Monthly archive

Maggio 2014

Dieci anni di cura Marchionne e la Fiat risorge

in LYFESTYLE

Il sogno di grandezza di Sergio Marchionne, che alla presentazione del Piano industriale di FCA ha voluto sottolineare l’importanza, per uomini e aziende,  di lasciare il segno nella storia, forse ha fatto storcere il naso a chi, come Maurizio Landini, leader Fiom, vuole vedere fatti e non soltanto sentire parole

 

fiat arancio“Non voglio essere ringraziato”, è il tormentone di Crozza-Marchionne nell’imitazione dell’ad di Fiat-Chrysler del celebre comico televisivo. Ma qualche ringraziamento, forse, al supermanager va fatto. Quando, esattamente dieci anni fa divenne  amministratore delegato, patrocinato da tempo da  Umberto Agnelli,  la Fiat era allo sbando: un miliardo di euro la perdita annuale.  La cura Marchionne ha funzionato facendo triplicare gli utili. E questo è un dato di fatto.lingotto bandiera

 

Lo stesso ad, in una dichiarazione  rilasciata recentemente ha ricordato  che “Fiat e Chrysler nel 2003 si trovavano al decimo e al dodicesimo posto nella classifica dei costruttori mondiali, insieme sono oggi al settimo posto.   Anche dieci anni fa i volumi erano accettabili, ma la differenza è che entrambe le aziende erano in profondo rosso, mentre oggi hanno un utile di 3,4 miliardi”. Il sogno di grandezza di Sergio Marchionne, che alla presentazione del Piano industriale di FCA ha voluto sottolineare l’importanza, per uomini e aziende,  di lasciare il segno nella storia, forse ha fatto storcere il naso a chi, come Maurizio Landini, leader Fiom, vuole vedere fatti e non soltanto sentire parole. Ma, a giudicare dal primo decennio di Era Marchionne, i frutti incominciano a vedersi.

 

fiat 500A chi teme l’eccessiva globalizzazione del Lingotto targata America , con inevitabile abbandono di Torino da parte dell’azienda, Marchionne risponde così: ” la nostra forza deriva proprio dall’unione di queste due realtà, ognuna conserverà la propria identità e metterà a disposizione dell’altra i propri punti di forza. E’ una prova – ha detto ancora Marchionne – che l’indipendenza oggi nel nostro settore non può più essere considerata un valore. Le economie di scala, le capacità di generare efficienze, lo sviluppo di piattaforme globali, la condivisione dei costi e degli investimenti. E questa è la strategia che abbiamo abbracciato nel 2009 e che ora sta portando i suoi benefici”. Ha poi aggiunto: “la parte più difficile riguarda l’Alfa. Ma comunque i target 2014 non mi preoccupano”.fiat lingotto

 

Torino, comunque, non deve limitarsi a guardare e applaudire. E’ un segnale positivo il fatto che il nuovo presidente della Regione, Sergio Chiamparino, abbia indicato la Fiat e il suo futuro (anche piemontese) tra le sue priorità di governo.

 

(Foto: il Torinese)

 

 

 

 

Il Bicentenario sulle gazzelle dell’Arma

in BREVI DI CRONACA

CARABINIERI LOGOTORINO – Per il bicentenario dell’Arma, nata a Torino nel 1814 alla caserma Bergia di piazza Carlina, le vetture e le moto dei Carabinieri del Comando provinciale torinese, riportano da oggi un apposito fregio.

 

Si tratta della fiamma a 13 punte della benemerita, accompagnata dal motto “Nei secoli fedele” e dalla data 1814-2014.

 

 Tra le iniziative in occasione  dei festeggiamenti, prosegue la mostra storica sull’Arma a Palazzo Lascaris, in via Alfieri 15. Nostro servizio nella rubrica STORIA in homepage.

Il cibo ebraico: la fede e la storia

in ECONOMIA E SOCIALE

Al centro dell’attenzione anche il ruolo delle donne come guardiane della tradizione nella cucina e nella cultura  ebraica

 

ebreiA poco più di trenta minuti d’auto da Torino nella splendida tenuta di Pollenzo, diventata sede dell’Università del gusto, si parlerà di  storia  del cibo ebraico nel corso dei secoli . Il tema sarà oggetto di studio di un convegno internazionale che si svolgerà il  9 e 10 giugno .

 

 ‘The Global History of Jewish Food’, è il titolo dell’evento promosso dalla New York University e dall’Università di Scienze gastronomiche. Parteciperanno studiosi da  Stati Uniti e Germania.

 

Si parlerà di significato del cibo, della diaspora,  e della creazione delle identità ebraiche. Saranno affrontati aspetti religiosi e filosofici:  il principio di purezza e contaminazione, i tabù e i divieti. Al centro dell’attenzione anche il ruolo delle donne come guardiane della tradizione nella cucina e nella cultura  ebraica.

 

Quasi 40 mila per la grande festa alla Reggia

in ECONOMIA E SOCIALE

Ortinfestival, tutto il mondo a km 0.  Una grande  kermesse “green” dedicata ai prodotti della terra. E’ stato possibile  assaporare i piaceri del cibo e partecipare a spettacoli, giochi e dibattiti

 

venaria ortinfestivalIl tempo, tutto sommato, ha tenuto e alla Reggia di Venaria è stato un successo di visitatori per  Ortinfestival, “Festival gastronomico degli orti contemporanei. Nel weekend lungo si punta a raggiungere complessivamente 40mila presenze. Tutto il mondo a km 0”. Una grande  festa dedicata all’orto e ai prodotti della terra, dove  assaporare i piaceri del cibo, dagli antichi sapori tradizionali alle ricette delle culture gastronomiche internazionali. Vini pregiati e birre artigianali, cucina di strada e piatti esotici, prodotti biologici e ricette innovative. In programma erano anche meeting con esperti, dibattiti, giochi e intrattenimenti vari per grandi e piccini, concerti e musica dal vivo, arte e oggetti di design ispirati al Potager Royal e dei Giardini della Reggia di Venaria.

