Monthly archive

Marzo 2015

Ecco i luoghi di Modì alla Torre di Abele

in Cosa succede in città

abele modigliani

La mostra “I luoghi di Modigliani tra Livorno e Parigi” a Torino come evento parallelo di “Modigliani e la Bohème de Paris” del Gam

 

Il progetto foto-biografico ideato e realizzato dal regista Luca Dal Canto – già allestito con enorme successo questa estate alla Bottega del Caffè di Livorno in occasione dei 130 anni dalla nascita del grande artista livornese, e questo autunno-inverno al Museo di Palazzo Blu a Pisa, come evento collaterale della grande mostra “Modigliani et ses amis” – sbarca infatti a Torino dove rimarrà dal 9 aprile (inaugurazione ore 18) al 12 luglio, giorno del 131° compleanno di Modigliani. Anche qui l’esposizione di Dal Canto si affianca al grande evento promosso dal Centre Pompidou di Parigi presso la Galleria d’Arte Moderna del capoluogo piemontese, intitolato “Modigliani et la Bohème de Paris” (15 marzo-19 luglio).

 

La location della mostra “I luoghi di Modigliani” sarà la storica libreria La Torre di Abele, in pieno centro (via Micca, 22), nell’edificio dove Edmondo De Amicis cominciò la stesura del suo celeberrimo libro “Cuore”. Reduci dalla due giorni livornese promossa dal Fai (21-22 marzo) all’interno dei settecenteschi Magazzini del Palazzo delle Colonne di Marmo (1700 visitatori), i 56 pannelli del regista e fotografo labronico racconteranno quindi anche ai visitatori torinesi la vita di uno dei più grandi artisti del Novecento, attraverso le immagini contemporanee di quelli che furono i “suoi” luoghi a Livorno e a Parigi e con 45 racconti illustrati dalla grafica Enrica Mannari.

 

Dalla ricerca e dalle fotografie di Dal Canto emerge una storia fatta di bistrot, strade, palazzi, cafè, piazze, studi gelidi e angusti, ambienti un tempo pieni di vita e di cultura, luoghi talvolta “devastati” da oltre cento anni di cambiamenti socio-economici e urbanistici. Ma il cammino di questo importante progetto non finisce certo qui. Il libro-catalogo presentato in molte città italiane, edito da Erasmo e con le prefazioni illustri di Giorgio Cricco e Murielle Levy, è stato appena ristampato e “I luoghi di Modigliani”, dopo Torino, si sposterà in autunno a Parigi per poi fare tappa, probabilmente (gli enti organizzatori stanno ancora lavorando su questo fronte), a Milano.Luca Dal Canto è regista e fotografo. Dopo aver collaborato come aiuto regia con Daniele Luchetti, Sergio Rubini, Enrico Oldoini e altri registi italiani, nel 2012 ha firmato il cortometraggio “Il cappotto di lana” che ha collezionato 48 selezioni e 16 premi in festival cinematografici internazionali. Nel 2014 ha realizzato il cortometraggio “Due giorni d’estate”, presentato fuori concorso al 67° Festival di Cannes e distribuito in 11 paesi stranieri.

 

Per ulteriori informazioni: www.iluoghidimodigliani.com

M5S: "Consiglio surreale alla Circoscrizione 5"

in TRIBUNA

circoscr 5

“Ennesimo consiglio circoscrizionale surreale si è svolto  in via Stradella, nella circoscrizione piu’ indagata d’Italia”

 

Riceviamo e pubblichiamo

 

Il Presidente Rocco Florio, plurindagato per le “giunte fantasma” della circoscrizione 5 e per le “firme false” in relazione alla presentazione delle liste del PD alle ultime elezioni regionali, si è reso protagonista di un’altra azione discutibile nell’ultimo consiglio. L’ Ordine del Giorno del Consiglio prevedeva ben 28 punti (http://www.comune.torino.it/circ5/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/2839), con alcune interpellanze, ordini del giorno e mozioni in attesa di essere discusse da mesi. Al primo punto si prendeva atto delle dimissioni del consigliere Vincenzo Buda (Comunisti Italiani – F.d.S.) e della relativa surroga con Antonio Trimani. Al secondo punto si discuteva della nomina del nuovo coordinatore Lidia Andolfatto (PD) della prima commissione dopo le dimissioni di Alberto Formichella (Sel), dimessosi dopo i recenti avvisi di garanzia ricevuti dalla giunta della circoscrizione 5, pur non essendo  indagato.

