Oggi al cinema

in CULTURA E SPETTACOLI

Le trame dei film nelle sale di Torino

A cura di Elio Rabbione

1917 – Drammatico. Regia di Sam Mendes, con George MacKay, Dean-Charles Chapman, Colin Firth, Benedict Cumberbatch e Richard Madden. 6 aprile, 1917. Blake e Schofield, giovani caporali britannici, ricevono un ordine di missione suicida: dovranno attraversare le linee nemiche e consegnare un messaggio cruciale che potrebbe salvare la vita di 1600 uomini sul punto di attaccare l’esercito tedesco. Per Blake l’ordine da trasmettere assume un carattere personale dal momento che suo fratello fa parte di quei 1600 soldati che devono lanciare l’offensiva. Il loro sentiero della gloria si avventura su un terreno accidentato, trincee vuote, fattorie disabitate, città sventrate, per impedire una battaglia e percorrere più in fretta il tempo che li separa dal 1918. Durata 110 minuti. (Ambrosio sala 1, Massaua sala 4, Classico, Eliseo Grande, Ideal, Museo del Cinema – Massimo sala Rondolino, Reposi sala 3, The Space Parco Dora sala 1/3/6, The Space Le Fornaci sala 6, Uci Cinemas Lingotto sala 5/6/7, Uci Cinemas Moncalieri sala 1 anche V.O. e sala 2/3)

 

18 regali – Drammatico. Regia di Francesco Amato, con Vittoria Puccini, Benedetta Porcaroli e Edoardo Leo. Come ogni anno Alessio consegna alla figlia Anna un regalo lasciatole da Elisa. È il giorno del diciottesimo compleanno di Anna e da scartare le rimane l’ultimo regalo, ma un desiderio di ribellione e un senso di vuoto incolmabile la spingono a fuggire dalla festa organizzata dal papà. Si ritrova a vagare di notte in mezzo alla strada e una macchina la investe. Al suo risveglio, Anna si ritrova faccia a faccia con la madre che non ha mai conosciuto: il destino le regala così l’occasione di conoscere Elisa e farsi conoscere a sua volta, in uno straordinario viaggio ricco di emozioni e speranze. Durata 115 minuti. (Lux, Uci Cinemas Lingotto sala 5, Uci Cinemas Moncalieri sala 1)

 

Cena con delitto – Knives out – Drammatico. Regia di Rian Johnson, con Daniel Craig, Chris Evans, Ana de Armas, Jamie Lee Curtis e Michael Shannon. Harlan Thrombey, romanziere, editore e carismatico patriarca di una bizzarra famiglia allargata, viene scoperto cadavere da una cameriera il mattino dopo una sontuosa festa di compleanno per i suoi 85 anni, la gola tagliata che sembra il risultato di un suicidio. La lussuosa villa di campagna vede l’arrivo di due ispettori di polizia, dell’investigatore privato Benoit Blanc e dei famigliare del ricco imprenditore. Con una eredità che fa gola ad ognuno dei componenti la famiglia, e con un’indagine che gratta sotto la superficie degli eventi, la costernazione lascia velocemente il posto al sotterfugio e al pregiudizio. Durata 131 minuti. (Ambrosio sala 3)

City of Crime – Thriller. Regia di Brian Kirk, con Chadwick Boseman, Sienna Miller e J.K. Simmons. Un detective della polizia di New York alle prese con una coppia di rapinatori (sono anche ex veterani di guerra), colpevoli d’aver ucciso, durante il furto di un carico di cocaina, otto poliziotti. Per catturarli, con l’aiuto di una collega, durante una fatidica intera notte, si dovranno chiudere tutti i 21 ponti della città. Ma il detective dovrà anche guardarsi le spalle, per sfuggire ad una macchinazione orchestrata contro di lui. Durata 99 minuti. (Uci Cinemas Lingotto sala 3, Uci Cinemas Moncalieri sala 4)

 

La Dea Fortuna – Drammatico. Regia di Ferzan Ozpetek, con Stefano Accorsi, Edoardo Leo, Jasmine Trinca, Filippo Nigro e Serra Yilmaz. Nella Roma di oggi, in una delle tante periferie della capitale care al regista di origine turca, Arturo e Alessandro sono una coppia da più di quindici anni. Nonostante la passione e l’amore si siano trasformati in un affetto importante, la loro relazione è in crisi da tempo. L’improvviso arrivo nelle loro vite di due bambini che un’amica gli ha lasciato in custodia, causa un ricovero in ospedale, potrebbe però dare un’insperata svolta alla loro stanca routine. Durata 117 minuti. (Due Giardini sala Ombrerosse, F.lli Marx sala Chico, Reposi sala 6, Romano sala 3)

