Category archive

BREVI DI CRONACA - page 530

Nuovo arresto nell'operazione anti 'Ndrangheta

in BREVI DI CRONACA

carabinieri-case

Tra gli indagati compare anche Francesco Furchì, accusato di essere l’omicida del consigliere comunale torinese Alberto Musy

 

Vincenzo D’Alcalà, già detenuto dallo scorso mese di luglio, è stato raggiunto da un nuovo ordine di custodia cautelare nell’ambito dell’operazione contro la ‘ndrangheta ‘Scacco al re’. Tra gli indagati compare anche Francesco Furchì, accusato di essere l’omicida del consigliere comunale torinese Alberto Musy. Nell’inchiesta diversi episodi di estorsione e di usura contro imprenditori e commercianti di Santena.La polizia ha scoperto nuovi casi nel prosieguo delle indagini.

Ragazza suicida con un coltello nel petto

in BREVI DI CRONACA

carabinieri xx

Pare che la giovane soffrisse di crisi depressive

 

Giallo a Settimo Torinese, una ragazza 26enne, di origine greche, è stata trovata morta nel suo appartamento con un coltello nel petto. Non si conoscono ancora i fatti nei dettagli, ma poichè la porta era chiusa dall’interno e non risultano segni di scasso l’ipotesi più probabile è che si tratti di suicidio. Pare che la giovane soffrisse di crisi depressive. La donna non era andata a scuola a prendere il figlio, da lì è scattato l’allarme. Indagano i carabinieri.

Il camoscio "impiccato" è stato scuoiato da professionista

in BREVI DI CRONACA

CAMOSCIO

Sull’animale non sono stati rinvenuti segni di proiettili o traumi da investimento

 

L’ autopsia svolta all’Istituto zooprofilattico torinese ha stabilito che il camoscio trovato appeso ad un albero davanti al liceo Galileo Ferraris è stato catturato e ucciso con una trappola. Successivamente è stato scuoiato da un professionista. E’ ancora mistero su chi possa avere messo la carcassa – e perchè – sui rami degli alberi davanti alla scuola. Sull’animale non sono stati rinvenuti segni di proiettili o traumi da investimento. Sono stati inoltre prelevati campioni dell’animale per capire da quale territorio provenga.

Giovane marocchino picchiato a morte nella notte

in BREVI DI CRONACA

POLIZIA CROCETTA

Il ragazzo circondato per strada da un gruppo di persone che hanno incominciato a colpirlo violentemente con calci e pugni

 

Un giovane di origini marocchine è stato aggredito e picchiato morte durante la notte a Torino. L’omicidio è avvenuto nella zona di Lucento. Una testimone ha detto alla polizia di avere visto il ragazzo circondato per strada da un gruppo di persone che hanno incominciato a colpirlo violentemente con calci e pugni. Al momento la polizia ha fermato due stranieri, mentre altri sono ricercati. Il movente del delitto potrebbe essere un regolamento di conti nel mondo della droga.

Tir "ubriaco" contromano in autostrada a Villanova

in BREVI DI CRONACA

carabinieri xx

Alla vista delle gazzelle il camionista ha cercato di fuggire

 

Stava imboccado l’autostrada in contromano alle porte di Torino, ieri sera, al casello di Villanova d’Asti. Due pattuglie dei carabinieri hanno però bloccato l’ autista polacco di 51 anni, sul quale è stato riscontrato un tasso alcolemico di 2,23 nel sangue. E’ stato un automobilista che è riuscito a schivare il camion ad avvisare i carabinieri. Alla vista delle gazzelle il camionista ha cercato di fuggire. Bloccato, gli è stata ritirata la patente, mentre  il mezzo è in stato di fermo amministrativo.

Ciclista piemontese di 51 anni muore investito in Liguria

in BREVI DI CRONACA

POLIZIA CROCETTA

E’ stato investito e ucciso da un’auto sull’Aurelia nel tratto tra Borgio Verezzi e Finale

 

Un ciclista 51enne di Fossano, si chiamava Rudy Giatti, è stato investito e ucciso da un’auto sull’Aurelia nel tratto tra Borgio Verezzi e Finale, in provincia di Savona. Sono prontamente intervenuti la polizia, i militi della Croce Bianca di Borgio Verezzi e  i soccorritori  del 118. L’uomo è stato trasferito in codice rosso all’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure ma purtroppo è morto per i traumi riportati. Sta indagando la magistratura torinese. Pare che la vettura, che viaggiava a velocità moderata, non sia riuscito a scansarlo.

