Category archive

CULTURA E SPETTACOLI - page 336

La “Dudù-crazia” conquista i torinesi

in CULTURA E SPETTACOLI

Chi non ha un pet tra gli amici di Facebook?  Perché attraverso il rapporto che molto spesso diventa l’unico , autentico e di successo, con il proprio amico con la coda, cane o gatto che sia , si ha la chiave di lettura di ciò che rende una relazione solida: la complicità

 

BERKY 2 All’alba o in pausa pranzo, al pomeriggio e ancora la sera  prima di dormire, a Torino, come in (quasi) tutto il mondo – che si passi per l’isola pedonale della Crocetta, Piazza D’Armi o la Pellerina, e perché no,dando un occhio sul piccolo spazio verde tra un palazzo e l’altro – puntualmente s’incontrano tante persone. Sono ragazzi, anziani, uomini e donne che sguinzagliano baldanzosi il proprio cane e cominciano a parlare tra loro.

 

Dei loro cani. Come fossero i loro pargoli, anche se, dei propri figlioli, non ci si vanta di quanto siano ribelli, scalmanati e astuti nel fregare l’ennesima merendina. Al massimo ci si lamenta e anche pudicamente, in via del tutto confidenziale. Invece, ecco li , non perdendo di vista il proprio piccolo tesoro mentre snuffia tra l’erbetta e socializza con i propri amichetti soliti o appena conosciuti, ognuno racconta compiaciuto con trasporto, orgoglio e tanta affettiva rassegnazione, la marachella della giornata che il pupetto ha combinato, per passare ai livelli di ingovernabilità quando si incontrano  cani rivali, o quando ancora non gradisce le crocchette , ma fa ben intendere di volere qualcosina di più buono e succulento. E chi non ha un pet tra gli amici i Facebook poi?  Perché attraverso il rapporto che si ambisce ad instaurare, e che molto spesso diventa l’unico , autentico e di successo, con il proprio amico con la coda, cane o gatto che sia , si ha la chiave di lettura di ciò che rende una relazione solida: la complicità. Siamo soggetti alla Pet-crazia, piacevolmente dominati dai nostri cuccioli. O meglio, alla “Dudù-crazia”, se prendiamo a titolo di esempio il pet  per eccellenza, l’ormai celebre Dudù, in grado di intenerire persino un imprenditore e politico rotto a tutte le esperienze, del calibro di Silvio Berlusconi.

 

Grazie alle tante campagne di sensibilizzazione, a chi per primo ha scoperto quanto amore e comprensione si può ricevere e soprattutto dare, il donare all’altro che molto spesso non si riesce a realizzare nei rapporti umani, perché ritenuto inutile e poco soddisfacente, nella relazione con un animale ecco che diventa un lato di noi stessi incontenibile e straordinariamente positivo. Oggi  la visione antropomorfa viene meno, non si cerca più di “addestrare” un animale  con rigore al fine di stabilire una superiorità per pretendere ubbidienza, ma,  grazie a Dio, si è scoperto che il coronamento  del rapporto con il cane o il gatto è la conquista del loro cuore, del loro affetto, del  loro scambio comunicativo. Molte persone si dilungano in racconti della vita quotidiana al proprio animale, e lui fedelmente, ascolta, sia che si sfoci in pianto, che in una sana risata. E il risultato è un legame trionfale , speciale, unico.

spookyDiciamolo, il cane e il gatto fanno il minimo, mangiano dormono e giocano, e il “padrone” (chi mai vuol più essere chiamato così in relazione al proprio Pet?)  preferibilmente identificato come Mami, Papi, o nomignolo preferito, attraverso sforzi che ad alcuni possono sembrare simpaticamente ridicoli , ma senz’altro commoventi, cerca in tutti i modi di interpretare i loro bisogni, le loro sensazioni,  spesso con tenere domande: ” Tesoro vuoi la pappa?” ,”Hai voglia di giocare..?! Birbetta!!” e le reazioni sono sempre sorprendenti. Ecco alcuni Pet Shop in città (ne esistono molti di più) , dove si può fare un salto quando si decide che oggi la birbetta di casa  merita un premio, un regalino, e perché no, un maglioncino per il freddo o il necessaire per la gita fuori porta:

 

  • Porcocane Fashion Dog, via Carlo Alberto 24/bis
  • Per un Pelo,  via Marco Polo 36
  • Pet Store, corso Siracusa 13

 

Buona passeggiata a tutti.

