Monthly archive

Novembre 2015

TRIS BIANCONERO: Palermo Juventus 0-3

in SPORT

Palermo_JuventusRETI : Mandzukic al 9′, Sturaro al 44′, Zaza al 48′ s.t.

 

PALERMO (4-3-1-2): Sorrentino; Struna (dal 29′ s.t. Rispoli), Goldaniga, Gonzalez, Lazaar; Hiljemark (dal 15′ s.t. Quaison), Jajalo, Chochev; Brugman; Vazquez, Gilardino (dal 22′ s.t. Trajkovski). A disp. Alastra, Colombi, Andelkovic, Maresca, Daprelà, El Kaoutari. All. Ballardini.

 

JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Cuadrado (dal 23′ s.t. Lichtsteiner), Sturaro, Marchisio, Pogba, Evra; Mandzukic (dal 22′ s.t. Morata), Dybala (dal 38′ s.t. Zaza). A disp. Neto, Rubinho, Alex Sandro, Padoin, Rugani, Vitale. All. Allegri.

 

Un posticipo con i fiocchi per la Juventus di Allegri, che sbanca al Babera, ottenendo così la sua quarta vittoria consecutiva in campionato. Un Palermo che dopo la rete di Mandzukic, nel secondo tempo, non è più riuscito ad entrare in partita, subendo sul finale la rete di Sturaro e Zaza.

 

Il primo tempo è dettato da un gran ritmo con qualche spunto per parte. Per i bianconeri Cuadrado cerca un filtrante per Mandzukic, che si spegne sul fondo. Dall’altro lato i padroni di casa diventano insidiosi con Vaquez, che sfugge al controllo di Chiellini ma viene recuperato, sul filo del rasoio, dallo stesso difensore bianconero. La prima vera palla gol arriva per la vecchia signora: colpo di testa di Chiellini sugli sviluppi di un calcio d’angolo, ma manca lo specchio della porta. Il Palermo risponde con Gilardino, che colpisce di potenza su suggerimento di Vazquez, ma manda di pochissimo fuori. Le occasioni più ghiotte restano per la Juventus: come per Chiellini, questa volta è Bonucci a non centrare il colpo e a mandare il pallone sul fondo. Poco dopo Sturaro crossa in area e Dybala di testa colpisce in anticipo sul primo palo. Ancora sul risultato di 0-0 si chiude il primo tempo. Nella ripresa la musica inizia a cambiare, al 9’ arriva il primo sigillo bianconero: Dybala crossa lungo sul secondo palo, Mandzukic sovrasta di testa Struna e insacca nell’angolo della porta di Sorrentino. Dopo il vantaggio il Palermo non cambia ritmo e la vecchia signora controlla il vantaggio con il minimo sforzo, e Cuadrado va a sfiorare il raddoppio con un tentativo di potenza che impegna Sorrentino. Arrivano i cambi per i rosaneri, Gilardino lascia il posto Trajkovsk, che subito tenta una rovesciata ma manca il controllo della sfera. Per la Juventus, Morata prende il posto di Mandzukic, Lichtsteiner per Cuadrado e Dybala lascia il posto a Zaza, che proprio sul finale esagera siglando una delle due reti conclusive. Prima dei minuti di recupero Pogba pesca Sturaro, che con il sinistro sigla il raddoppio. Negli ultimi secondi del recupero Zaza decide di chiudere l’incontro con cifra tonda, un rasoterra sul primo palo e 3-0 per la Juventus. Tanta pazienza e la vecchia signora si riaffaccia nelle zone alte della classifica, acciuffato il quinto posto, con il fiato sul collo sulla Roma al quarto posto, con sole tre lunghezze di vantaggio.

 

Roberta Perna

Al Tff più 10% di biglietti venduti e incassi in crescita

in BREVI DI CRONACA

tff wellesTFF LOGO 2Gli incassi passano da 254.369 Euro a 264.882

 

Il 33° Torino Film Festival ha fatto registrare un incremento del 10% del numero di biglietti venduti, passati dai 26.900 del 2014 ai 29.700 del 2015, a fronte di un numero pressoché stabile di abbonamenti, pass giornalieri e accrediti stampa e culturali, che ammontano complessivamente a 4600 unità. Gli incassi passano da 254.369 Euro a 264.882, ciò per effetto del maggior numero di ingressi a prezzo ridotto per giovani al di sotto dei 26 anni e delle numerose convenzioni stipulate con enti culturali e ricreativi.