 

Figli – Commedia. Regia di Giuseppe Bonito, con Paola Cortellesi, Valerio Mastandrea e Stefano Fresi. Nicola e Sara hanno scoperto a loro spese uno dei segreti meglio custoditi del mondo contemporaneo: fare il secondo figlio, nell’Italia della natalità zero e della precarietà come regola di vita, rischia di innescare una bomba ad orologeria e aprire il varco ad una serie di incognite spesso difficile da gestire. La relazione fra Nicola e Sara, teoricamente imperniata su una divisione dei compiti 50/50, fa sentire ognuno di loro non riconosciuto nei propri sforzi e gravato ben oltre il dovuto delle incombenze familiari. Che fare allora quando tutto quello che vorresti è saltare fuori dalla finestra di casa tua e abbandonare il campo? durata 97 minuti. (Massaua sala 5, Greenwich Village sala 1 e sala 2, Ideal, Nazionale sala 2, The Space Parco Dora sala 4 e sala 2, The Space Le Fornaci sala 1, Uci Cinemas Moncalieri sala 5)

Hammamet – Drammatico. Regia di Gianni Amelio, con Pierfrancesco Favino, Livia Rossi, Renato Carpentieri, Omero Antonutti e Claudia Gerini. Una riflessione su uno spaccato scottante della nostra Storia recente. Gli ultimi sei mesi della vita di Bettino Craxi, il suo esilio, la sua malattia. Sono passati vent’anni dalla scomparsa di uno dei leader più discussi del Novecento italiano e il suo nome, che un tempo riempiva le cronache, è chiuso oggi in un silenzio assordante. Fa paura, scava dentro memorie oscure, viene rimosso senza appello. Basato su testimonianze reali, l film non vuole essere una cronaca fedele né un pamphlet militante. L’immaginazione può tradire i fatti “realmente accaduti” ma non la verità. La narrazione ha l’andamento di un thriller, si sviluppa su tre caratteri principali: il re caduto, la figlia che lotta per lui, e un terzo personaggio, un ragazzo misterioso, che si introduce nel loro mondo e cerca di scardinalo dall’interno. Durata 126 minuti. (Ambrosio sala 2, Massaua sala 1 e sala 2, Eliseo Blu, Museo del Cinema – Massimo sala Cabiria, Reposi sala 1, The Space Parco Dora sala 4, The Space Le Fornaci sala 5, Uci Cinemas Lingotto sala 9, Uci Cinemas Moncalieri sala 6)

 

Jojo Rabbit – Commedia. Regia di Taika Waititi, con Roman Griffin Davis, Scarlett Johansson, Sam Rockwell e Taika Waititi. Il giovanissimo Jojo Betzier ha dieci anni e ha molte difficoltà a relazionarsi con i suoi coetanei. Sempre impacciato viene appunto chiamato Jojo Rabbit per sottolineare, con la crudeltà di certi bambini, sostenuti dagli adulti in divisa nazista, le sue difficoltà. Per cercare di affrontare un mondo che per lui è del tutto ostile, egli si rivolge allora al suo amico immaginario che ha le sembianze di Adolf Hitler: ma il ragazzino comincia a porsi parecchie domande sulla legittimità di quanto gli viene insegnato a scuola e nel campo di addestramento, quando scopre che la madre (la Johansson, candidata all’Oscar) nasconde in casa una ragazza ebrea, Elisa. Tra i due nasce un’amicizia che porta il ragazzino a guardare con altri occhi quanto sta succedendo intorno a lui e a dubitare sulla bontà degli insegnamenti relativi al nazismo che riceve. Film d’apertura e grande successo all’ultimo TFF. Durata 108. (Eliseo Rosso, Greenwich Village sala 1 e sala 2, Romano sala 2, The Space Parco Dora sala 6, The Space Le Fornaci sala 4 e sala 9, Uci Cinemas Lingotto sala 3 e sala 4, Uci Cinemas Moncalieri sala 8)