Clelia Ventimiglia

 

(Foto: il Torinese)

 

I giovani protagonisti nel piano comunale

in CULTURA E SPETTACOLI

Il piano si propone di valorizzare e rinnovare le modalità di ascolto e interazione con le nuove generazioni. Tra le priorità del documento vi sono quelle di definire un approccio al tema giovani come “scommessa collettiva”

 

informagiovani sedeUna città che renda protagonisti i giovani, favorendone il diritto allo studio, l’accesso al lavoro, l’autonomia abitativa, ne promuova la partecipazione e migliori la loro qualità della vita, riducendone la precarietà. Sono i temi intorno ai quali ruota il Piano Giovani approvato questa mattina dalla Giunta comunale.

Il documento delinea le strategie di politiche pubbliche dei prossimi anni, definisce l’approccio e il modo con cui si attiveranno progettualità specifiche, attiva strumenti e competenze organizzative per fare in modo che l’investimento sulle nuove generazioni sia collettivo, trasversale, integrato e non confinato nel cono d’ombra delle politiche settoriali.

 

Per “fare di Torino una Capitale dei Giovani” , come in più occasioni il sindaco Piero Fassino ha ribadito, il piano si propone di valorizzare e rinnovare le modalità di ascolto e interazione con le nuove generazioni. Tra le priorità del documento vi sono quelle di definire un approccio al tema giovani come “scommessa collettiva” dell’intera società e l’allargamento a collaborazioni su scala metropolitana.

Solo così si potranno creare e attrarre nuove opportunità rendendo Torino “una città accogliente, attrattiva, capace di offrire opportunità di studio, di lavoro, di vita”.

 

palazzo civico conte“Sviluppare politiche giovanili – ha detto l’assessore Curti presentando il piano – oggi significa ridefinire, in alcuni passaggi anche in modo radicale, il ruolo della Città per decenni fortemente connessa all’erogazione di servizi principalmente coperti economicamente dalla spesa pubblica. Se da una parte, quindi, si è ridotta drasticamente la capacità economica, dall’altra il nostro approccio tenta di mettere a valore e capitalizzare le capacità e le potenzialità che la Città ha di favorire, facilitare, promuovere, garantire, relazionarsi, organizzare.”

Il piano prevede iniziative di comunicazione, marketing e fundraising utili a realizzare compiutamente programmi a favore dell’universo giovanile.

 

 

 

 

 

Ufficio stampa Città di Torino – www.comune.torino.it

 

(Foto: il Torinese)

Il Salone è il romanzo della città

in CULTURA E SPETTACOLI

salone romanzoA kermesse appena terminata, e a fronte dello strepitoso successo avuto da questa edizione, è interessante riflettere sulla storia del Salone torinese. L’autore ricorda le figure di “un libraio giramondo”, Angelo Pezzana della Luxemburg,  di una vicepresidente della Regione, Bianca Vetrino, del Pri, e di un “commercialista audace”, Guido Accornero appassionato di libri antichi e arte.  “È in questo strano triangolo, che nasce nella primavera del 1987 l’idea di un Salone del Libro. Un anno dopo inizia una storia che ha fatto crescere e consolidare un appuntamento che si rinnova da 27 anni”, scrive Roberto Moisio nel suo volume snello e leggibilissimo. La storia della manifestazione è la storia di Torino. Una storia sociale e culturale fatta di piccoli e grandi editori, piccoli e grandi scrittori e – soprattutto – entusiasti lettori.

“Un romanzo di carta. Storia del Salone del libro di Torino”, di Roberto Moisio, Marsilio.

 

(Foto: il Torinese)

 

 

San Giovanni col botto

in CULTURA E SPETTACOLI

Molti animali domestici fuggono in preda al panico per i fuochi d’artificio. Gli animali selvatici perdono l’orientamento rischiando di non riuscire più a far ritorno nel loro territorio o di rimanere uccisi in attraversamenti stradali. La Consulta Animalista fa appello a tutti i cittadini e tutte le associazioni che hanno a cuore la vita degli animali al fine di chiedere al Sindaco di mettere fine a questa usanza nei festeggiamenti