 

(Foto: il Torinese)

Il cordoglio del presidente Chiamparino per Rita Fossaceca

in Cosa succede in città

“La nostra vicinanza va alla famiglia e ai colleghi dell’Onlus per la quale, con una scelta coraggiosa e altruistica, lavorava a favore dei più indifesi”

 

chiampa scrivaniaDopo l’uccisione in Kenya della dottoressa piemontese il presidente Sergio Chiamparino esprime  “a nome di tutti i piemontesi il nostro cordoglio per la tragica scomparsa della dottoressa Rita Fossaceca. La nostra vicinanza va alla famiglia e ai colleghi dell’Onlus per la quale, con una scelta coraggiosa e altruistica, lavorava a favore dei più indifesi”.L’assessore regionale alla Sanità, Antonio Saitta dice che “la dottoressa Fossaceca era un esempio, un medico che dedicava la vita al lavoro abbinando il suo impegno umano e sociale per gli ultimi, in Africa. L’hanno massacrata per rapina ed hanno ferito gravemente i suoi genitori, che l’accompagnavano e condividevano la sua missione umanitaria, nata proprio nell’Università del Piemonte orientale. Una perdita enorme per la sanità piemontese. La preghiera, di fronte a tanto orrore, è il nostro conforto”.

Rubate sigarette per decine di migliaia di euro dai Monopoli

in BREVI DI CRONACA

Lanciato un furgone contro il cancello del magazzino

 

FUMOMaxi furto al deposito dei Monopoli di Stato di Cuorgnè. E’ avvenuto nella notte: l’agenzia Ansa informa che una banda ha lanciato un furgone contro il cancello del magazzino e ha poi prelevato un’enorme quantità di sigarette. Nel  magazzino non c’erano dipendenti e da questa mattina si sta facendo l’inventario. Un bottino ingente,  decine di migliaia di euro. Il deposito rifornisce di sigarette tutti  tabaccai del Canavese. Le indagini sono affidate ai carabinieri di Ivrea.

In centro crolla palazzina del '700, un ferito

in BREVI DI CRONACA

vigili fuoco soccorsiUn uomo è rimasto ferito lievemente ed è stato estratto dalle macerie

 

Nella notte una palazzina di tre piani è crollata in parte nell’antica via del Carmine, nel centro storico di Torino. Un uomo è rimasto ferito lievemente, ed è stato estratto dalle macerie per poi essere trasportato in ospedale. In tutto 30 persone sono state evacuate dai vigili del fuoco, che hanno transennato l’intera area per evitare il pericolo di ulteriori crolli. Sembra che si sia trattato di un cedimento strutturale dell’edificio, costruito nel 1700.

 

(Foto: archivio)

Torna per il terzo anno il Piemonte Visual Contest

in ECONOMIA E SOCIALE

visual contestOggi il Piemonte sta vivendo importanti trasformazioni. Da territorio fortemente improntato all’industria e alla produzione, negli ultimi decenni sta accogliendo la sfida del cambiamento in ambito urbanistico, architettonico e paesaggistico fino a quello sociale, economico e culturale

 

Torna per il terzo anno il Piemonte Visual Contest, concorso su digitale, dati, mappe e creatività organizzato da Consiglio regionale, Consorzio Top-Ix e Csi Piemonte. #piemonteviz nelle prime due edizioni ha sperimentato modalità innovative del racconto del territorio, esplorando le possibilità che arrivano dalle esperienze collaborative all’interno delle comunità legate agli open data, alle mappe open, al design e alla data visualization. In questi anni ha aggregato reti di innovatori che l’hanno reso un’esperienza di rilievo nazionale, un’iniziativa pioneristica che unisce tecnologie, storytelling, nuove forme di cultura digitale.

 

Oggi il Piemonte sta vivendo importanti trasformazioni. Da territorio fortemente improntato all’industria e alla produzione, negli ultimi decenni sta accogliendo la sfida del cambiamento in ambito urbanistico, architettonico e paesaggistico fino a quello sociale, economico e culturale.Il turismo enogastronomico, il fenomeno migratorio, le nuove forme di economia, la fabbrica del futuro, la crisi che ha colpito imprese e famiglie, aprono nuove possibilità nell’utilizzo delle tecnologie digitali e della cultura open per raccontare la realtà che cambia. La terza edizione del Contest si pone l’obiettivo di coinvolgere la comunità di creativi, mappatori, sviluppatori, storyteller, data scientist, designer nella realizzazione di progetti che illustrino queste trasformazioni, oppure evidenzino un confronto con altri territori che hanno proposto soluzioni diverse alle medesime questioni. Dopo aver posto al centro, nelle edizioni precedenti, i temi dei dati aperti (Open Data) e delle mappe partecipate (OpenStreetMap), oggi proponiamo un’analisi accurata degli aspetti che maggiormente hanno apportato cambiamenti nel territorio e nella società piemontese o che potenzialmente potrebbero trasformarlo in futuro, perseguendo così l’intento di “raccontare il territorio piemontese” attraverso la partecipazione dei cittadini.

