Monthly archive

Giugno 2017

ANARCHICI OCCUPANO CASE ATC, FDI: SGOMBERO IMMEDIATO PER ASSEGNARLE A FAMIGLIE ITALIANE BISOGNOSE

in BREVI DI CRONACA

<<Due alloggi occupati e un quartiere che chiede aiuto. Alcuni ragazzi appartenenti all’area anarchica hanno occupato due appartamenti al primo piano,  all’interno del complesso Atc di via Aosta. A rivelare il fattaccio, verificatosi al civico 31 interno F, sono stati alcuni residenti, evidentemente poco contenti della situazione e molto proccupati.

Gli anarchici sono entrati forzando le serrature delle porte: dal momento che forzare la porta di un appartamento pubblico sfitto e occuparlo con la forza è un reato penale, speriamo che chi di dovere intervenga in tempi brevi>> a denunciare il caso sono Patrizia Alessi (Capogruppo FDI in Circoscrizione 7), Augusta Montaruli, (Esecutivo Nazionale FDI) e Maurizio Marrone (Consigliere Regionale FDI del Piemonte) , che aggiungono <<Mentre le famiglie davvero in emergenza abitativa aspettano la casa popolare – spiegano– ci sono persone che arrivano a prendere possesso illegalmente degli alloggi Atc per trasformarli in loro covi.

In via Aosta 31/f ci sono complessivamente nove appartamenti ancora non abitati: il Comune di Torino e la Regione Piemonte dovrebbero assegnarle subito in autorecupero a chi è in graduatoria, invece di consentirne l’occupazione abusiva da parte dei centri sociali, che le riempiono spesso di clandestini ignoti all’assistenza pubblica. La legge regionale sull’autorecupero c’è da anni, la applichino senza scuse!

Ci auguriamo che lo sgombero avvenga al più presto. Si tratta di garantire uguaglianza sociale: chi partecipa al bando e aspetta una regolare assegnazione non può e non deve vedersi superare da chi occupa abusivamente una casa: le famiglie che vivono una situazione di emergenza abitativa e hanno bisogno di un tetto devono presentare regolarmente la domanda. Ad ATC chiediamo di fare più controlli sulle loro case>>.

Alessi continua dicendo che la scorsa settimana vi è stata una Commissione sulla situazione patrimoniale ATC in Circoscrizione 7 e in quell’occasione ha denunciato le problematiche del complesso di Via Aosta 31.

MondoJuve al via il 7 settembre

in LYFESTYLE

La grande attesa sta per finire: giovedì 7 settembre inaugura Mondojuve, lo shopping center più grande e innovativo del Piemonte, situato nell’area compresa tra i Comuni di Vinovo e Nichelino, che sarà uno dei parchi commerciali più grandi d’Italia e tra i più all’avanguardia in Europa per quanto riguarda il concept progettuale, l’attenzione all’eco-sostenibilità e allo sviluppo della viabilità urbana. Mondojuve supera la definizione tradizionale di “centro commerciale”, perché completamente immerso in un’area verde

di 80.000 mq a due passi dal Parco Naturale Regionale e dalla Reggia di Stupinigi, diventando una vera e propria destinazione dove vivere lo shopping, l’intrattenimento e il tempo libero all’aria aperta e negli spazi del parco commerciale, in una location affascinante e funzionale. Un mondo unico a sé e diverso da tutti gli altri, in grado di creare una nuova idea di retail park. A settembre inaugurerà il primo lotto della struttura con l’ipermercato a insegna Bennet, la piazza antistante caratterizzata da ampi spazi verdi, strutture di servizio e parcheggi. Al suo interno inoltre la galleria con numerosi marchi, aree dedicate alla ristorazione e all’intrattenimento. Importante anche la ricaduta occupazione sul territorio: saranno circa 1.000 i posti di lavoro, compreso l’indotto, creati dal progetto tra addetti alla costruzione e personale all’interno all’area commerciale, con un potenziale bacino di utenza di oltre un milione di residenti nelle aree limitrofe in grado davvero di contribuire allo sviluppo e al rilancio economico del territorio. In un’ottica di un costante countdown all’inaugurazione, tutti i cittadini avranno l’occasione di conoscere meglio la realtà di Mondojuve attraverso una serie di attività itineranti in programma per i mesi di luglio e agosto a Torino che sveleranno alcune informazioni sui marchi al dettaglio presenti, su tutti i servizi offerti dal centro e sulle sue caratteristiche uniche. La prima coinciderà con la rassegna di musica e danza Estate Reale, in Piazzetta Reale a Torino: dal 1 al 16 luglio nel corso delle serate artistiche verranno distribuiti gadget e materiali informativi che comunicheranno l’imminente apertura dello shopping center. Un’occasione per alimentare l’attesa e scoprire tutte le novità che attenderanno il pubblico, che potrà essere costantemente aggiornato anche attraverso la pagina Facebook ufficiale di Mondojuve: https://www.facebook.com/MondoJuve.Shopping.Center/