 

berkolinoAveva fatto ben sperare la campagna promossa dalla Città di Torino per i festeggiamenti dello scorso Capodanno. “Gli animali valgono più di un botto” , con questo messaggio erano state tappezzate le vie di Torino lo scorso dicembre. Bene, un passo avanti, era ora che tutti prendessero coscienza del fatto che i botti, petardi, fuochi d’artificio, siano una vero e proprio attentato per la vita degli animali, sia domestici , che selvatici. E invece eccoci qua, in procinto di festeggiare il Santo Patrono di Torino , San Giovanni di nuovo col botto. La Consulta Animalista, in base anche divieto generale di esplosione di botti e fuochi pirotecnici previsti dal Regolamento comunale per la Tutela e benessere degli animali in Città, già nel 2012 e nel 2013 propose al Sindaco di realizzare uno spettacolo pirotecnico silenzioso, cioè senza botti appunto, suggerendo l’opzione di convertirlo in uno spettacolo piromusicale, come già per altro adottato da altre città, Genova in testa.  Purtroppo le conseguenze sulla salute degli animali in seguito a questo genere di spettacoli, sono pesantissime.botto

 

Molti animali domestici fuggono in preda al panico anche dalle proprie abitazioni, gli animali selvatici perdono l’orientamento rischiando di non riuscire più a far ritorno nel loro territorio o peggio ancora rimanere uccisi in attraversamenti stradali. Per quanto riguarda gli uccelli poi, il pericolo maggiore è quello di scaraventarsi letteralmente contro degli ostacoli che per via dello spavento non percepiscono. Tenendo conto anche del fatto che i fuochi d’artificio vengono fatti esplodere nel Po all’altezza dei Murazzi e quindi sotto la collina, abitata proprio da numerose specie di animali, i danni sono sempre ingenti. Per i festeggiamenti di San Giovanni 2014, di nuovo la Consulta Animalista ha chiesto a gran voce di optare per accompagnamenti musicali, anziché per il fragore degli scoppi, ma niente da fare.

 

cane tatamanager La maggioranza dei consiglieri in Comune ha votato contro questa alternativa che prevede un maggiore rispetto di tutti,  affinché tutti appunto,  proprietari di animali, persone anziane o malate e bambini, possano festeggiare in tutta serenità , senza essere disturbati e terrorizzati da questi autentici rumori di guerra. Pertanto la Consulta Animalista fa appello a tutti i cittadini e tutte le associazioni che hanno a cuore la vita degli animali al fine di chiedere al Sindaco di mettere fine a questa usanza nei festeggiamenti, insensata e inutile.

 

C.V.

 

(Foto: il Torinese)

Con la benedizione di Papa Francesco il libro in crisi risorge

in CULTURA E SPETTACOLI

DAL SALONE DEL LIBRO, 9 maggio  – L’editoria religiosa registra flessioni fino al 50% in tutto il mondo. Grazie al pontefice però, si sta verificando una significativa inversione di tendenza: solo nel nostro Paese gli sono stati dedicati in pochi mesi ben 250 titoli

 

papa espresso Mercato del libro ancora negativo nel 2013, dopo due anni di analoga crisi. Anche il 2014 non è meglio se si parla di copie, anche se qualche aspetto positivo è riscontrabile nelle cifre economiche.

 

Al Salone è stata presentata una indagine Nielsen secondo la quale nel primo trimestre di quest’anno sono stati venduti 19,4 milioni di libri: ciò significa un calo di  1,4 milioni rispetto ai primi tre mesi  dello scorso anno.

 

In crescita soltanto i libri per ragazzi. Non sono rose e fiori neppure per l’editoria religiosa, che registra flessioni fino al 50% in tutto il mondo. Grazie a Papa Francesco, però, si sta verificando una significativa inversione di tendenza: solo nel nostro Paese gli sono stati dedicati nei pochi mesi di pontificato, ben 250 titoli.

 

 

 

salone cupoloneTema di questa edizione è il Bene, nelle sue implicazioni  etiche, storiche, letterarie e scientifiche.  Paese Ospite d’onore è la Santa Sede, con un grande spazio espositivo che riproduce l’inconfondibile pavimentazione di Piazza San Pietro e la cupola  della Basilica

 

 DAL SALONE DEL LIBRO, 8 maggio –  Il Ministro dei Beni Culturali, Dario Franceschini, ha inaugurato questa mattina alle 10 il Salone del Libro al Lingotto. A fare gi onori di casa, con il sindaco Piero Fassino, il presidente della Regione Roberto Cota, della Provincia Antonio Saitta e quello  della rassegna Rolando Picchioni con  il direttore Ernesto Ferrero.

 

Tema di questa edizione è il Bene, nelle sue implicazioni filosofiche, etiche, storiche, letterarie e scientifiche.  Paese Ospite d’onore è la Santa Sede, nel Padiglione 3, con un grande spazio espositivo che riproduce l’inconfondibile pavimentazione di Piazza San Pietro e la cupola originaria della Basilica.  Le altre Nazioni presenti: Albania, Arabia Saudita, Brasile, Francia, Israele, Perù, Polonia, Romania. Il prossimo anno, invece, Paese Ospite d’onore sarà la Repubblica Federale di Germania.