 

Tre le categorie previste. Infografiche/ Data Visualization (visualizzazione statica e/o interattiva di informazioni e dati), Mappe digitali (progetti basati sull’implementazione di cartografie digitali), Storytelling e data journalism (racconti, inchieste, ricerche e/o documentazioni che sfruttino i dati digitali e le potenzialità della comunicazione digitale e del web per raccontare il Piemonte che cambia) Saranno premiati i primi classificati di ogni categoria, eventuali premi speciali saranno finanziati e assegnati direttamente da sponsor e partner del contest. Come negli anni passati, #piemonteviz è anche un’occasione di formazione: verranno organizzati alcuni momenti, frontali o tramite webinar, per l’illustrazione dei principali strumenti e tool per la realizzazione dei progetti. Chi può partecipare? Il concorso è rivolto a tutti i cittadini, associazioni, comunità di sviluppatori, creativi, geografi, analisti dei dati, giornalisti, comunicatori e designer (Graphic e/o Web), scuole e aziende dell’Unione Europea.

 

La scadenza per la presentazione dei lavori è l’8 febbraio 2016, informazioni e programma su www.piemontevisualcontest.eu

 

fmalagnino – www.cr.piemonte.it

#Il mio posto nel mondo, dal 30 novembre sotto la Mole

in BREVI DI CRONACA

CIRCOLO 2015CIRCOLO 3 2015CIRCOLO 2 2015Il fitto calendario di incontri, laboratori, spettacoli, performance, reading e testimonianze diventa la bussola da seguire per orientarsi verso il futuro e trovare la giusta via tra aspirazioni e competenze necessarie

 

 

#Il mio posto nel mondo non è solo l’hashtag dell’iniziativa organizzata per i ragazzi delle scuole medie e superiori che vogliono investire nel loro capitale umano. E’ molto di più. Perché, dal 30 novembre al 4 dicembre, il fitto calendario di incontri, laboratori, spettacoli, performance, reading e testimonianze – organizzato da Circolo dei lettori di Torino, Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani Onlus, Museo del Risparmio e MagazziniOz – diventa la bussola da seguire per orientarsi verso il futuro e trovare la giusta via tra aspirazioni e competenze necessarie.

 

 

Il programma, di cui i ragazzi sono protagonisti, è aperto anche ad insegnanti ed educatori che devono guidarli e a chiunque voglia riflettere sul tema del capitale umano. Coraggio (di essere se stessi), passione, sentirsi speciali e liberi sono le tappe di una mappa immaginaria in cui le giovani leve dovranno districarsi per consolidare capacità, abilità e trovare il loro posto nel mondo. E nel palinsesto della settimana gli spunti sono davvero tanti.

 

 

-Per l’inaugurazione l’appuntamento è lunedì 30 novembre, ore 17,30,  al Grattacielo Intesa Sanpaolo con  “Le parole del capitale umano” condotto da Flavio Oreglio. Una serata articolata in tre momenti: il concerto strumentale dei bambini e dei ragazzi della Scuola Popolare di Musica di San Salvario; la performance “I’m a firestar” in cui danza contemporanea, hip hop e freestyle si amalgamano in perfetto equilibrio; ed in chiusura, il concerto dei “The Minis”, ovvero tre dodicenni che hanno già condiviso il palco con big come i Subsonica.

 

 -I laboratori sono la tappa “esperienziale” del progetto, un luogo in cui i ragazzi possono prendere maggiore confidenza con le loro  abilità.

In calendario:  i “Soft Skills Lab” e i laboratori di danza –teatro al Museo del Risparmio, gli incontri sull’innovazione con le startup ai MagazziniOz, i workshop di Hip-Hop alla Casa del Teatro Ragazzi e Giovani che insegnano come sviluppare una coscienza su temi caldi come immigrazione e diritti civili.

