A settembre World Plogging Championship 

Fino al 31 luglio si può aderire alla virtual challenge per aggiudicarsi il pettorale per il campionato mondiale di corsa & raccolta dei rifiuti abbandonati, al via il prossimo 28 settembre nei sentieri della Val Gandino. Inoltre, è possibile qualificarsi per la prima edizione della gara di Urban Plogging del 29 settembre a Bergamo.

Correre raccogliendo i rifiuti abbandonati che si incontrano lungo il percorso, facendo incetta di residui del cosiddetto fenomeno del “littering”, ovvero la dispersione nell’ambiente di piccoli (e a volte grandi) rifiuti. Si tratta del plogging, una disciplina che negli ultimi anni sta prendendo sempre più piede tra gli appassionati di running e trail running e che l’istituzione del World Plogging Championship ha trasformato in una vera e propria competizione internazionale, con atleti provenienti da ogni parte del mondo.

PH Stefano Jeantet – World Plogging Championship

La quarta edizione del World Plogging Championship si terrà dal 27 al 29 settembre 2024 nei boschi della Val Gandino, nella media Val Seriana in provincia di Bergamo. La tradizionale cerimonia di inaugurazione, in programma venerdì 27 settembre, sarà seguita dal briefing pre-gara in cui si sveleranno gli ultimi dettagli sul territorio destinato alla sfida. Il giorno successivo, sabato 28, gli atleti che avranno superato le prove di qualifica nel corso dell’anno 2024 si confronteranno in una competizione di trail plogging della durata massima di sei ore sui sentieri della Val Gandino.

 

È l’algoritmo che decide il mondiale

Una notte per fare il conteggio di quanti e quali rifiuti gli atleti avranno raccolto, a cui sommare la distanza e il dislivello di percorrenza: tutti i dati verranno elaborati da un collaudato algoritmo che decreterà il campione e la campionessa mondiali di plogging 2024. A mettere in palio il titolo iridato saranno l’italiana Elena Canuto e lo spagnolo Manuel Jesús Ortega García, che vinsero il mondiale lo scorso anno a Genova, edizione (con oltre 80 atleti in rappresentanza di 16 nazioni) passata alla storia perché i plogger in gara hanno recuperato un totale di 3.000 kg di rifiuti abbandonati, di cui il 71% è stato differenziato e avviato al riciclo. La domenica 29 settembre non si terranno solo le premiazioni, ma in programma c’è anche la prima edizione della gara di Urban Plogging che si svolgerà a Bergamo.

PH Stefano Jeantet – World Plogging Championship

Adesione gratuita, dopo una accurata selezione

L’iscrizione al World Plogging Championship è completamente gratuita per i plogger così come l’ospitalità, a carico dell’organizzazione stessa. Trattandosi però di un Campionato mondiale è necessario passare attraverso una fase di qualificazione virtuale che coinvolgerà atleti e atlete da tutto il mondo. Come funziona? Basta registrarsi sulla web-app www.ploggingchallenge.com, selezionando il percorso “Plogging Challenge”. Tramite le proprie sessioni personali, svolte individualmente attorno a casa, in montagna o in vacanza è possibile accumulare punti e difendere le prime posizioni in classifica. Il punteggio è calcolato automaticamente dal sistema, inserendo le specifiche di quantità e qualità dei rifiuti raccolti, nonché i dettagli atletici, segnalati tramite apposite app per smartphone o smartwatch, oltre a due foto che comprovino la performance realizzata. L’ufficio tecnico di E.R.I.C.A. soc. coop. si occuperà di effettuare controlli a campione per monitore la correttezza dei risultati, aggiornando periodicamente la classifica!

 

Tutte le adesioni ricevute entro la data limite del 31 luglio otterranno punteggi che saranno conteggiati dall’algoritmo, il quale stabilirà chi sono i migliori plogger del mondo selezionati per le finali del World Plogging Championship 2024. La novità di quest’anno sarà la duplice classifica: per la prima volta ci si potrà qualificare attraverso la virtual challenge non solo per la specialità Trail di sabato 28 settembre ma anche per l’Urban plogging di domenica 29. A passare la selezione saranno le prime 40 persone in classifica per il Trail (le restanti 40 saranno invece selezionate tramite la rete di gare qualificanti) e le prime 50 per l’Urban.

PH Stefano Jeantet – World Plogging Championship

«Sempre più praticanti in giro per il mondo animano il popolo del plogging! Non più solo attivisti attenti alle tematiche ambientali, ma anche veri e propri atleti pronti a sfidarsi a colpi di chilometri e affondi sulle gambe! È per questo che, oltre alle gare qualificanti, vogliamo promuovere sempre più la possibilità di qualificarsi attraverso una virtual challenge, così che atleti e appassionati  plogger da tutto il mondo possano confrontarsi e aspirare a staccare  il biglietto per le finali dei campionati mondiali. Una cosa è certa: più concorrenti si sfidano con le qualificazioni più il mondo sarà pulito!»,  Roberto Cavallo, ideatore e direttore di gara del World Plogging Championship.

 

Per informazioni aggiuntive e per scoprire tutti gli aggiornamenti, si può consultare il sito ufficiale www.worldploggingchampionship.com e i profili social Facebook e Instagram.

Il Campionato Mondiale di Plogging è organizzato dal Comitato Internazionale di Plogging, composto da AICA – Associazione Internazionale per le Comunicazione AmbientaleERICA soc. coop.ACEA Pinerolese IndustrialeErik Ahlström – PloggaCarlo Degiovanni – Podistica Valle Infernotto e Sandro Fioravanti – RAI Sport.

Leggi qui le ultime notizie: IL TORINESE

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo Precedente

Trancio di salmone con puré di broccoli e ceci

Articolo Successivo

Rallenta il mercato immobiliare a Torino

Recenti:

IL METEO E' OFFERTO DA

Auto Crocetta