 

Terminata la discussione dei punti precedenti, il Presidente Florio ha chiuso inspiegabilmente il Consiglio alle 18 circa, dopo un’ora scarsa di assemblea.Nonostante gli altri 26 punti all’ordine del giorno, con interpellanze richieste dai cittadini che attendono una risposta da mesi, il Presidente ha sostituito i due dimissionari per garantire la poltrona ai subentranti e si è ben guardato dal continuare il lavoro per cui veramente siamo stati eletti: cercare di risolvere i tanti problemi che ci sono nei quartieri di Borgo Vittoria, Madonna di Campagna, Lucento e Vallette.

 

Alcuni cittadini presenti al Consiglio sono rimasti sorpresi per l’ennesimo episodio di arroganza del pluri-indagato Presidente Florio e hanno inscenato una piccola protesta al termine del Consiglio di Circoscrizione (vedi foto allegata). Non si può continuare così. Non è bastata la figuraccia nazionale andata in onda sulla trasmissione Ballarò di RAI3 martedì scorso, con il Presidente Florio, il Vice Agostino e altri consiglieri del PD che scappavano davanti alle domande legittime del giornalista. La giunta degli indagati continua ad intascare i gettoni e garantire poltrone, per i problemi dei cittadini ci sarà un’altra occasione, forse.

 

 

Antonino Iaria
Consigliere di Circoscrizione 5 del Movimento 5 Stelle

Ortoflora & Natura, un weekend trascorso in mezzo al verde

in ECONOMIA E SOCIALE

carmagnola 21carmagnola33

Espositori e visitatori provenienti da tutto il Piemonte, ed anche da Liguria, Lombardia e (per quanto riguarda le presenze espositive) Emilia Romagna e Toscana

 

Ha registrato un buon afflusso di visitatori l’edizione ventotto di Ortoflora & Natura, la mostra mercato regionale che si è svolta nel Parco della Cascina Vigna. Sia sabato che domenica le buone condizioni metorologiche hanno visto affluire all’area espositiva di 25mila metri quadrati espositori e visitatori provenienti da tutto il Piemonte, ed anche da Liguria, Lombardia e (per quanto riguarda le presenze espositive) Emilia Romagna e Toscana, confermando l’evento come una delle più importanti rassegna nella regione subalpina quanto a produzioni nel settore florovivaistico ed orticolo e delle attrezzature ed arredi da orto e giardino, tanto da aver ottenuto il patrocinio dell’Anci, “AnxixExpo2015. Molto gradita è stata la degustazione gratuira del Ravanin e del Porro, giunta alla ottava edizione e curata dalla pro loco Carmagnola. Non si è invece svolta, per disposizioni del ministero della Salute, emanate a livello nazionale, “Falchi e falconieri”, esposizione di rapaci.

Massimo Iaretti

Per una Pasqua senza agnelli sacrificali

in CULTURA E SPETTACOLI

AGNELLI PASQUA

Sono stati anche proiettati video su quello che avviene nei macelli

 

Per una Pasqua senza sterminio di agnellini, alcuni gruppi animalisti domenica 29 marzo hanno tenuto un presidio a Torino in Piazza Castello. E’ una campagna di sensibilizzazione contro la strage degli agnelli per Pasqua. Si è trattato di una manifestazione di forte impatto poichè sono stati anche proiettati video su quello che avviene nei macelli.

Quattro piani e 10 mila metri: ecco l'Egizio

in vetrina2

egizio 22

egizio nnegizio llEvelina Christillin: “Siamo felici di esserci riusciti.Ora abbiamo un mese per offrire al pubblico dell’Expo un museo perfettamente fruibile”

 

Riapre dopo tre anni di ristrutturazioni il Museo Egizio di Torino, nel suo  nuovo allestimento da  50 milioni di euro. Inaugurato dal ministro per i  Beni Culturali Dario Franceschini, il più famoso museo torinese nel mondo  metterà in mostra nuovi tesori, come gli affreschi di fine ’700 della Galleria dei Sarcofagi. La superficie del museo sarà quasi raddoppiata e occuperà 10 mila metri quadrati su quattro piani collegati da un sistema di scale mobili che richiamano un simbolico percorso di risalita del Nilo. E’ stato ideato dallo scenografo Dante Ferretti, già autore del coreografico Statuario del piano terra.  

 

Tra le novità più curiose previste, la possibilità di girare per le sale del museo con un tablet o uno smartphone alla mano per tradurre in tempo reale i geroglifici. Il nuovo Egizio è “un grande traguardo” raggiunto “rispettando tempi e costi”, dice la presidente Evelina Christillin. “Siamo felici di esserci riusciti.Ora abbiamo un mese per offrire al pubblico dell’Expo un museo perfettamente fruibile”. Il sindaco Piero Fassino ha espresso la propria soddisfazione per il rispetto dei tempi del cronoprogramma di realizzazione dei lavori di ristrutturazione.Il direttore Greco: “Oggi il museo cessa di essere un cantiere e inizia ad essere quello che deve essere: un museo. Siamo la seconda collezione al mondo, ma non il secondo museo. Dobbiamo fare ricerca e la ricerca è fatta di persone, per questo voglio ringraziarle una ad una”.

