Category archive

CULTURA E SPETTACOLI - page 300

Porta il tuo cane all'esposizione di Grugliasco

in CULTURA E SPETTACOLI

cani grugliasco

Manifestazione cinofila amatoriale per cani di razza e meticci

 

Maury, Country Shop e Wuuft, realtà specializzate nel mondo cinofilo, promuovono per il 28 giugno una esposizione cinofila amatoriale di grande interesse. L’iniziativa, aperta a cani di razza e meticci, si svolge vicino al centro commerciale Le Gru di Grugliasco, in via Alberto Sordi, 25, sotto l’egida del Gruppo piemontese G. Solaro del Boxer Club d’Italia. Iscrizioni sul posto, dalle ore 8 alle 10. Pranzo a 15 euro. Info: 348 40 37 253. Una simpatica occasione per trascorrere una giornata a contatto con gli amici a quattro zampe.Raduni di razza e premi per ogni categoria. Appuntamento a domenica 28 giugno.

Come diventare "pet sitter"

in CULTURA E SPETTACOLI

I Casting mirano a formare un team di professionisti che agiranno sotto la supervisione ed il supporto dello staff mypetadvisor.com

 

cane petcasting petSe hai sempre desiderato lavorare con gli animali e nutri per loro un grande amore, partecipa Sabato 20 e Sabato 27 Giugno ai primi Casting per futuri “Pet Sitter” legati al progetto mypetadvisor.com, la nuova piattaforma 100% pet welcome nata il 29 Aprile con l’intento di fornire supporto ed assistenza a tutti i proprietari di animali. I Casting, che si terranno presso la sede della Held Eventi a Torino, mirano a formare un team di professionisti che agiranno sotto la supervisione ed il supporto dello staff mypetadvisor.com. Coloro che passeranno le selezioni, parteciperanno inoltre ad un breve corso di formazione con l’obiettivo di acquisire conoscenze veterinarie e legate al comportamento degli animali, da applicare per la corretta gestione degli stessi ed in caso di necessità. Al Casting possono partecipare tutte le persone maggiorenni, senza limiti di età ed il lavoro potrà essere svolto full time, part-time o dando una precisa disponibilità oraria.  Per partecipare è obbligatorio inviare la propria candidatura via mail all’indirizzo staff@mypetadvisor.com al fine di ricevere conferma in merito a quando potersi presentare. Non saranno ammessi ai Casting tutti coloro che non avranno presentato la richiesta in maniera corretta.

 

(http://mypetadvisor.com/scheda/torino-casting-pet-sitter-by-mypetadvisor/)

Le iniziative del Comitato No Zoo

in CULTURA E SPETTACOLI

Nel caso di riapertura di un “bioparco”, definizione apparentemente “innovativa” per una forma di detenzione animale a scopo commerciale, si ricorda che la Direttiva europea di riferimento, è stata largamente disattesa

 

zoo-torinoSi terrà mercoledì 17 giugno alle ore 16.30 all’installazione “Black villa”, nei pressi dell’ingresso dell’ex zoo, la conferenza stampa di presentazione delle iniziative organizzate dal Coordinamento No Zoo, al fine di scongiurare la riapertura di un luogo di prigionia per animali e la privatizzazione del Parco Michelotti. Presso l’installazione en plein air, memoria storica della chiusura dell’ex zoo avvenuta nel 1987, a titolo simbolico verranno imprigionati a turno nella gabbia-gazebo cittadine e cittadine torinesi contrari al progetto di “valorizzazione” del parco deliberato dal Comune di Torino. Con occasione verranno informati e invitati cittadine e cittadine a partecipare per ribadire l’opposizione alla vendita dei beni comuni e per la tutela dei diritti di tutti*.Per quanto riguarda l’ipotesi di sfruttamento degli animali nell’area in oggetto, si rimarcherà che, nonostante le “rassicurazioni” della pubblica amministrazione in merito al rispetto del Regolamento n. 320, esso non inibisce la presenza di fattorie didattiche o similari. Nel caso di riapertura di un “bioparco”, definizione apparentemente “innovativa” per una forma di detenzione animale a scopo commerciale, si ricorda che la Direttiva europea di riferimento, è stata largamente disattesa (vd. www.euzooinquiry.eu). L’evento si inquadra in prossimità dell’imminente uscita del bando di gara per la concessione al soggetto privato vincitore la gestione dell’area per la durata di trent’anni. 