Piccole Donne – Drammatico. Regia di Greta Gerwig, con Saoirse Ronan, Emma Watson, Florence Pugh, Eliza Scanlen, Timothée Chamalet, Louis Garrel, Laura Dern e Meryl Streep. La storia delle quattro sorelle March, Meg, Jo, Beth e Amy, quattro giovani donne determinate a seguire i propri sogni, alle prese con i problemi della loro età, sullo sfondo della Guerra Civile Americana. Figura di risalto del gruppo è Jo, che si distingue dalle altre per la sua indole indipendente e per la sua perenne ricerca di libertà, che fanno di lei una donna ribelle in pieno contrasto con la figura femminile tradizionale del tempo. Determinata e testarda, Jo desidera affermarsi come scrittrice, nonostante i tempi non siano ancora maturi per un’autrice donna. La giovane è però pronta a tutto pur di realizzare il suo desiderio e spronerà le sue sorelle a fare altrettanto con i loro sogni e a ribellarsi a quel rigido sistema sociale che le vuole sposate in un matrimonio di convenienza, abili soltanto a badare alla casa e ai figli. Durata 135 minuti. (Centrale V.O., Massaua sala 1, F.lli Marx sala Harpo anche V.O., Greenwich Village sala 2 e sala 3, Ideal, Reposi sala 7, Romano sala 1, The Space Parco Dora sala 5, The Space Le Fornaci sala 7, Uci Cinemas Lingotto sala 1 e sala 4, Uci Cinemas Moncalieri sala 12)

 

Pinocchio – Fantasy. Regia di Matteo Garrone, con Roberto Benigni, Federico Ielapi, Gigi Proietti, Rocco Papaleo, Massimo Ceccherini e Massimiliano Gallo. Geppetto, un povero falegname costruisce per sé un burattino di legno che si rivela in grado di parlare e muoversi da solo. L’uomo decide di trattarlo come un figlio e lo battezza Pinocchio. Che è disobbediente ed uno spirito libero: tuttavia, egli scopre da una fata che se si comporterà bene, lei lo trasformerà in un bambino vero, capace di provare a fondo ogni emozione. Ancora una trasposizione dal “Pinocchio” di Carlo Lorenzini, apparso nel 1881, divenuto già fumetto e cartone animato, che già ha incontrato Comencini e Benigni. Durata 124 minuti. (Reposi sala 2, Uci Cinemas Lingotto sala 1, Uci Cinemas Moncalieri sala 13)

 

Il primo Natale – Commedia. Diretto e interpretato da Ficarra e Picone, con Massimo Popolizio. Un viaggio nel tempo, dall’oggi alla Palestina della nascita di Gesù. Comicamente, lo fanno Salvo e Valentino, come per magia: il primo è un ateo e un ladro colpito dalla passione per l’arte sacra e non appena si appropria di di una preziosa reliquia in un piccolo paese della Sicilia ecco che Valentino prende a inseguirlo… ma i due si ritrovano al centro di un presepe vivente nei giorni che precedono l’arrivo della Sacra Famiglia. Durata 100 minuti. (Uci Cinemas Moncalieri sala 7)

 

La ragazza d’autunno – Drammatico. Regia di Kantemir Balagov, con Viktoria Miroshnichenko e Vasilisa Perelygina. Leningrado, 1945. La guerra è finita ma l’assedio nazista è stato feroce e la città è in ginocchio. Lya è una ragazza bionda, timida e altissima, che ogni tanto “si blocca” per un trauma da stress. Lavora come infermiera in un ospedale e si occupa del piccolo Pashka. Ma quando la vera madre del bambino, Masha, torna dal fronte, lui non c’è più. Spinta psicologicamente al limite dal dolore e dagli orrori vissuti, Masha vuole un altro figlio e Lya dovrà aiutarla, a tutti i costi. Durata 137 minuti. (Ambrosio sala 3, Greenwich Village sala 3)