 

salone autorità

Come sempre nutritissimo il calendario di eventi all’interno della kermesse.  In apertura Massimo Cacciari, con il suo nuovo libro Labirinto filosofico sulla  tradizione metafisica, dialoga con Federico Vercellone. Invece, Piergiorgio Odifreddi narra  i temi cruciali della scienza iniziando da Lucrezio, per arrivare a Newton, tra fisica, biologia, arte e letteratura. L’ideologo della «decrescita felice», Serge Latouche, illustra la nuova collana dedicata ai fondatori di questa filosofia.

 

Info. www.salonedellibro.it

 

• La ventisettesima edizione del Salone Internazionale del Libro si tiene da giovedì 8 a lunedì 12 maggio 2014 al Lingotto Fiere (via Nizza 280, 10126 – Torino). Il Salone 2014 occupa con i propri spazi espositivi quattro padiglioni di Lingotto Fiere: l’1, 2, 3 e 5.

• Orari: gio-do-lu 10-22; ve-sa 10-23. Biglietto intero 10.00 €, ridotto 8.00 €.

• Il Salone è promosso e coordinato dalla Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura. L’organizzazione fieristica e commerciale è di GL events Italia – Lingotto Fiere.

 lingotto bandierasalone-libro

 salone

 

 

 

(Foto: il Torinese)

 

Lapo colpisce ancora con gli occhiali zebrati

in CULTURA E SPETTACOLI

LAPO JUVE La   nuova collezione griffata propone due modelli, oltre ad un terzo dedicato ai  tifosi juniores della Juventus campione d’Italia

 

 

Lapo colpisce ancora. l’ultima trovata commerciale del rampollo di casa Elkann-Agnelli che – c’è da giurarci – avrà grande successo, sono gli occhiali bianconeri dedicati alla Juventus.  

 

Italia Independent, la società di cui il giovane imprenditore è presidente vuole infatti  celebrare così il terzo scudetto juventino : la   nuova collezione di occhiali da sole propone due modelli, oltre ad un terzo dedicato ai  tifosi juniores della Juve.

 

Gli occhiali si presentano  nel classico bianco e nero istituzionale, oppure in ‘digicamou’, un camouflage con, all’interno, lo scudetto tricolore.

Torino città aperta

in CULTURA E SPETTACOLI

chiesa torinoBambini e ragazzi accompagnano gli adulti alla scoperta di chiese, palazzi, musei, scuole, cascine, parchi

 

Un modo originale per far conoscere i tesori a volte nascosti della nostra città, coinvolgendo gli studenti. Si tratta dell’iniziativa Torino Porte Aperte, promossa dal Comune. Nel mese di maggio le scuole torinesi di ogni ordine e grado aprono i monumenti alla cittadinanza; bambini e ragazzi accompagnano gli adulti alla scoperta di chiese, palazzi, musei, scuole, cascine, parchi adottati durante l’anno scolastico nell’ambito del progetto nazionale La scuola adotta un monumento.

 

www.comune.torino.it

(Foto: il Torinese)

 

 

 

Monumenti aperti il 4 maggio

Circoscrizione 1

BASILICA SS. MAURIZIO E LAZZARO
dalle ore 15.00 alle 18.00
Adottata dall’istituto d’arte Passoni 
ritrovo per visita: via Milano 20

Circoscrizione 2

FONDAZIONE SANDRETTO RE REBAUDENGO
dalle ore 15.00 alle 19.00
Adottata dal liceo Cavour 
ritrovo per visita: via Modane 16
presentazione di alcune opere dell’Esposizione temporanea Soft Pictures

Monumenti aperti l’11 maggio

Circoscrizione 1

PALAZZO MADAMA
dalle ore 15.00 alle 17.00
Adottato dal liceo classico D’Azeglio
ritrovo per visita: piazza Castello all’ingresso di Palazzo Madama

PALAZZO BIRAGO DI VISCHE
dalle ore 15.00 alle 18.00
Adottato dall’istituto comprensivo Tommaseo scuola primaria D’Assisi
ritrovo per visita: via Vanchiglia 6
ore 17.00 balletti e canti folkloristici piemontesi a cura dell’Associazione Piemontese

SCUOLA FEDERICO SCLOPIS E PIAZZA ARBARELLO
dalle ore 15.00 alle 18.00
Adottate dalla scuola primaria Sclopis
ritrovo per visita: via del Carmine 27
ore 15.30 itinerario a piedi con letture di interviste ad ex allievi
ricerca dei nuovi edifici sorti sui resti dei bombardamenti
apertura del museo della scuola Sclopis