 

COORDINAMENTO NO ZOO

info: noprigionierialmichelotti@gmail.com

FB: No Zoo a Torino

Aperibau Summer edition 2015 con Freedog

in CULTURA E SPETTACOLI

freedog aperibau

Una location nuova e molto spaziosa che permetterà a tutti di potersi godere una serata di socializzazione e divertimento con i propri amici pelosetti

 

Freedog, giovedì 18 giugno inaugura l’APERIBAU SUMMER EDITION 2015, un aperitivo in una location nuova e molto spaziosa che permetterà a tutti di potersi godere una serata di socializzazione e divertimento con i propri amici pelosetti. A disposizione per tutti in serata ospiti del mondo cinofilo, professionisti che avranno piacere di confrontarsi con il pubblico e di rispondere alle loro domande L’apericena + consumazione: 10 euro su prenotazione. Il locale e’: Pixie Life e Food Strada della Venaria 160/e Torino), di fronte allo stabilimento GTT

Viaggio studio nel cuore dell’Unione europea

in CULTURA E SPETTACOLI

parlamento europeo

In particolare, si persegue l’obiettivo di insegnare a lavorare insieme per ConsultaUEprendere decisioni che coincidano con gli interessi dei cittadini europei. Il programma della delegazione piemontese, dopo la scoperta di alcuni punti di interesse storico e culturale della capitale belga, lunedì 15 giugno prevede la visita all’Europarlamento

 

Un percorso alla scoperta delle istituzioni europee: dal 12 al 15 giugno i vincitori della XXXI edizione del concorso “Diventiamo cittadini europei” sono in visita a Bruxelles, città dove hanno sede le principali istituzioni comunitarie. Si tratta del viaggio studio, organizzato dalla Consulta regionale europea, dedicato agli studenti degli istituti di istruzione secondaria del Piemonte. I temi del concorso hanno puntato l’attenzione sui concetti di cittadinanza europea e disoccupazione, soprattutto giovanile, nei Paesi Ue. Domenica 14 giugno i trentadue studenti, partecipano al “Role Play Game” del “Parlamentarium”, un  gioco di ruolo interattivo che permette di ripercorrere l’iter dei lavori d’Aula, all’interno del Centro visitatori del Parlamento. In tal modo, ai ragazzi è dato di sperimentare il processo di formazione di alleanze, negoziazione con le altre Istituzioni e comunicazione con i media. In particolare, si persegue l’obiettivo di insegnare a lavorare insieme per prendere decisioni che coincidano con gli interessi dei cittadini europei. Il programma della delegazione piemontese, dopo la scoperta di alcuni punti di interesse storico e culturale della capitale belga, lunedì 15 giugno prevede la visita all’Europarlamento, che agisce in qualità di co-legislatore e condivide con il Consiglio il potere di adottare e modificare le proposte legislative e decidere sul bilancio dell’Unione. In questa occasione è previsto il possibile incontro con alcuni eurodeputati eletti della circoscrizione Nord-Ovest, ch comprende oltre al Piemonte anche la Lombardia, la Liguria e la Valle d’Aosta. Gli studenti che partecipano al viaggio premio provengono dagli istituti superiori di Acqui Terme, Alessandria, Alba, Asti, Biella, Borgomanero, Bra, Carmagnola, Chieri, Cuneo, Ivrea, Mondovì, Novara, Omegna, Pinerolo, Savigliano, Torino e Vercelli.

 

Daniela Roselli -www.cr.piemonte.it

Raccontare la Repubblica

in CULTURA E SPETTACOLI

libro gobetti 2

libro gobettiLeonardo Casalino e Marco Gobetti sono entrambi torinesi. Il primo insegna storia e cultura italiana all’Università Stendhal di Grenoble, mentre il secondo è un noto drammaturgo, attore e regista che coniuga da sempre l’attività di prosa su strada a quella nei teatri

 