 

Testimonianze ovvero incontri con ospiti che si sono distinti in più ambiti: sport, musica, filosofia, giornalismo, economia e scienza. A testimoniare come si ottengano risultati mettendo in campo il coraggio di essere se stessi, con caparbietà e lungimiranza saranno, tra gli altri, il filosofo Franco Bolelli, il conduttore radiofonico Matteo Caccia, il musicista Boosta, lo scrittore Andrea Bajani, il calciatore Andrea Gasbarroni, la genetista Alessandra Ferlini, il fotoreporter Andreja Restek e i giovani imprenditori di “Progetto Quid”.

 

Spettacoli in cui il racconto delle “parole” del capitale umano è visivo e scenico come in “Compleanno afghano”, storia (vera) di un ragazzo fuggito –da solo- dall’Afghanistan; o “Il Maestro. Una storia di judo e di vita” che sottolinea l’importanza dei valori trasmessi dallo sport.

 

Il programma prevede poi molto altro, tra cui il ciclo di incontri Pensopositivo  e, presso la Fondazione Merz, le proiezioni di film nell’ambito di “Sottodiciotto Film Festival” in collaborazione con Premio Lux.

 

Insomma, una settimana intensa e stimolante che si chiuderà venerdì 4 dicembre (ore 20,30) alla Casa del Teatro Ragazzi e Giovani con l’evento (in collaborazione  con la Fondazione Telethon Onlus) “Crescere è un viaggio”. In un mix di grande impatto scenico ce lo raccontano i brani del rapper Milo e il corpo di ballo diretto da Ben Akadinma e Stefania Bovolenta; mentre il ricavato  della serata sarà devoluto a Telethon per finanziare progetti di ricerca su malattie genetiche e distrofia muscolare.

 

E last but not least, una call to action che chiama a raccolta i ragazzi tra 13-18 anni invitandoli a postare su Facebook, con l’hasthag #ilmiopostonelmondo, selfie che raffigurino i loro piedi e spieghino qual è il loro posto nel mondo, quello in cui si trovano o in cui vorrebbero essere, reale o metaforico.

 

 Laura Goria

Elezioni in vista a Palazzo Civico: gli azzurri di Silvio valgono i voti dei rossi di Airaudo

in prima pagina

PAL CIVICfassino 33Il Pd è dato tra il 32,2-34,4%. Nel centrosinistra i Moderati non sono stati inseriti nel sondaggio, particolare non irrilevante, poiché a Torino raccolgono sempre un risultato significativo, soprattutto alle Comunali. Ncd da prefisso telefonico

 

A poco più di sei mesi dal voto per le Comunali torinesi, secondo il sondaggio  commissionato da Forza Italia ad Alessandra Ghisleri di Euromedia Research (la sondaggista “personale” di Berlusconi) e anticipato dalla redazione torinese di Repubblica, il centrodestra è fuori dai giochi per Palazzo Civico. La vera sorpresa (annunciata) sono i grillini che candidano Chiara Appendino sindaco e che andrebbero al ballottaggio con il centrosinistra e raccoglierebbero tra il 28.5 e il 30 per cento dei consensi, come secondo partito dopo il Pd, dato tra il 32,2-34,4%. Nel centrosinistra i Moderati non sono stati inseriti nel sondaggio, particolare non irrilevante, poiché a Torino raccolgono sempre un risultato significativo, soprattutto alle Comunali. Certo è che Piero Fassino non dorme sonni tranquilli, con un rischio pentastellato così rilevante. Il centrodestra nel suo insieme  viene invece dato tra il 20 e il 25 per cento: FI 8-10%, Fdi 2-3%, Ln 10-12%. Dopo tante schermaglie interne, pare ormai molto probabile la candidatura a sindaco del notaio Alberto Morano, unico nome spendibile e di peso nella coalizione che una volta vedeva Forza Italia come partito – guida. Ncd è stimato tra lo 0,5 e l’1,5%, cifre da prefisso telefonico e da riunioni di partito in cabina telefonica. La sinistra rosso antico di Airaudo oscillerebbe tra il 6 e l’8%, più o meno come gli azzurri berlusconiani. Tanti gli indecisi oscillano tra il 18 e il 20%.