 

(Foto: il Torinese)

 

Hollande, monsieur le President cerchiobottista: libertà d'espressione per De Luca, ma la Tav s'ha da fare

in prima pagina

hollande 1

Prima la difesa dello scrittore sotto processo, poi quella della Tav

 

La Francia, terra di libertà. uguaglianza e fraternità non poteva non schierarsi a fianco di Erri De Luca, lo scrittore sotto processo a Torino per aver difeso i sabotaggi al cantiere della Tav di Chiomonte. Addirittura il presidente della Republique, Francois Hollande aveva dichiarato: «Non posso intervenire negli affari giudiziari, ma a nome della Francia posso sostenere la libertà d’espressione. Questo vale per gli scrittori francesi ma anche per gli stranieri. Gli autori non possono essere perseguiti per i loro testi». I princìpi e i valori sono salvi. Ma non si può non sottolineare una certa dose di cerchiobottismo se si leggono le più recenti dichiarazioni di monsieur le President: “Per sostenere la crescita abbiamo delle infrastrutture da costruire, e una di quelle è la (linea ferroviaria ad alta velocità) Lione-Torino”. Così Hollande, in una dichiarazione rilasciata dopo il colloquio con il presidente Sergio Mattarella, garantendo che Italia e Francia hanno “diversi progetti” da presentare nell’ambito del piano Juncker. La Tav s’ha da fare.
   

Italia-Inghilterra, centinaia di tifosi britannici "occupano" Torino per l'amichevole

in prima pagina

inglesi2

inglesi4inglesi1inglesi5inglesi3Piazza Carlo Felice è stata invasa dalle “truppe” inglesi che – a torso nudo per il caldo estivo – si sono sdraiate sull’erba

 

Città invasa dai tifosi inglesi per la partita amichevole dello Juventus Stadium. In tutto 29.500 i biglietti venduti per il match tra Italia e Inghilterra: le presenze allo stadio per la partita che vede il ritorno di Antonio Conte nell’arena dove ha conquistato tre scudetti con la Juve, sono oltre 30 mila. Fiumi di birra e canti a squarciagola per i britannici, assiepatisi nei pub, nei bar e nelle strade e piazze di Torino. Piazza Carlo Felice è stata “occupata” da decine di tifosi che – a torso nudo per il caldo estivo – si sono sdraiati sull’erba.

 

(Foto: il Torinese)

L'omicidio non fu volontario, alleggerita posizione dell'aggressore del tabaccaio

in BREVI DI CRONACA

carabinieri xx

L’uomo secondo la perizia è morto non solo per le percosse, ma anche per un infarto

 

Non si è trattato di omicidio volontario, bensì preterintenzionale. Il tabaccaio valdostano Enrico Rigollet morì nel suo negozio a Torino lo scorso 11 dicembre oe oggi la consulenza del medico legale Roberto Testi dice che l’uomo è morto non solo per le percosse, ma anche per un infarto. Si alleggerisce di molto la posizione di Giuseppe Cerasa, il 38enne al quale il pover otabaccaio aveva rifiutato di vendere alcol e sigarette,  che poi  venne arrestato.

"Il Papa della gente", un film made in Piemonte su Francesco

in Cosa succede in città

papa francis

La vita di Papa Francesco è ripercorsa dai primi anni del suo magistero fino all’elezione a pontefice, interprete la star argentina Rodrigo de la Serna

 

E’ stato ultimato – girato in Piemonte – il film per  la tv ‘Il papa della gente’, per la regia di Daniele Lucchetti. La vita di Papa Francesco è ripercorsa dai primi anni del suo magistero fino all’elezione a pontefice, interprete la star argentina Rodrigo de la Serna. Il lungometraggio è prodotto da Tao Due di Pietro Valsecchi per Mediaset. Il film sarà pronto per l’inizio del 2016, ed è sostenuto dalla Film Commission Torino Piemonte presieduta da Paolo Damilano.

Oggi pomeriggio occhio allo sciopero dei mezzi pubblici!

in Cosa succede in città

tram coloriTRAM GMADRESi ferma il settore trasporti

Lunedì 30 marzo sciopero nazionale del settore trasporti. I mezzi GTT urbani e suburbani, la metropolitana, le linee extraurbane e il servizio ferroviario (sfm1 e sfmA) saranno in sciopero dalle 18 alle 22.

 

 

Tutte le informazioni sul sito GTT

1 2 3 25
Da qui si Torna su