Quando i testi che compongono un volume vengono scritti, a quattro mani, da uno storico e da un attore, è possibile che le parole non richiedano solo di essere lette ma anche interpretate a voce da chiunque le “senta”. E così hanno fatto con il loro Raccontare la Repubblica (Edizioni SEB27) Leonardo Casalino e Marco Gobetti, entrambi torinesi. Il primo insegna storia e cultura italiana all’Università Stendhal di Grenoble, mentre il secondo è un noto drammaturgo, attore e regista che coniuga da sempre l’attività di prosa su strada a quella nei teatri. In Raccontare la Repubblica settanta anni di vicende italiane vengono ricostruiti e ripensati a partire da parole chiave che “ordinano” sia cronologicamente che per temi la nostra storia contemporanea, dalla nascita della Repubblica ad oggi. Dai primi passi della Costituente al Referendum, dal periodo della costruzione “materiale” tra la fine degli anni Quaranta e gli anni Cinquanta, i giovani ed i fermenti degli anni Sessanta, la violenza degli anni bui con  i troppi segreti che segnano interi decenni decenni; e ancora:  le regole e la giustizia al centro del dibattito pubblico dagli anni Ottanta in poi l’intreccio tra lavoro, l’avvento dell’ Europa e la globalizzazione nel passaggio stretto da un secolo all’altro per finire con il confronto tra l’inveterato vizio della “furbizia” e lo sguardo dei nuovi italiani figli dell’immigrazione. Leonardo Casalino e Marco Gobetti  offrono al lettore anche una cronologia ragionata e l’indicazione di letture per approfondire gli argomenti trattati nel libro. “ Perché il lettore curioso, magari dopo avere ascoltato o sperimentato l’interpretazione di uno dei testi proposti, possa approfondire i temi indicati”, dicono entrambi. Aggiungendo come il lettore stesso possa “aggiungere proprie domande a quelle formulate all’inizio di ogni capitolo e alle quali il libro cerca di dare delle risposte. Nella speranza che questo lavoro possa anche aiutare a trovare le parole giuste per leggere in maniera consapevole il presente e pensare il futuro”. Il volume rappresenta la prosecuzione di una collaborazione, teorica e pratica, iniziata con il ciclo Lezioni recitate, tesa a sviluppare metodi per raccontare la storia oralmente.

 

Marco Travaglini

La triste storia degli alpeggi-truffa

in CULTURA E SPETTACOLI

Uncem Piemonte ha evidenziato che fatti simili rappresentano l’ennesimo enorme danno per tutto il sistema agricolo piemontese

 

MONTAGNELa Guardia di Finanza è tornata ad occuparsi della truffa degli alpeggi, con indagati ed arrestati in tutto il Nord Italia. Un fatto analogo si era avuto in Valsusa nel mese di marzo e anche in  quell’occasione erano scattate le manette. E, oggi come allora, Uncem Piemonte ha evidenziato che fatti simili rappresentano l’ennesimo enorme danno per tutto il sistema agricolo piemontese, nonché per l’intero comparto economico delle Terre Alte e per centinaia di imprenditori onesti. Puntualizza l’Unione dei comuni montani in una nota che: “Lucrare su territorio, beni ambientali, paesaggistici, confidando nel mancato controllo delle autocertificazioni è certamente da condannare. La Magistratura farà il suo percorso e le indagini dovranno fare chiarezza su tutte le pratiche poco chiare, sulle frodi, sui pascoli affittati da imprese agricole che hanno le sedi distanti anche mille chilometri dai luoghi dove gli animali dovrebbero essere condotti. Uncem si unisce alle richieste di chi pretende una migliore organizzazione del sistema della Pac (Politica agricola comunitaria) dove questa tocca appunto alpeggi, pascoli e monticazione.”

Massimo Iaretti

Piemonte Allontanamento zero

in CULTURA E SPETTACOLI

Nuove ipotesi di intervento per quei minori che, nonostante le difficoltà delle loro famiglie d’origine, hanno bisogno di vedere tutelato il loro diritto a crescere in salute nelle proprie case, con gli affetti più cari                                                        

 

allontanamento libroGiovedì 18 giugno, alle ore 18,00, presso la Biblioteca dell’Educatorio della Provvidenza in Corso Trento, 13  a Torino (isola pedonale della Crocetta) verrà presentato il libro “Piemonte Allontanamento zero”, di Roberto Cardaci e Gaetano Baldacci (Ananke Edizioni). Con gli autori interverranno l’Assessore alle Politiche Sociali, della Famiglia e della Casa della Regione Piemonte Augusto Ferrari e il Consigliere Regionale Gian Luca Vignale. “Allontanamento zero” si occupa di tracciare nuove ipotesi di intervento per quei minori che, nonostante le difficoltà delle loro famiglie d’origine, hanno bisogno di vedere tutelato il loro diritto a crescere in salute nelle proprie case, con gli affetti più cari. Il testo partendo da un’ampia raccolta di storie di vita di parenti che hanno vissuto sulla loro pelle il dramma dell’allontanamento, evidenzia le contraddizioni e i limiti di questa pratica che risulta spesso essere nociva per i minori allontanati e di non produrre cambiamenti positivi nei loro genitori. Studi internazionali, ricerche e sperimentazioni locali dimostrano che è possibile attivare modalità di intervento alternative, basate su equipe multiprofessionali, interventi domiciliari e reti territoriali di sostegno.