Cala il sipario su “Di Freisa in Freisa”

in LYFESTYLE

E’ calato il sipario dell’ottava edizione della rassegna “Di Freisa in Freisa”. L’edizione 2017 ha, tra l’altro, celebrato una importante concomitanza: i 500 anni della prima traccia storia del vitigno. A completamento del tutto, però, ci sono due appuntamenti. Venerdì 30 giugno, dalle 19 alle 21.30, la Città del Gusto di Torino del Gambero Rosso apre le porte per un evento Food, Wine and Music che vedrà, accanto alle preparazioni di portate e tema, musica dal vivo e degustazioni di Freisa. Costo a partire da 15 euro. Per info e prenotazioni: Tel. 011-4546594, torino@cittadelgusto.it.  Martedì 4 luglio il Freisa incontrerà la cucina sperimentale del giovane chef del Geranio di Chieri Christian Mandura. Menù della serata: capperi fritti, cetriolo limone, anguria, ricotta salata e olive taggiasche, carote e panna al ginepro, lattuga bruciata, senape e pane sabbiato, bottoni di mascarpone e limone, piselli, filetto di maiale in tataki, burro al caffè, ravanelli e cocco e mousse di cioccolato e finocchietto selvatico. In abbinamento con il Freisa naturalmente.Costo della cena 30 euro. Prenotazione obbligatoria al 392.7475547 (telefono, sms o WhatsApp).

Massimo Iaretti

Gabriele cambia versione: “Ho ucciso io Gloria Rosboch senza l’aiuto di Obert”

in prima pagina

Colpo di scena:”sono io ‘autore materiale del delitto, Obert non c’entra”: questa la dichiarazione spontanea di Gabriele De Filippi, che si assume così  tutte le colpe dell’omicidio di Gloria Rosboch, l’inesgnante di Castellamonte. Il ragazzo 22enne per il quale il procuratore di Ivrea Giuseppe Ferrando ha chiesto l’ergastolo, ritenuto l’autore dell’assassinio della professoressa, scagiona ora il complice Roberto Obert, per il quale l’ accusa ha richiesto vent’anni di reclusione. Fino ad oggi De Filippi aveva sostenuto di avere ucciso Gloria con l’aiuto complice. La donna intendeva denunciarlo perché le aveva sottratto  187 mila euro. Il giovane sosteneva che l’amico-amante lo aveva aiutato a strangolare la vittima con un filo per la biancheria utilizzato per strozzarla. Secondo la nuova versione l’omicidio sarebbe avvenuto sull’auto del complice, senza però la partecipazione materiale da parte di Obert.

Hind Lafram a Torino Fashion Week

in FOTO DEI LETTORI

Tra le sfilate di Torino Fashion Week , particolare quella del 2 luglio che vede come protagonisti i designer torinesi o stranieri che vivono a Torino, una realtà importante per la città. Tra questi Hind Lafram, la designer marocchina che realizza abiti modest per le concittadine.

PREMIATE 48 ASSOCIAZIONI DEL 118 E DELLA PROTEZIONE CIVILE

in BREVI DI CRONACA

Al Castello di Racconigi il raduno di oltre 500 volontari del Piemonte e Valle d’Aosta

Davanti a oltre 500 volontari del 118 e della Protezione Civile radunati al Castello di Racconigi, la Fondazione CRT ha premiato le 48 associazioni vincitrici dei bandi “Missione Soccorso” e “Mezzi per la protezione Civile” 2017, per l’acquisto di nuove ambulanze e veicoli pick up.