 

(Foto: il Torinese)

"Pene più pesanti per chi rapisce cani e gatti"

in CULTURA E SPETTACOLI

BRAMBILLA CINAM. V. BRAMBILLA: “PROPOSTA DI LEGGE PER AVERE PENE PIU’ SEVERE”

 

Da un minimo di tre a un massimo di dieci anni. E’ quanto rischierebbe chi entrasse in un’abitazione o nel cortile di pertinenza per sottrarre un animale da compagnia, se fosse approvata la proposta di legge dell’on. Michela Vittoria Brambilla, presidente della Lega Italiana per la Difesa degli Animali e  dell’Ambiente, che aggiunge il furto di animali da affezione all’elenco di circostanze aggravanti del reato di furto. La proposta è stata illustrata a Milano durante l’evento “La magia della speranza”, organizzato dall’associazione “SOS levrieri”, dedicato al tema dello sfruttamento dei cani in Europa e in Asia, con la partecipazione del regista cinese Genlin, presidente della World Dog Alliance che combatte il traffico di carne di cani in Asia, di cui l’on. Brambilla é portavoce per l’Italia.  “Su Facebook e su altri social – sottolinea
l’ex ministro – si moltiplicano le pagine che segnalano ”sparizioni” di quattrozampe non spiegabili come semplici allontanamenti e chiedono aiuto. Purtroppo il furto di animali – io preferisco parlare di “rapimento”, trattandosi comunque di esseri senzienti – non rientra tra i reati censiti dalle banche dati delle forze dell’ordine, che di regola non hanno lettori di microchip. Bisognerebbe passare in rassegna le denunce cartacee per avere un’idea della reale portata del fenomeno, che sembra interessare tutto il territorio nazionale, da Nord a Sud, e animali di ogni
razza e tipo”.

 

“Poiché viviamo – prosegue l’on. Brambilla – in un Paese con canili sovraffollati, in generale non è pensabile che i cani o i gatti siano sottratti da qualcuno che li vuole tenere per sé. Anche le richieste di riscatto sono piuttosto rare, mentre spesso accade che a nulla valga l’offerta di ricompense molto generose. Non possono quindi essere escluse le ipotesi più inquietanti: gli animali potrebbero essere destinati al mercato nero, all’accattonaggio o ai combattimenti clandestini o peggio ancora al commercio illegale di pelli o carni o alla sperimentazione non autorizzata”.

 

Di qui l’idea di introdurre una nuova aggravante del reato di furto. “Già a legislazione vigente – sottolinea l’ex ministro – l’aggiunta di questa semplice norma provocherebbe un notevole inasprimento della pena, considerato che la sottrazione dell’animale da compagnia avviene spesso nell’abitazione o nelle sue pertinenze, ipotesi più grave del furto semplice: in tal caso l’autore del reato rischierebbe non più un anno, ma da un minimo di tre ad un massimo di dieci anni. Il potenziale “rapitore” avrà una ragione in più per riflettere, prima di compiere questo odioso reato. L’introduzione dell’aggravante, inoltre, potrebbe facilitare il censimento delle denunce per furto di animali, la raccolta e la diffusione di dati statistici precisi. Ma la mia proposta di legge non va considerata soltanto per il suo scopo dissuasivo, ma anche, pur nell’ambito di un ordinamento che continua a considerare gli animali come semplici “cose”, per il suo obiettivo di sottolineare la particolare valenza del rapporto affettivo tra uomo e animale. Merita attenzione e rispetto il dolore di chi perde “un amico non umano” e può immaginarlo esposto al peggiore destino”. Conclude l’on. Michela Vittoria Brambilla.

 

“Non avrei mai creduto che l’uomo potesse essere così crudele nei confronti degli animali e soprattutto dei cani, i nostri migliori amici – ha detto Genlin commentando  il film-verità Eating Happiness da lui realizzato che denuncia il traffico di carne di cane nei paesi asiatici e nella sua Cina – L’Italia è un paese che già riconosce molti dei diritti degli animali e ora andrà ulteriormente a migliorare il suo livello di tutele. Al contrario, in Asia la situazione è molto differente. Fermare per sempre il traffico di carne di cane è la mia missione nella vita” Durante l’evento, nella cascina “La Calcaterra” di Ozzero (Milano), “SOS levrieri” ha consegnato alle famiglie adottanti italiane decine di cani salvati dai cinodromi irlandesi, appena arrivati nel nostro Paese per cominciare una nuova vita.

Mole in blu per la "salute azzurra"

in FOTO DEI LETTORI

mole blu v maioranoNelle scorse ore la Mole Antonelliana, a Torino, è stata illuminata di blu in occasione di “Movember”, giornata per sensibilizzare i cittadini per la prevenzione del tumore alla prostata, detta anche giornata della “salute azzurra”. Foto di Vincenzo Maiorano Album

1 2 3 31
Da qui si Torna su