Uffici comunali chiusi fino al 7 gennaio

in BREVI DI CRONACA

ARCHITETTURA

Per il dettaglio delle aperture e degli orari consultare la pagina dedicata alle sedi anagrafiche sul sito internet della Città

 

Tempo di risparmi anche per la pubblica amministrazione. Gli uffici comunali e quelli regionali saranno chiusi il 2 e il 5 gennaio.  Riapriranno al pubblico il 7 gennaio. Per quanto riguarda il Comune tutti gli uffici anagrafici resteranno chiusi il giorno venerdì 2 gennaio 2015 tranne la sede centrale di via della Consolata 23 che aprirà in orario 8.15-13.50. Il giorno lunedì 5 gennaio 2015 resteranno aperti 6 uffici anagrafici decentrati, mentre la sede centrale resterà chiusa. Per il dettaglio delle aperture e degli orari consultare la pagina dedicata alle sedi anagrafiche sul sito internet della Città. Rimarranno regolarmente aperti, in Piazza Palazzo di Città, il 2 e il 5 gennaio gli uffici URP e Informacittà, che saranno invece chiusi il 6 gennaio, festivo.Anche il sito web del Comune riprenderà l’attività dopo l’Epifania.

 

(Foto: il Torinese)

Consigliere comunale suicida dopo il compleanno

in BREVI DI CRONACA

carabinieri auto

Si tratta di Nicola Fiorenza di 36 anni. Ricerche dei carabinieri e dei vigili del fuoco

 

E’ scomparso martedì sera Nicola Fiorenza, 36 anni, consigliere comunale di Maglione, comune del Torinese. Ha  festeggiato il compleanno e dopo non si sono più avute sue notizie. L’uomo non è più rientrato a casa, tanto è vero che la sua famiglia ha sporto denuncia ai carabinieri. Le ricerche dei carabinieri della Compagnia di Ivrea e dei vigili del fuoco nelle campagne della zona,  ricche di boscaglie e terreni agricoli al confine tra le province di Torino e Vercelli, hanno dato un drammatico esito. L’uomo è stato trovato impiccato a un albero. Si è suicidato e lascia moglie e due figli.

Perde la voce al call center, la procura indaga

in BREVI DI CRONACA

Una donna di 43 anni è stata colpita da cordite cronica

 

call centerUna donna che lavorava in un call center ha perso la voce. Ha 43 anni ed è stata colpita da cordite cronica. Un caso che è già all’esame della procura della repubblica  di Torino, dove il pm Raffaele Guariniello ha aperto un fascicolo. L’ipotesi di reato è di lesioni colpose e il nome dell’amministratore delegato della società, la Voice Care, è stato iscritto nel registro degli indagati. Nella documentazione di valutazione del rischio – così ritiene l’Asl –  l’azienda non aveva calcolato la possibilità che i telefonisti venissero colpiti da questa patologia.

Voleva rivedere il suo Paese per l’ulima volta: morto in autostrada

in BREVI DI CRONACA

UCRAINA

Lui aveva 61 anni, residente in Spagna, ed era malato terminale di tumore

 

Una storia commovente, quella dell’ uomo morto sulla strada verso il  proprio Paese lontano, l’Ucraina, dove voleva recarsi per passare i suoi ultimi giorni di vita. Lui aveva 61 anni, residente in Spagna, ed era malato terminale di tumore. Grazie alla moglie e ad un amico che lo stavano accompagnando nella sua terra,  stava per realizzare il suo ultimo desiderio. Purtroppo la malattia lo ha stroncato sull’autostrada A32, nell’area di servizio Grambosco di Salbertrand, sul camper su cui stavano viaggiando verso l’Ucraina. Troppo lontana, irraggiungibile.

Da qui si Torna su