Richard Jewell – Drammatico. Regia di Clint Eastwood, con Paul Walter Hauser, Kathy Bates e Sam Rockwell. Il regista di “Mystic river”, quasi novantenne (il compleanno il prossimo 31 maggio) racconta la vicenda che scosse la città di Atlanta il 27 luglio 1996, durante le Olimpiadi, allorché l’uomo del titolo scoprì, abbandonato in un parco, uno zainetto con una bomba all’interno. Il pronto intervento di Richard fece sì che, lanciando l’allarme, lo scoppio facesse “soltanto” un morto e un centinaio di feriti. Ben più grave sarebbe stato il bilancio senza il coraggio di quell’uomo: prima salutato come eroe, poi indagato e ritenuto il presunto responsabile dell’attentato dall’FBI, complice delle accuse un quotidiano della città che aveva visto in quell’uomo, che ancora viveva con la madre e che coltivava la passione per le armi e il culto delle forze dell’ordine, il perfetto soggetto da perseguire. Dopo pochi mesi fu scagionato, con le nuove indagini che portarono al vero colpevole, ma la sua vita divenne un inferno. Oggi Clint contribuisce a ridare all’uomo, ormai scomparso, la sua piena dignità. Kathy Bates, nel ruolo della madre, è candidata al premio Oscar come miglior attrice non protagonista. Durata 129 minuti. (Centrale, Massaua sala 2, Due Giardini sala Nirvana, F.lli Marx sala Groucho anche V.O., Ideal, Lux sala 2, Reposi sala 5, The Space Parco Dora sala 7, The Space Le Fornaci sala 3, Uci Cinemas Lingotto sala 4 e sala 11, Uci Cinemas Moncalieri sala 14)

 

Sorry we missed you – Drammatico. Regia di Ken Loach, con Kris Hitchen e Debbie Honeywood. Ricky, Debbie vivono a Newcastle con i loro due figli. Sono una famiglia forte che si prende cura l’uno dell’altro. Lui è passato da un lavoro ad un altro mentre lei continua a prendersi cura degli anziani. Nonostante lavorino duramente si rendono conto che non avranno mai l’indipendenza o la propria casa. Ricky – che ha visto sfumare l’ultimo precario lavoro e ha perso la propria casa per non aver potuto pagare il mutuo – accetta un contratto con una ditta di consegne a domicilio, vende l’auto della moglie e si compra un camion, ma non ha un’assicurazione che lo salvaguardi da soprusi di ogni sorta. Durata 100 minuti. (Nazionale sala 1)

 

Star Wars – L’ascesa di Skywalker – Fantascienza. Regia di J.J. Abrams, con Daisy Ridley, Adam Driver e Oscar Isaac. Arrivati al nono episodio della saga che da quarant’anni accompagna (e avvince) gli spettatori di ogni età al cinema, ecco che ancora una volta ci troviamo di fronte all’eterna lotta tra il Bene e il Male. All’indomani delle azioni raccontate dagli “Ultimi Jedi”, ritroviamo la Resistenza e il Primo Ordine, personaggi che ben conosciamo come Poe e Rey, Leila Organa e Rose        Tico e Ren il nemico, figlio degli antichi Ian e Leila, ritroviamo lotte e minacce, le unioni per ristabilire un ordine, la fantasia di sempre, le avventure che ci hanno in passato entusiasmato. Rimane da vedere se i produttori, avendo tra le mani un materiale che può essere ancora sfruttato, abbiano davvero deciso che “L’ascesa” sia davvero il gran finale di tutta quanta la storia. Durata 155 minuti. (Uci Cinemas Lingotto sala 10)

The Lodge – Horror. Regia di Severin Fiala e Veronika Franz. A sei mesi dal suicidio della moglie, Richard decide di passare le vacanze in compagnia dei figli e della nuova compagna, Grace. Aidan e Mia odiano la persona che ha preso il posto della madre e che è per loro la causa della tragedia che ha cambiato la loro vita. A che cosa porterà chella coabitazione forzata? Durata 100 minuti. (Uci Cinemas Moncalieri sala 15)

 

Tolo Tolo – Commedia. Di e con Checco Zalone. Vittima dei debiti (l’apertura di un ristorante di sushi, nel territorio delle Murge, non si è rivelato certo un successo), inseguito da una moglie da cui è separata che pretende gli alimenti e dall’attuale che è ben lontana dall’accettare una situazione disastrosa, il protagonista della vicenda inventata nell’oggi che più oggi non si può, con la collaborazione di Paolo Virzì, dal campione d’incassi Zalone, non vede una via d’uscita ai suoi guai che nella fuga: in Africa, paese ospitale, che, se nasconde qualche attacco dell’Isis, gli offre l’occasione per riprendere la strada di casa a bordo di un barcone. Durata 90 minuti. (Massaua sala 3, Due Giardini sala Ombrerosse, F.lli Marx sala Chico, Ideal, Lux sala 1, Reposi sala 4, The Space Parco Dora sala 7 e sala 8, The Space Le Fornaci sala 4/5/8, Uci Cinemas Lingotto sala 2 e sala 11, Uci Cinemas Moncalieri sala 16 e sala 17)

Recenti: CULTURA E SPETTACOLI

IL METEO E' OFFERTO DA



Da qui si Torna su