All’evento al Castello di Racconigi, dedicato a tutti gli operatori dei servizi di soccorso, emergenza e Protezione civile, sono intervenuti Giovanni QuagliaPresidente della Fondazione CRT (con una rappresentanza dei Consigli di Amministrazione e di Indirizzo); Sergio Chiamparino, Presidente della Regione Piemonte; Antonio Saitta, Assessore alla Sanità, Livelli essenziali di Assistenza, Edilizia Sanitaria della Regione Piemonte; Alberto Valmaggia, Assessore all’Ambiente, Urbanistica, Programmazione territoriale e paesaggistica, Sviluppo della montagna, Foreste, Parchi, Protezione Civile della Regione Piemonte; Danilo Bono, Coordinatore dell’emergenza a livello nazionale per la Commissione Salute delle Regioni italiane e Referente Sanitario Regionale per la Protezione Civile; Francesco Enrichens, Direttore Sanitario dell’Azienda per la Tutela della Salute (ATS) Sardegna.

“Le nuove ambulanze e i pick up acquistati con il contributo della Fondazione CRT rappresentano un ‘polmone’ fondamentale per il rinnovo del parco mezzi di primo soccorso del territorio – ha dichiarato il Presidente della Fondazione CRT Giovanni Quaglia –. Il nostro sostegno coinvolge capillarmente da 15 anni il Piemonte e la Valle d’Aosta, sviluppando una collaborazione virtuosa con un modello organizzativo e gestionale, quello piemontese, che oggi è all’avanguardia in campo nazionale. Questa giornata è dedicata ai volontari e al loro prezioso e insostituibile lavoro: a tutti loro va il nostro ringraziamento più sentito”.

“Colgo l’occasione per ringraziare i tanti volontari della Croce Rossa e della Protezione Civile per il loro insostituibile impegno nelle situazioni più critiche per i nostri cittadini e per il nostro territorio – ha sottolineato il Presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino –. Ringrazio anche la Fondazione CRT che ha dedicato risorse importanti per il rinnovo di mezzi obsoleti, la cui efficienza può davvero fare la differenza tra la vita e la morte per le persone soccorse. Ed è con orgoglio che ricordo come il Piemonte sia una delle Regioni più attive nell’ambito del primo soccorso in caso di emergenze, anche nazionali. Un grazie a tutti voi che lo rendete possibile”.

I vincitori delle ambulanze. Sono in tutto 23 gli enti beneficiari del contributo per l’acquisto di nuove ambulanze: 4 della provincia di Alessandria (la Croce Rossa Italiana, Comitato Provinciale di Alessandria e Comitato Locale di Casale Monferrato; la Onlus Castellazzo Soccorso e l’Associazione Italiana della Croce Rossa Comitato Locale di Serravalle Scrivia); 1 di Asti (la Croce Verde di Montemagno); 7 del Cuneese (la Croce Rossa Italiana, Comitati Locali di Alba, Dronero, Mondovì, Moretta, Racconigi e Vinadio, insieme alla Confraternita di Misericordia di Cuneo); 9 del Torinese (la Croce Rossa Italiana, Comitati Locali di Agliè, Bardonecchia, Mappano di Caselle, Moncalieri e Rivoli; la Croce Rossa Italiana Comitato di San Francesco al Campo; la S.O.G.IT. Croce di San Giovanni Sezioni di Settimo Torinese e Torino) 1 del Verbano-Cusio-Ossola (P.A. Corpo Volontari Soccorso Villadossola); 1 del Vercellese (la Croce Rossa Italiana, Comitato Locale di Borgosesia).

