Category archive

BREVI DI CRONACA - page 591

Appalti Sanità, interrogato Alberto Goffi

in BREVI DI CRONACA

ASLIl colloquio, durato due ore e mezza è avvenuto su mandato della Corte dei Conti

 

L’ex consigliere regionale Udc, Alberto Goffi, è stato ascoltato oggi in qualità di testimone, dai carabinieri di Torino.

 

Il colloquio, durato due ore e mezza è avvenuto su mandato della Corte dei Conti che intende fare chiarezza sul funzionamento degli appalti nell’ambito della Sanità regionale.

 

Goffi è stato ascoltato nella sua qualità di ex presidente della Commissione d’indagine sulla Sanità del Consiglio regionale.

 

(Foto: il Torinese)

Pazzo da videopoker lancia acido al barista

in BREVI DI CRONACA

L’aggressore che si è anche inferto alcune ferite con un coltello, dopo essere stato fermato dalla polizia è stato affidato ai servizi sociali

 

videopokerUn nordafricano indispettitosi per aver perso denaro al videopoker in un bar del quartiere Dora, ha lanciato acido contro il titolare del locale.

 

Questi se l’è cavata con qualche escoriazione al piede e alla gamba ed è stato medicato sul posto dai soccorritori del 118.

 

L’aggressore che si è anche inferto alcune ferite con un coltello, dopo essere stato fermato dalla polizia è stato affidato ai servizi sociali.

 

Catturata la “banda del buco”

in BREVI DI CRONACA

Sottratti 5 milioni neIl’arco di una decina di anni. Il denaro proveniva dai caveau di una ditta di vigilanza

 

carabinieri autoDavvero un bel gruzzolo, non c’è che dire: 5 milioni neIl’arco di una decina di anni.  

 

Il denaro proveniva dai caveau di una ditta di vigilanza che aveva il compito di trasportare e custodire  valori per gli istituti bancari.

 

Sono state arrestate 7  persone, quattro finite in cella e tre ai domiciliari. L’operazione è stata condotta dai carabinieri, su mandato del Tribunale di Torino.

 

I reati contestati  sono associazione a delinquere, furto continuato e aggravato, simulazione di reato e bancarotta fraudolenta.
   

Avances agli studenti su Fb: arrestato professore

in BREVI DI CRONACA

L’ ipotesi di reato è induzione alla prostituzione minorile

 

polizia munGli agenti della polizia municipale di Torino hanno arrestato un insegnante della scuola Pininfarina di Moncalieri.  

 

L’ ipotesi di reato è induzione alla prostituzione minorile. Il professore avrebbe rivolto vances su Facebook ai suoi studenti per ottenere  rapporti sessuali.

 

Due episodi simili erano già emersi la settimana scorsa.

 

(foto: il Torinese)

Donna scomparsa da venerdì mattina

in BREVI DI CRONACA

SCOMPARSAAl momento le ricerche non hanno dato risultati. Chi dovesse avere notizie si può rivolgere ai carabinieri di Beinasco

 

Maria Grazia Gonella, 50 anni, è scomparsa da venerdì mattina. La donna, che abita a Borgaretto e lavora all’Asl di Nichelino come logopedista, è uscita di casa in bicicletta ma non è mai giunta al posto di lavoro.

 

I familiari hanno diffuso questi dati: alta circa un metro e settanta, capelli e occhi scuri. La signora Gonella ha due figli.

 

Al momento le ricerche non hanno dato risultati. Chi dovesse avere notizie si può rivolgere ai carabinieri di Beinasco.

Accusa tassista di stupro e lo fa picchiare dal fidanzato

in BREVI DI CRONACA

L’aggressione avvenne nel dicembre di due anni fa a Leinì. Soltanto successivamente si scoprì che il mandante dell’agguato era un’insegnante elementare

 

taxiIl povero tassista torinese che nel 2012 fu aggredito e  malmenato con violenza da due clienti, non si capacitava di cosa fosse successo.

 

L’aggressione avvenne nel dicembre di due anni fa a Leinì. Soltanto successivamente si scoprì che il mandante dell’agguato era un’insegnante elementare.

 

La donna si  era inventata che il tassista l’aveva violentata. Così aveva inviato il fidanzato e il fratello. per una spedizione punitiva. Nell’udienza di oggi al Palagiustizia la maestra è stata condannata a due anni di carcere per calunnia.

 

Il malcapitato autista avrà diritto ad essere risarcito.