SCUOLA FALLETTI DI BAROLO E PARCO URBANO LA CLESSIDRA
dalle ore 10.00 alle 13.00
Adottati dalla scuola primaria Falletti di Barolo
ritrovo per visita: via Cassini 98
ore 10.00 Alla scoperta dei Monumenti  orienteering topografico-culturale a squadre e in bici nel quartiere con Associazione Pro Natura; premiazione
inaugurazione nella scuola di un nuovo spazio creativo (in collaborazione con Bimed) e aperitivo “Alla Giulia”

Circoscrizione 4

SCUOLA EMANUELE FILIBERTO DUCA D’AOSTA
dalle ore 15.30 alle 18.30
Adottata dalla scuola primaria Duca D’Aosta
ritrovo per visita: via Capelli 51
ore 16.00 spettacolo teatrale; mostra e poesie

Circoscrizione 5

CHIESA NOSTRA SIGNORA DELLA SALUTE
dalle ore 10.00 alle 17.00
Adottata dalla scuola secondaria di I grado Saba 
ritrovo per visita: via Vibò 24

Circoscrizione 7

SCUOLA EDMONDO DE AMICIS 
dalle ore 15.00 alle 18.00
Adottata dall’istituto comprensivo Regio Parco – scuola primaria De Amicis
ritrovo per visita: via Masserano 4
ore 15.00 spettacolo musicale 

Circoscrizione 10

MAUSOLEO DELLA BELA ROSIN
dalle ore 14.30 alle 17.30
Adottato dall’istituto comprensivo Cairoli
ritrovo per visita: str. Castello di Mirafiori 148/7

Monumenti aperti il 18 maggio

Circoscrizione 1

CASERMA DEI CARABINIERI CERNAIA
dalle ore 15.00 alle 18.00
Adottata dall’istituto tecnico Avogadro 
ritrovo per visita: via Cernaia 23
ore 15.30 – 16.30 – 17.30 proiezione di un cortometraggio sulla caserma Cernaia

PALAZZO CARIGNANO
dalle ore 15.30 alle 18.30
Adottato dall’istituto Fellini
ritrovo per visita: piazza Carignano
mostra: foto e disegni su particolari del Palazzo
Mr. Jack a palazzo… con il coinvolgimento dei visitatori

CISTERNONE E MUSEO PIETRO MICCA
dalle ore 9.00 alle 12.30
Adottati dalla scuola primaria Ricardi di Netro
ritrovo per visita: via Valfrè 8
con ingresso gratuito e partecipazione del Gruppo storico degli Amici di Pietro Micca

SCUOLA NICCOLÒ TOMMASEO
dalle ore 15.30 alle 17.30
Adottata dall’istituto comprensivo Tommaseo scuola secondaria di I grado Verdi
ritrovo per visita: via dei Mille 15

Circoscrizione 2

VILLA AMORETTI E ARANCIERA
dalle ore 9.30 alle 12.30
Adottate dalla scuola primaria Mazzini
ritrovo per visita: corso Orbassano 200

Circoscrizione 3

ARCHIVIO DELL’ISTITUTO DOMENICO BERTI
dalle ore 9.00 alle 12.00
Adottato dall’istituto magistrale Berti
ritrovo per visita: via Duchessa Jolanda 27 bis
registri, verbali, documenti, attestati dal tempo di Domenico Berti (Unità d’Italia) ad oggi

SCUOLA PIETRO BARICCO 
dalle ore 10.00 alle 13.00
Adottata dalla scuola primaria Baricco
ritrovo per visita: corso Peschiera 380
Adozione della fabbrica Diatto e storia del quartiere operaio

SCUOLA SANTORRE DI SANTAROSA
dalle ore 14.30 alle 18.30
Adottata dall’istituto comprensivo Alberti scuola primaria 
ritrovo per visita: via Braccini 70
visita al museo della scuola inaugurato nel 2013
ore 14.30 festa del “Primino”
ore 15.30 spettacolo teatrale La gioia per i bambini è…
ore 16.00 e ore 17.00 concerto dell’orchestra Santarosa

Circoscrizione 5

SCUOLA GIUSEPPE ALLIEVO 
dalle ore 15.00 alle 18.30
Adottata dalla scuola primaria Allievo
ritrovo per visita: via Vibò 62
ore 15.15: saluto delle Autorità ed inaugurazione della targa del Centenario
ore 15.45: saggio musicale di allievi della scuola
ore 16.30: coro scolastico e danze etniche