I vincitori dei pick up della Protezione civile. Sono invece 25 i beneficiari dei contributi per l’acquisto di nuovi pick up per la Protezione civile. Di questi, 3 sono della provincia di Alessandria (Coordinamento delle sezioni piemontesi dell’Associazione nazionale Alpini, Associazione radiantistica C.B. Alessandria Onlus, Coordinamento delle organizzazioni di volontariato di Protezione civile della provincia di Alessandria); 2 di Asti (Coordinamento delle organizzazioni di volontariato di Protezione civile della Provincia di Asti, Croce Rossa Italiana – Comitato provinciale di Asti); 2 del Biellese(Coordinamento delle organizzazioni di volontariato di Protezione civile della Provincia di Biella, Corpo volontari antincendi boschivi del Piemonte squadra Biella Orso); 5 del Cuneese (Nucleo provinciale di Protezione civile ANC Cuneo, Associazione Amici dei pompieri volontari di Busca Onlus, Associazione nazionale Alpini – sezione di Ceva, Croce Rossa Italiana comitato locale di Cuneo, Coordinamento delle organizzazioni di volontariato di Protezione civile della Provincia di Cuneo); 2 della provincia di Novara (AIB gruppo volontari antincendio boschivo Pietro Zonca, Coordinamento delle organizzazioni di volontariato di Protezione civile della Provincia di Novara); 8 del Torinese (Volontari antincendio boschivi del Piemonte – squadra di Bussoleno, Coordinamento delle organizzazioni di volontariato di Protezione civile della Provincia di Torino, Associazione forum di Protezione civile della Val Sangone, Squadra volontari AIB e Protezione civile di Rocca Canavese, Croce Rossa Italiana – Comitato locale di Settimo Torinese, Croce Rossa Italiana comitato locale di Susa, Corpo volontari antincendi boschivi del Piemonte, Pubblica assistenza Croce Bianca Volpianese); 1 del Verbano-Cusio-Ossola(Coordinamento delle organizzazioni di volontariato di Protezione Civile della Provincia del Verbano Cusio Ossola); 2 del Vercellese (Pubblica Assistenza Trinese – P.A.T., Coordinamento delle organizzazioni di volontariato di Protezione Civile della Provincia di Vercelli).

Il sostegno della Fondazione CRT garantisce il ricambio delle autoambulanze non più convenzionabili – circa un quinto del totale – operanti sul territorio, 24 ore su 24. Dal 2002 “Missione Soccorso” ha già permesso l’acquisto di 482 ambulanze, con un investimento complessivo di 24 milioni di euro.
Altri 19 milioni di euro sono stati destinati dalla Fondazione CRT, dal 2003 a oggi, alle attività della Protezione Civile: in particolare, 5 milioni per l’acquisto di 445 veicoli con il bando “Safety Vehicle”, 5 milioni per la costituzione e il mantenimento della Colonna Mobile Regionale di Protezione Civile – dotata di mezzi pesanti in grado di intervenire nei casi d’emergenza regionale e nazionale – e 9 milioni per 940 interventi in difesa del suolo con il bando “Protezione Civile Piccoli comuni”.

“Inno alla gioia” dai bimbi di Giaveno

in vetrina9

L’ “Inno alla gioia” è il titolo e la colonna sonora del video realizzato dalla scuola primaria Sandro Pertini dell’istituto comprensivo Gonin di Giaveno in provincia di Torino. Il filmato, frutto del lavoro compiuto durante l’anno scolastico è stato presentato questa mattina, a cura della Consulta regionale europea, nel corso di un conferenza stampa a Palazzo Lascaris.  “Il significato di fondo dell’Europa, tra criticità e opportunità – ha detto la vicepresidente dell’Assemblea regionale delegata alla Consulta Europea, Daniela Ruffino, presente all’incontro – resta sempre quello di  unire realmente  i Paesi europei per realizzare politiche e progetti comuni, per valorizzare l’economia, i diritti e  gli scambi culturali e commerciali. Non sempre il percorso per il conseguimento di una effettiva unione politica e di intenti è semplice. Ma l’obiettivo della realizzazione dell’Unione Europea deve essere il nostro, dai singoli cittadini, alle comunità locali, alle istituzioni. Questo per costruire un futuro di benessere e lavoro per voi giovani”. Alla presentazione hanno preso parte le bambine e i bambini della classe 5a, accompagnati dall’insegnante Daniela Caira, che hanno riassunto nel video di circa due minuti le informazioni più significative del programma di studio di Geografia, con particolare riferimento alle tematiche europee.

Il filmato della scuola di Giaveno, connotato dalla melodia tratta dalla Nona sinfonia di Beethoven, che mise in musica il testo scritto da Schiller, oggi riconosciuto comunemente quale inno europeo, è visibile sulla social tv del Consiglio regionale ed è pubblicato su You Crp, canale Youtube dell’Assemblea.

Ecco la nuova Giunta di Rivalta

in POLITICA

È stata ufficializzata con l’attribuzione delle deleghe la nuova giunta del Comune di Rivalta di Torino. Sono cinque gli assessori scelti dal neosindaco Nicola de Ruggiero: Sergio Muro (vicesindaco), Nicoletta Cerrato, Ivana Garrone, Nicola Lentini, Agnese Orlandini.