 

Con questo lavoro gli autori intendono aprire un dibattito sulla grande sfida che devono affrontare le politiche di sostegno alla genitorialità alla luce dei cambiamenti proposti sia da un nuovo welfare più rispettoso della dignità delle persone, sia dalle nuove conoscenze scientifiche, che richiedono di superare logiche rigide e standardizzate ed orientarsi a intervenire con modalità più partecipative, corresponsabili, attente alle persone e ai loro bisogni. Tra le ipotesi presentate interventi di prevenzione, sostegni domiciliari all’interno del nucleo familiare e collaborazione, nella logica della “terzietà”, con le associazioni di tutela familiare. Il testo  ospita, inoltre numerosi articoli di esperti del settore familiare che hanno esplorato il tema in base alle loro sensibilità e competenze professionali e accademiche. La prefazione del libro è stata curata da Augusto Ferrari Assessore alle politiche sociali e della famiglia della Regione Piemonte, dove sono attive nuove esperienze di sostegno ai minori ed alle famiglie fragili. Il ricavato dalle vendite, su volontà degli autori, verrà interamente devoluto all’Associazione “Cresco a Casa” per i suoi interventi operativi a favore delle famiglie in difficoltà.

 

Marco Travaglini

Il più puro dei gioielli per uno stile Boho-chic

in CULTURA E SPETTACOLI

CANTONI GLAMOURLa rivista GLAMOUR di giugno, dedica uno spazio da protagonisti assoluti ai gioielli GC CANTONI , gli unici gioielli realizzati a mano in metallo prezioso puro

 

Per un’estate all’insegna del glamour e delle tendenze più esclusive del momento, il boho-chic è senza dubbio lo stile a cui ispirarsi. Super top e personaggi dello spettacolo adottano questo stile che richiama quello hippy degli anni 70 e tutti gli accessori che lo completano sono must a cui non è possibile rinunciare se si desidera avere un outfit glamour in questa magica estate. E proprio la rivista GLAMOUR di giugno, dedica uno spazio da protagonisti assoluti ai gioielli GC CANTONI , gli unici gioielli realizzati a mano in metallo prezioso puro (quello scelto da glamour per questo mese è oro puro) seguendo il metodo di lavorazione descritto nella domanda di brevetto per invenzione industriale; è “il più puro dei gioielli”.In ogni momento, in ogni luogo e situazione i gioielli GC CANTONI donano alla donna la perfezione che desidera: con il più puro dei gioielli lacantoni logo donna indossa l’essenza della perfezione che completa anche lo stile boho. La maison GC CANTONI   esalta con  le sue linee il diverso animo di ogni donna,  e completa  qualsiasi stile , anche lo stile boho che è il più cool di questa estate 2015.

 

 http://www.giovannacantoni.com/

 

 

INFORMAZIONE COMMERCIALE

Concorso Stabilo, ecco la creatività dei bimbi

in CULTURA E SPETTACOLI

circolo bimbi

Alle insegnanti è stato chiesto di partecipare al concorso, assistendo i piccoli alunni nella stesura di un elaborato a tema libero, lasciando spazio alla fantasia

 

I piccoli alunni della Scuola dell’infanzia Martin Luther King di Torino, seguiti dall’insegnante Giuseppa Torre, e quelli della Scuola dell’infanzia Borgo Venezia di Chieri), con le maestre Giuseppina Ghioni, Enrica Cassetta, Licia Gola e Sabina Lano, si sono aggiudicati il concorso “STABILO woody 3in1” promosso in Piemonte da STABILO, con l’obiettivo di stimolare la fantasia e la creatività dei bambini.  Martedì 9 giugno presso le sedi delle scuole, alle ore 11 in via Thures 11 a Torino e alle ore 14.30 in via Polesine a Chieri (TO), i piccoli “campioni” verranno premiati, con una dotazione di prodotti STABILO del valore di oltre 500 € ciascuna, da Magda Borsani, Marketing and Communication Manager STABILO Italia, Manlio Michele Lupi,referente STABILO per le Scuole. Per l’occasione saranno presenti anche Gianni Butera della cartoleria CMG (Corso Francia 185 di Collegno) a Torino e Laura Binello della cartoleria Buffetti (Via Roma 8 di Chieri) a Chieri.Sono stati più di 200 gli elaborati svolti e caricati sul sito dedicato www.stabilo.it/woody, per un totale di 67 scuole partecipanti e 800 maestre di 320 scuole dell’infanzia piemontesi coinvolte, alle quali sono stati messi gratuitamente a disposizione i matitoni woody 3in1 con il loro temperamatitone e una brochure informativa. Alle insegnanti è stato chiesto di partecipare al concorso, assistendo i piccoli alunni nella stesura di un elaborato a tema ibero, lasciando spazio alla fantasia grazie ai matitoni STABILO woody 3in1.

Massimo Iaretti

Da qui si Torna su