SCUOLA MARGHERITA DI SAVOIA 
dalle ore 15.00 alle 18.00
Adottata dalla scuola primaria Margherita di Savoia
ritrovo per visita: via Thouar 2

Circoscrizione 6

CASCINA MARCHESA
dalle ore 10.30 alle 12.00
Adottata dalla scuola secondaria di I grado Viotti
ritrovo per visita: corso Vercelli 141
la storia di Barriera di Milano
esibizione della sezione musicale della scuola

SCUOLA ARISTIDE GABELLI
dalle ore 15.00 alle 18.00
Adottata dalla scuola primaria Gabelli
ritrovo per visita: via Santhià 25
visita al rifugio antiaereo
la scuola partecipa a “Adotta un quartiere” di Urban Barriera di Milano

SCUOLA G. ENRICO PESTALOZZI
dalle ore 15.00 alle 18.00
Adottata dalla scuola primaria Pestalozzi
ritrovo per visita: via Banfo 32
visita alla mostra permanente Cent’anni di vita in Barriera e alle mostre temporanee Pestalozzi è …
la scuola partecipa a “Adotta un quartiere” di Urban Barriera di Milano

SCUOLA E MUSEO ERICH GIACHINO 
dalle ore 9.30 alle 12.30
Adottata dalla scuola primaria Giachino
ritrovo per visita: via Campobasso 11
visita al museo Erich Giachino

SCUOLA E CENTRO DI DOCUMENTAZIONE ANNA FRANK 
dalle ore 9.30 alle 12.00
Adottati dalla scuola primaria Frank
ritrovo per visita: via Vallauri 24
drammatizzazioni, letture animate e canti sulla figura di Anna Frank e sul tema del sogno

SCUOLA XXV APRILE 
dalle ore 9.30 alle 12.30
Adottata dalla scuola primaria XXV Aprile
ritrovo per visita: via Cavagnolo 35
visita al museo della scuola inaugurato nel 2012 
ore 11.00 flash mob

Circoscrizione 7

LABORATORIO STORICO DI SCIENZE
dalle ore 11.00 alle 13.00
Adottato dall’istituto comprensivo di via Ricasoli – scuola secondaria di I grado Rosselli
ritrovo per visita: via Ricasoli 15
il laboratorio di scienze ieri e oggi: gli strumenti per la didattica

SCUOLA LEONE FONTANA
dalle ore 10.00 alle 12.00
Adottata dall’istituto comprensivo di via Ricasoli – scuola primaria Fontana
ritrovo per visita: via Buniva 19
Coraggio fate chiasso, suonate i tamburi!
Sergio Liberovici e la scuola Fontana, ricordi e documenti dell’archivio storico della scuola

Circoscrizione 8

VILLA DELLA REGINA
dalle ore 10.00 alle 12.30
Adottata dall’istituto comprensivo Tommaseo scuola secondaria di I grado Calvino
ritrovo per visita: str. com. Santa Margherita 79
ingresso per gruppi di 15 persone ogni 30 minuti, con prenotazione obbligatoria alla scuola (tel. 011.885279 – 011.8172664) dal 12 al 16 maggio
durante il percorso di visita intrattenimento musicale e teatrale
manifestazione in collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali  Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici del Piemonte

Circoscrizione 9

ARCO OLIMPICO
dalle ore 10.00 alle 12.00
Adottato dall’istituto Luxemburg 
ritrovo per visita: piazza Galimberti angolo via Giordano Bruno, sotto l’orologio degli ex MOI
visite guidate ogni 30 minuti

Circoscrizione 10

PARCO COLONNETTI
dalle ore 9.30 alle 11.30
Adottato dall’istituto comprensivo Salvemini – scuole primarie Salvemini e Morante
ritrovo per visita: Casa del Parco, via Panetti 1
canti, filastrocche e un patto con gli abitanti magici del parco
lezione aperta di motoria La natura è un sogno con l’Associazione Dietro le quinte
percorso naturalistico-fantastico attraverso miti e leggende di alcuni alberi del parco a cura dell’Associazione Pro Natura

Monumenti aperti il 25 maggio

Circoscrizione 1

CHIESA SS. SIMONE E GIUDA TADDEO
dalle ore 15.00 alle 18.00
Adottata dall’International School of Turin
ritrovo per visita: via Garibaldi 13
proiezione di un cortometraggio, successiva visita ai resti medievali della Chiesa
ore 15.00 – 16.00 – 17.00 visita in italiano, ore 15.30 – 16.30 – 17.30 visita in inglese
ingresso per gruppi di 15 persone ogni 30 minuti, con prenotazione obbligatoria inviando sms al 3319892102 o mail a porteaperte@isturin.it