Rispettata nella composizione della squadra la parità di genere, con tre donne e tre uomini. Nel pomeriggio di giovedì 29 giugno si è svolta la prima riunione operativa. Così Nicola de Ruggiero commenta la scelta della nuova giunta: «sono molto soddisfatto di questa squadra, definita in meno di 48 ore, che contiene il giusto mix di esperienza e novità che ci consentirà di lavorare a pieno regime sin da subito. Ringrazio i neo assessori, che abitano tutti a Rivalta nei suoi diversi quartieri, per la disponibilità e per aver accettato di aiutarmi in questa nuova avventura. Sarà un lavoro di squadra in cui ognuno metterà a disposizione della città le proprie competenze e il proprio entusiasmo». «Nel corso della prima giunta -spiega ancora de Ruggiero- abbiamo deciso di rinunciare all’auto di servizio finora in uso esclusivo al sindaco e stiamo valutando una sua eventuale vendita al fine di incrementare sin da subito le risorse per favorire inserimenti lavorativi».

Questa la composizione della nuova Giunta: NICOLA DE RUGGIERO – SINDACO Urbanistica, edilizia privata, personale, trasporti SERGIO MURO – VICESINDACO Bilancio, patrimonio, servizi demografici, polizia urbana, protezione civile, ambiente, innovazione e comunicazione Oltre alle deleghe sarà responsabile dei rapporti con il quartiere Pasta NICOLETTA CERRATO Politiche culturali e giovanili, turismo, migranti, pari opportunità e pace Oltre alle deleghe sarà responsabile dei rapporti con il Centro Storico IVANA GARRONE Lavori pubblici e verde pubblico Oltre alle deleghe sarà responsabile dei rapporti con il quartiere Sangone NICOLA LENTINI Politiche per il commercio, il lavoro, lo sport, le associazioni, la terza età, l’artigianato e l’agricoltura Oltre alle deleghe sarà responsabile dei rapporti con il quartiere di Gerbole-Prabernasca AGNESE ORLANDINI Politiche educative, sociali e della casa Oltre alle deleghe sarà responsabile dei rapporti con il quartiere di Tetti Francesi

‘La magia della danza’ del Ballet Nacional de Cuba

in CULTURA E SPETTACOLI

Tutto pronto per la prima edizione di Torino Estate Reale che prenderà il via sabato 1 luglio, con lo spettacolo  in piazzetta Reale

 

Il cartellone, presentato dalla Città di Torino all’interno di Palchi Reali(http://www.palchireali.it), va in scena dall’1 al 16 luglio. Un’ideale staffetta attraverso i diversi generi artistici – danza, voci e musica classica – intratterrà il pubblico di piazzetta Reale (dalle 21.30), traghettandolo tra passato e presente per tutta la prima metà del mese.

 

QUATTRO RAPPRESENTAZIONI DEDICATE ALLA DANZA:

 

Si parte sabato 1 luglio, alle 21.30, con ‘La magia della danza’ del Ballet Nacional de Cuba. In unico spettacolo va in scena la ricchezza del balletto classico: un’antologia dei momenti salienti dell’arte coreografica del XIX secolo, rivisti secondo i canoni della scuola cubana di balletto. Giselle (scene dal secondo atto) da Jean Coralli e Jules Perrot, musica di Adolphe Adam; La Bella Addormentata (scene dal terzo atto) da Marius Petipa, musica di Pëtr Il’ič Čajkovskij; Lo Schiaccianoci (scene dal secondo atto) da Lev Ivanov, musica di Pëtr Il’ič Čajkovskij; COPPÉLIA (scene dal primo e terzo atto) da Arthur Saint-Léon e da Marius Petipa, musica di Léo Delibes; Don Chisciotte (scene dal primo e terzo atto) da Marius Petipa e Alexander Gorski, musica di Ludwig Minkus; Il lago dei cigni (scene dal secondo atto) da Lev Ivanov, musica di  Pëtr Il’ič Čajkovskij e Sinfonia di Gottschalk
di Alicia Alonso, musica di Louis Moreau Gottschalk.

Martedì 4 luglio il festival prosegue con lo spettacolo acrobatico del Cirko Vertigo che, con il suo Cirque Royal, impegnerà equilibristi, giocolieri e danzatrici in un vertiginoso gioco tra cielo e terra capace di coinvolgere non soltanto i più piccoli ma anche i loro più cresciuti accompagnatori.

