui si Torna su