CHIESA SANTA TERESA D’AVILA
dalle ore 15.00 alle 18.00
Adottata dal liceo scientifico Cattaneo 
ritrovo per visita: via Santa Teresa 5

CHIESA DELLA MISERICORDIA
dalle ore 15.30 alle 18.00
Adottata dalla scuola secondaria di I grado Torino-Via Revel
ritrovo per visita: via Barbaroux 41
momento musicale
drammatizzazione: detenzione e pena di morte
mostra Leggere e scrivere in carcere a cura dell’Associazione Educamente ed Educreative

CHIESA DI SANTA PELAGIA
dalle ore 15.30 alle 18.00
Adottata dall’istituto comprensivo Tommaseo scuola secondaria di I grado Verdi
ritrovo per visita: via San Massimo 21
ore 17.00 spettacolo teatrale Invito a corte

COLLEGIO SAN GIUSEPPE
dalle ore 11.00 alle 13.00 e dalle ore 15.00 alle 18.00
Adottato dalla scuola secondaria di I grado Collegio San Giuseppe
ritrovo per visita: via San Francesco da Paola 23
visita all’istituto, alla biblioteca storica, al museo metrico/decimale, al museo naturalistico, al monumento ai Caduti, al teatro

PIAZZA CARIGNANO
dalle ore 11.00 alle 13.00
Adottata dall’istituto Berti
ritrovo per visita: piazza Carignano

PIAZZA XVIII DICEMBRE
dalle ore 11.00 alle 13.00
Adottata dal liceo scientifico Volta
ritrovo per visita: piazza XVIII Dicembre angolo via Cernaia

Circoscrizione 2

CASCINA IL GIAJONE E GHIACCIAIA
dalle ore 16.00 alle 18.00
Adottate dalla scuola primaria Gobetti
ritrovo per visita: via Guido Reni 114
apertura della biblioteca A. Passerin D’Entrèvés

Circoscrizione 3

LE NUOVE – carceri giudiziarie
dalle ore 15.30 alle 18.00
Adottate dalla scuola secondaria di II grado Bosso – Monti
ritrovo per visita: via Borsellino 3
mostra e rappresentazione su Salvatore Lanza e Salvatore Porceddu e sul fenomeno del terrorismo

Circoscrizione 6

SCUOLA GIOVANNI CENA
dalle ore 10.00 alle 12.00
Adottata dall’istituto comprensivo Cena  scuola primaria 
ritrovo per visita: strada San Mauro 32
ore 10.30 drammatizzazione sulla storia della scuola
Circoscrizione 7

DEPOSITO GTT TORTONA MANIN E PALAZZINA DI VIA MONGRANDO 32
dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle ore 14.30 alle 18.00
Adottati da PortAperta e ArtCadd gestiti dalla Cooperativa Animazione Valdocco
ritrovo per visita: via Mongrando 32
proiezioni video, mostra fotografica e artistico-pittorica, intrattenimento musicale
punto di ristoro su tram storico GTT 
ore 17.00 La carrozza di tutti, storytelling a cura di Davide Ferraris – Libreria Therese presso il cortile del Deposito GTT
ingresso per gruppi di 20 persone ogni 30 minuti, con prenotazione obbligatoria (tel. 366/3771139, mail info@cpeservizi.it con orario lunedì-venerdì ore 8.30 – 18.30, sabato ore 8.30 – 13.30)

SCUOLA LUDOVICO ANTONIO MURATORI
dalle ore 10.00 alle 12.00
Adottata dall’istituto comprensivo di via Ricasoli – scuola primaria Muratori
ritrovo per visita: via Ricasoli 30
la scuola con la sua storia lunga 101 anni: 1913-2014 e il suo orologio
visita al museo storico inaugurato nel 2013

Circoscrizione 8

ORTO BOTANICO
dalle ore 15.00 alle 18.00
Adottato dalla scuola secondaria di I grado Nievo Matteotti plesso Nievo
ritrovo per visita: viale Mattioli 25
storia e caratteristiche dell’Orto botanico

SCUOLA BORGNANA PICCO
dalle ore 15.30 alle 18.30
Adottata dalla scuola secondaria di I grado Nievo Matteotti plesso Matteotti
ritrovo per visita: corso Moncalieri 218

Circoscrizione 10

SCUOLA E GIARDINO MARIELE VENTRE
dalle ore 10.00 alle 12.00
Adottati dalla scuola dell’infanzia Ventre
ritrovo per visita: via Plava 177/2
ore 10.30 spettacolo Stagioni e colori

Abiti e mobili vintage nel mercatino di via Amendola

in CULTURA E SPETTACOLI

antiquariatoAbiti della nonna, borsette create da stilisti che aspirano a diventare celebri, oggetti di modernariato e mobili di antiquariato. Non manca il banco delle divise e dei gadgets militari

 

E’ quasi un piccolo Balon, il mercatino che tiene banco sabato 3 e domenica 4 maggio nelle centralissime vie Amendola e Buozzi, alle spalle della centralissima via Roma.