Dalla collaborazione tra Aterballetto e Johan Inger, coreografo del Nederlands Danse Theater dal 2009 al 2015, nasce Golden Days, lo spettacolo di martedì 11 luglio. Il creatore di diversi balletti per le più importanti compagnie internazionali proporrà un evento speciale che comprende il materiale coreografico di lavori già affidati alla Compagnia: Rain Dogs (2013) su musiche di Tom Waits e Bliss (2016), vincitore del Premio Danza&Danza 2016 come produzione italiana dell’anno, sul famoso concerto di Colonia al pianoforte del M° Keith Jarrett. Inger ne ridisegna l’insieme legandoli con la creazione di un assolo: Birdland, sulle note dell’omonimo brano di Patty Smith.

Torino Estate Reale saluterà il pubblico con il canto, la danza e la musica della Compagnia di flamenco di Manuel Liñán, pluripremiato coreografo. Domenica 16 luglio, Nómada celebrerà l’instancabile migrazione creativa dell’uomo moderno. Un viaggio nel flamenco rivisitato in chiave contemporanea, con un’esibizione in cui Liñán, artista e bailaór eclettico,  sarà accompagnato da tre bailaóras, due bailaóres, tre voci e due chitarre.

foto V. Maiorano

CINQUE APPUNTAMENTI CON LE GRANDI VOCI:

 

Domenica 2 luglio a esibirsi sul palco di piazzetta Reale è Paola Turci, una delle artiste più apprezzate del panorama musicale italiano. Grinta, talento e determinazione sono le qualità che hanno sempre contraddistinto la cantautrice romana nei 30 anni di una carriera che si è evoluta brillantemente seguendo diverse fasi artistiche, corrispondenti ognuna a una continua ricerca personale. Dopo il grande successo sanremese “Fatti bella per te”  la Turci torna live sul palco con Il Secondo Cuore Tour che fa tappa nel centro di Torino. Accompagnata dalle note di Pier Paolo Ranieri, Fernando Pantini, Fabrizio Fratepietro e Roberto Procaccini, la voce di Paola Turci regalerà alla notte torinese le suggestioni di Volo così, Mani giunte, Bambini, Questione di sguardi e di molte altre interpretazioni.

Giovedì 6 luglio, Peppe Servillo renderà omaggio a Lucio Battisti. Lo spettacolo Pensieri e Parole reinterpreta il protagonista più intimo, lirico e personale della canzone italiana. Gli arrangiamenti di Javier Girotto e la voce di Servillo prenderanno per mano chiunque abbia desiderio di ripercorrere le tappe più emozionanti della nostra comune identità musicale. Un viaggio suggestivo ed evocativo, colonna sonora della nostra storia collettiva ma, al tempo stesso, legata ai ricordi e al personalissimo vissuto di ciascuno.

Sabato 8 luglio il tour Diventi Inventi 1997-2017 di Niccolò Fabi farà tappa in Piazzetta Reale. Il cantautore romano racconterà dal vivo il suo percorso artistico e musicale celebrando il ventennale della sua carriera. Fabi torna a Torino per una data estiva, unica in Piemonte dopo la festa di chiusura del tour Una somma di piccole cose, disco grazie al quale ha vinto alcuni tra i più importanti premi italiani. Una festa per ripercorrere tutta la storia musicale di un artista considerato tra i massimi esponenti della musica cantautorale italiana. Vent’anni celebrati attraverso canzoni, parole, arrangiamenti nuovi e inediti. Un legame molto forte con la nostra città è testimoniato dai compagni di viaggio di Fabi che compongono la band interamente sabauda

Domenica 9 luglio, Hindi Zahra calcherà le scene torinesi con la sua musica trasversale e inafferrabile, talmente ricca, libera e vitale da sfuggire a ogni tentativo di imbrigliarla in una qualsivoglia definizione. Homeland segna il gradito ritorno dell’artista di origini marocchine lungo le sponde del Po. La critica la definisce la “Patti Smith del deserto”. Tante lingue, stili musicali, atmosfere e luoghi dell’anima. Hindi Zahra non fa musica solo col suo groove, la fa con i suoi occhi intensi, con le sue mani che volteggiano, con i suoi lunghi capelli che come fili magici legano tromba, flauto, percussioni, campanelli, basso, chitarre, batteria, tessendo un arazzo indimenticabile.