 

(Foto: il Torinese)

Turismo bocciato: Audi nera tampona il tram verde

in BREVI DI CRONACA

Collisione tra una Audi e il tram turistico che attraversa il centro storico consentendo ai passeggeri di ammirare le bellezze di Torino

 

auto incidenteUna giovane donna, a bordo di una Audi nera, ha avuto la sventura di tamponare contro una sorta di istituzione subalpina: il verde e storico tram turistico che attraversa il centro storico consentendo ai passeggeri di ammirare le bellezze di Torino.

 

L’incidente è avvenuto intorno alle 13 all’incrocio tra i corsi Vinzaglio e Matteotti. Tranne qualche ammaccatura  ai due mezzi non si sono riscontrati, per fortuna, danni alle persone.

 

Si può dire, in controtendenza che, almeno per una volta,  il turismo torinese è stato bocciato.

 

(Foto: il Torinese)

Compro oro fondevano e rivendevano oggetti rubati

in BREVI DI CRONACA

A due titolari di negozi torinesi è stata sospesa la licenza

 

compro oroAncora problemi per alcuni punti vendita di compro oro.

 

A due titolari di fatto di negozi torinesi è stata infatti sospesa la licenza.  Sono stati arrestati dalla polizia con l’accusa di aver fuso e  successivamente rivenduto nei propri esercizi commerciali dei  preziosi rubati.

 

Il provvedimento di sospensione è stato preso dalla Questura  di Torino.

 

 

Il giudice: “Questo non è un dibattito sulla Tav”

in BREVI DI CRONACA

I rappresentanti delle forze dell’ordine hanno parlato di manifestanti vestiti di nero e con il volto mascherato, in quello che fu un inferno di molotov, petardi e pietre

 

notav chiara claudioLa notte del 14 maggio dello scorso anno, a Chiomonte, i manifestanti attaccarono da posizioni diversi gli schieramenti delle forze dell’ordine, allo scopo di creare confusione e riuscire a entrare nel cantiere. E’ quanto hanno testimoniato agenti di polizia, soldati e carabinieri all’ultima udienza del processo ai quattro attivisti no tav incarcerati con l’accusa di terrorismo. Quella notte i  disordini incominciarono attorno alle 3, con i primi lanci di  pietre.POLIZIA CAMION

 

I rappresentanti delle forze dell’ordine hanno anche parlato di manifestanti vestiti di nero e con il volto mascherato, in quello che fu un inferno di molotov, petardi e pietre. In una precedente udienza un testimone della difesa aveva raccontato, invece, che i poliziotti lanciavano fumogeni ad altezza d’uomo per disperdere la folla. Da qui la richiesta dei difensori, di chiedere un’indagine approfondita sull’operato della polizia. 

 

 

notav manifestanteDa segnalare che il  dibattito sulla Torino-Lione non terrà banco al processo. E’ quanto ha deciso il presidente della Corte d’Assise di Torino, Pietro Capello. Il giudice, infatti, ha respinto l’ammissione di testimoni in merito. A giudizio di Capello la realizzazione della linea ferroviaria è una precisa decisione dello Stato  pertanto non è sindacabile in sede processuale  e non deve condizionare il giudizio.

 

(Foto: il Torinese)

La droga viaggiava sul bus dalla Calabria

in BREVI DI CRONACA

Particolare attenzione durante le indagini  allo smercio di cocaina, hashish, e marijuana. Quest’ultima di una varietà  geneticamente modificata, proveniente da  Reggio Calabria  e inviata soprattutto a Torino e  Santena

 

POLIZIA CROCETTASono al momento dodici gli arresti  nelle province di Torino, Roma, Napoli e Reggio Calabria, nella fase conclusiva di  un’indagine andata avanti per  due anni. Complessivamente sono state eseguite misure cautelari per  una ventina di persone. Arrestato anche un latitante della  ‘ndrangheta. Il pm Antonio Smeriglio è il coordinatore dell’operazione.

 

La polizia è riuscita a bloccare  un traffico di armi e  droga che riguardava le tre regioni.  Le indagini della  Direzione  Distrettuale Antimafia di Torino hanno portato agli arresti con le accuse di detenzione  di sostanze stupefacenti, detenzione, porto e cessione di armi  clandestine.  “Skunk”  è il nome dato all’operazione di polizia,  come un tipo di  cannabis  ottenuta miscelando il prodotto del Messico con quello dell’Afganistan.

 

Particolare attenzione durante le indagini  allo smercio di cocaina, hashish, e marijuana. Quest’ultima di una varietà  geneticamente modificata, proveniente da  Reggio Calabria  e inviata soprattutto a Torino e  Santena.

 

La droga giungeva nella nostra regione attraverso  pacchi  caricati sui bus della linea Reggio Calabria-Torino.

 

(Foto: il Torinese)

 

 

Da qui si Torna su