 

Per iniziativa dei commercianti della zona, il piccolo mercato propone ai turisti e ai torinesi un’ampia gamma di abiti della nonna, borsette create da stilisti che aspirano a diventare celebri, oggetti di modernariato e mobili di antiquariato.

 

Non manca il banco delle divise e dei gadgets militari. Una simpatica iniziativa per vivacizzare il commercio e il centro storico.

 

(Foto: il Torinese)

Lavoro giovanile? E’ (quasi) una garanzia

in CULTURA E SPETTACOLI

Entro quattro mesi dall’iscrizione online ci si candida per proposte di lavoro, formazione e tirocinio in Italia ed all’estero. Sarà possibile ricevere inviti ad iniziative di orientamento sulla domanda delle imprese, informazioni sulle opportunità  del volontariato e del servizio civile

 

garanziagiovanipiemonteNe avevamo già parlato in un precedente articolo. Ora l’iniziativa è pienamente operativa. I giovani sotto i 24 anni che non studiano e intendono ottenere un lavoro hanno da oggi una nuova opportunità. Si tratta di garanziagiovanipiemonte.it, il portale – vetrina del programma della Regione per aiutare i ragazzi di questa fascia di età.  Entro quattro mesi dall’iscrizione online ci si candida per proposte di lavoro, formazione e tirocinio in Italia ed all’estero.

 

Sarà possibile ricevere inviti ad iniziative di orientamento sulla domanda delle imprese, informazioni sulle opportunità  del volontariato e del servizio civile. Le diverse proposte lavorative e le offerte formative saranno in rete dal 10 maggio, con la garanzia di operatori pubblici e privati aderenti ad una carta dei servizi.

 

Verrà, inoltre, elaborato il profilo degli utenti per farli incontrare con l’offerta delle aziende. La Regione stanzia per 5,6 milioni di euro per cercare di garantire a mille giovani l’ingresso nel mondo del lavoro già a partire da quest’anno.

 

www.regione.piemonte.it

Come ti FaciliTo l’impresa

in CULTURA E SPETTACOLI

Si chiama  FaciliTo Giovani e Innovazione Sociale, studiato dal Comune per sostenere l’avvio di progetti imprenditoriali di giovani tra 18 e 40 anni nell’ambito dell’innovazione sociale. Possono accedervi anche imprese già attive, composte prevalentemente da giovani, interessate ad aprire o potenziare una sede operativa a Torino

 

palazzo civico conte

Si può davvero definire come un  programma fatto su misura per i soggetti di età compresa tra 18 e 40 anni, aspiranti imprenditori, lavoratori autonomi, imprenditori individuali. Si chiama  FaciliTo Giovani e Innovazione Sociale, studiato dalla Città di Torino  per sostenere l’avvio di progetti imprenditoriali di giovani nell’ambito dell’innovazione sociale. Possono accedervi anche imprese già attive, composte prevalentemente da giovani, interessate ad aprire o potenziare una sede operativa a Torino.

 

L’impresa dovrà svolgere in modo continuativo la propria attività, almeno per tre anni dalla data in cui si è concluso il progetto di investimento. Il programma, attivo fino  a dicembre 2015, salvo precedente esaurimento della dotazione finanziaria, offre supporto per trasformare idee innovative in campi diversi – dall’educazione al lavoro, dalla mobilità alla qualità della vita, dalla salute all’inclusione sociale – in servizi, prodotti, soluzioni capaci di creare al tempo stesso valore economico e sociale per il territorio e la comunità.

 

Il programma, che investe 650.000 euro in sostegni diretti alle imprese, offre supporto informativo, accompagnamento alla costituzione e sviluppo dell’impresa, sostegno finanziario e un set di servizi supplementari offerti dal network di partner, pubblici e privati, che rappresentano l’ecosistema dell’innovazione sociale a Torino.

 

www.comune.torino.it

 

(Foto: il Torinese)

Da qui si Torna su