Come una specie di sorriso è l’omaggio che Neri Marcorè renderà, venerdì 14 luglio, all’indimenticato Fabrizio De Andrè. Insieme aGnuQuartet, un singolare organico strumentale di violoncello, violino, flauto e viola, il poliedrico artista, attore di cinema, teatro e televisione, si incamminerà insieme al pubblico sulle orme di uno dei più grandi poeti del cantautorato italiano. In Come una specie di sorriso ritroveremo il Fabrizio De Andrè noto al grande pubblico ma anche quello meno conosciuto che Marcorè, qui nelle vesti di cantante e chitarrista, più ama. Un repertorio impreziosito dagli arrangiamenti sofisticati di Stefano Cabrera (GnuQuartet), che trascinerà il pubblico in un emozionante viaggio musicale, lungo le meravigliose rotte tracciate da Faber e  dai suoi versi immortali.

TRE CONCERTI DI MUSICA CLASSICA ESEGUITI DALLE ORCHESTRE TORINESI:

Bernstein e Gershwin saranno i protagonisti del Sogno Americano proposto dall’Orchestra del Teatro Regio di Torino guidata per l’occasione dal giovane direttore Sesto Quatrini, attuale direttore musicale de Les Voix Concertantes di Parigi e direttore principale della Bare Opera di New York. Da Rhapsody in blue a West Side Story, da Candide ouverture a Un americano a Parigi, due dei più famosi compositori americani rivivrannovenerdì 7 luglio grazie alle note del pianoforte solista della pluripremiata Mariangela Vacatello.

L’appuntamento con Note di mezza estate è giovedì 13 luglio. L’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, sotto la guida del suo Direttore principale James Conlon, proporrà una scelta di brani che spazia da alcune tra le più celebri pagine verdiane al Sogno di una notte di mezza estatedi Felix Mendelssohn Bartholdy, musiche di scena composte nel 1843 per l’omonima commedia shakespeariana. Conlon, che è anche Direttore musicale dell’Opera di Los Angeles e del Cincinnati May Festival, il più antico festival corale degli Stati Uniti, dirigerà l’Orchestra lungo un percorso musicale suggestivo e trasversale capace di coinvolgere un pubblico eterogeneo.

Sabato 15 luglio il pubblico verrà catapultato dalle sponde del Po alle rive del Tamigi, nella Londra settecentesca di Georg Friedrich Haendel e delle sue Water Music. L’Orchestra Filarmonica di Torino, guidata per l’occasione da Giampaolo Pretto, eseguirà una selezione dalle tre suite del compositore di origine tedesca naturalizzato inglese che divenne il musicista di riferimento della famiglia reale d’oltremanica. Il programma proseguirà con l’ascolto della Settima Sinfonia di Ludwig van Beethoven, definita da Wagner “la danza nella sua suprema essenza, la più beata attuazione del movimento del corpo quasi idealmente concentrato nei suoni.” Sarà dunque una serata di danze sull’acqua lungo un suggestivo percorso dalla musica barocca al classicismo viennese.

La prima edizione di Torino Estate Reale è resa possibile grazie alla fiducia con cui partner e sponsor, Intesa Sanpaolo, Iren, Alfa Romeo e Relais San Maurizio hanno voluto sostenerlo.

Tutti i dodici spettacoli avranno inizio alle 21.30.

Il costo dei biglietti è 12 euro (posti numerati Settore A), 8 euro (posti numerati Settore B) e 5 euro (posti numerati per i nati dal 2003). Sono inoltre previsti sconti per i possessori di abbonamenti e biglietti Trenitalia.

Dalle 20 alle 21.30 – prima di ogni spettacolo – sarà possibile visitare l’appartamento della Regina Elena, recentemente reso accessibile al pubblico. La proposta di Musei Reali Torino prevede un aperitivo più visita al costo di €20. Prenotazione obbligatoria:estatetickets@comune.torino.it        

Per la prima volta, Regione Piemonte e Città di Torino realizzano, in una sinergica collaborazione, un’importante azione di valorizzazione territoriale, coniugando, nel programma condiviso di Palchi Reali, l’offerta di cartelloni culturali di eccellenza con la bellezza delle nostre Regge. L’iniziativa mette in rete cinque prestigiose sedi – Musei Reali, Reggia di Venaria, Palazzina di Caccia di Stupinigi, Castello di Racconigi, Castello di Agliè riunendo in un unico cartellone le attività di Torino Estate Reale, Sere d’Estate Reale, Teatro a Corte, C’era una volta nel giardino del re, Nozze Combinate. Un risultato più che mai positivo, che riesce a fare dell’unione e del lavoro di squadra un’occasione di reciproco arricchimento.

La scelta del magnifico contesto architettonico, oltre alla valorizzazione dei Musei Reali, è stata anche logisticamente dettata dall’esigenza di creare un vero teatro all’aperto per vivere un’offerta variegata che soddisfi i gusti più diversi in un contesto prezioso, raccolto e accessibile. La piazza sarà chiusa solo per il tempo strettamente necessario allo svolgimento degli spettacoli.

 

I biglietti saranno in vendita attraverso i seguenti canali:

  • biglietteria in piazza Castello vicino alla cancellata di ingresso a piazzetta Reale – dalle 19.30 (tutte le sere)
  • via San Francesco da Paola 6: lunedì – sabato 10.30/18.30; da lunedì 26 giugno, lunedì – domenica 10.30/18.30 – info: 011 011 24777estatetickets@comune.torino.it
  • Infopiemonte – via Garibaldi angolo piazza Castello – tutti i giorni 10.00 / 17.00 pagamenti accettati esclusivamente con Carta di Credito o Bancomat                  numero verde 800329329
  • Box biglietteria fronte Piazzetta Reale dalle ore 19.30 nelle sere di spettacolo
  • Online: www.vivaticket.it
  • Paola Turci anche su www.ticketone.it

 

Per ulteriori informazioni e dettagli è possibile consultare il sito www.torinoestate.it

social: #TorinoEstateReale – www.facebook.com/TorinoEstateReale – @TorinoEstateReale

 

Una “tre giorni” al Colle del Lys

in ECONOMIA E SOCIALE
Da alcuni anni l’appuntamento di Eurolys prevede anche una versione “taglia piccola” , per una ventina di bambini dai 6 ai 12 anni, con animazione e giochi sulla Costituzione e sulla cittadinanza
 
Domenica 2 luglio si svolgeranno al Colle del Lys le celebrazioni  per ricordare l’eccidio del 2 luglio 1944.  L’appuntamento – dedicato quest’anno al 6°° anniversario  dell’Unione Europea – sarà, come sempre, davanti alla torre circolare del monumento dedicato ai ragazzi trucidati durante il rastrellamento del 1944, ai 148 caduti della 17ª Brigata Garibaldi e a tutti i 2024 partigiani caduti nelle vallate circostanti. Dopo l’assemblea dei rappresentanti delle istituzioni, la cerimonia prevede – alle 11.00 – l’intervento dell’ europarlamentare Mercedes Bresso in veste di oratore ufficiale ufficiale. Nel pomeriggio la passeggiata rievocativa sui luoghi della memoria e il concerto musicale de “I Grifoni”. Il programma delle celebrazioni inizierà in realtà venerdì 30 giugno alle 21, con la proiezione del film “Siamo scesi tutti laureati”, mentre sabato 1° luglio sarà la giornata dedicata allo sport e alle attività all’aria aperta che terminerà, alle 21.oo, con la fiaccolata sui sentieri della memoria e il concerto di “Resistenza Elettrica” che vedrà sul palco i Modena City Ramblers. Nella tre giorni al Colle del Lys si svolgerà la 22° edizione di Eurolys, il meeting internazionale con un’ottantina di ragazzi – dai 16 ai 25 anni – provenienti da tutta Europa che si svolge ogni anno il primo week-end di luglio,  in concomitanza delle celebrazioni per ricordare l’eccidio del 2 luglio 1944, in cui persero la vita 32 giovani partigiani della 17esima Brigata Garibaldi. Un’occasione per favorire un dibattito aperto e originale sui temi della liberazione del continente dalle dittature, sulle nuove identità, i valori costituzionali e il senso della “cittadinanza europea”. Da alcuni anni l’appuntamento di Eurolys prevede anche una versione “taglia piccola “ , per una ventina di bambini dai 6 ai 12 anni, con animazione e giochi sulla Costituzione e sulla cittadinanza.

 

Marco Travaglini

1 2 3 41
Da qui si Torna su