 

Tra le attrazioni proposte dalla manifestazione, segnalate dal sito www.lavenaria.it:

 

L’orto glocale a km 0: un percorso espositivo open air di due ettari con centinaia di erbe aromatiche, fiori eduli (che “si mangiano”) e verdure di tutto il mondo mai viste, da scoprire e da gustare!

Gli Showcooking con i suoi chef ospiti, stellati e non, foodblogger, etnobotanici e naturalisti per imparare a cucinare tanti nuovi piatti.

La Corte del gusto: un’area con chioschi e stand di cucina gourmet e di strada, italiana e del mondo.

Un Mercato dei Sapori con i prodotti di contadini e artigiani da assaporare.

La Merenda sull’erba per godere il pic-nic, comodamente sdraiati nei prati “regali”.

La Cantina del Festival: un’area con decine di vini di pregio e birre artigianali in degustazione.

La Shopping Area con cento espositori selezionati di prodotti enogastronomici, green e benessere.

La Pachamanca, il banchetto della Madre Terra del Perù, Paese ospite di Ortinfestival.

La rassegna gastronomica Ortinfestival CountDown, ospite di alcuni tra i migliori ristoranti di Torino e Provincia.

La Reggia da mangiare: Venaria vista dall’artista fotografo Carl Warner.

E ancora…: gli ospiti e gli incontri del Salotto dellìOrto, i workshops di Insegnare divertendo, gli allestimenti creativi di architetti e paesaggisti, il Blogger Village insieme a tanta Musica e Spettacoli.

Ortinfestival ha ricevuto per l’originalità dei suoi contenuti il Patrocinio dell’EXPO 2015, del Comitato Scientifico dell’Expo 2015 e del Gruppo Italiano della Stampa Turistica GIST

A rischio il sogno parisien dei Murazzi

in prima pagina

 Il solerte dirigente del Suolo pubblico ha stoppato il progetto: i dehors previsti dalla delibera potrebbero non essere conformi al nuovo piano per l’arredo pubblico. La palla passa al sindaco Fassino. Riuscirà a sbrogliare la matassa?

 

murazziA Palazzo Civico ci vanno molto ma molto cauti. Dopo l’infortunio dell’inchiesta sui Murazzi, tutti i particolari devono essere presi in esame con estrema attenzione. E così, quello che era stata annunciato come il nuovo corso della movida torinese, rischia di restare impantanato a causa di un cavillo burocratico. L’assessore Mangone, con il sostegno del collega Braccialarghe, aveva predisposto la delibera che avrebbe consentito dai prossimi giorni di far aprire i locali lungo il Po già a partire dal pomeriggio, per consentire a torinesi e turisti di godersi il lungofiume, come se si trattasse della Senna parigina. tra una passeggiata e un drink.

 

Sarebbero pronti ad aprire anche caffè e ristorantini di qualità, per dare un nuovo tono alla zona. Ma il solerte dirigente del Suolo pubblico ha stoppato il sogno parisien: i dehors previsti dalla delibera potrebbero non essere conformi al nuovo piano per l’arredo pubblico.Ora la palla passa al sindaco Fassino. Riuscirà a sbrogliare la matassa?

 

Nel frattempo, il prossimo 17 luglio si terrà l’udienza preliminare in tribunale per i funzionari comunali e per l’allora assessore Alessandro Altamura, proprio in relazione ai canoni mai riscossi da palazzo Civico. A tale proposito, è contestata anche una delibera di sette anni fa attraverso la quale, invece di imporre lo sfratto ai gestori morosi, gli si proponeva uno sconto del 25% sui canoni. Nella vicenda, su cui ha indagato il pm Andrea Padalino è rimasto impigliato anche l’ex manager della Città, Cesare Vaciago.

 

A dicembre, invece, si aprirà il processo ad alcuni gestori che , si è scoperto durante le indagini, avevano realizzato abusi edilizi con l’allestimento di dehors, scale e altre opere non consentite. A tutto ciò si aggiungono le contestazioni per i decibel troppo alti (ma in questo caso il processo slitta tra un anno)  da cui tutto iniziò.

 

(Foto; il Torinese)

 

 

Enzo Lavolta: “Strategie per la Smart City”

in TRIBUNA

Enzo Lavolta, Assessore Sviluppo, Innovazione, Ambiente e Verde della Città di Torino e Gianni Colombo, Direttore dell’Istituto Mario Boella. LE TECNOLOGIE DELL’INFORMAZIONE AL SERVIZIO DELLA SMART CITY –  4 giugno 2014 ore 17,30 – Ex Manifattura Tabacchi


lavoltaIn questi giorni nell’emisfero nord della Terra il livello di CO2 ha raggiunto le 400 parti per milione. Erano 290 un secolo fa. La riduzione di questo gas serra è un obiettivo prioritario del piano Horizon 2020 della Commissione Europea. Torino Smart City, tra le 45 idee del suo Masterplan, ne ha molte dedicate all’energia e alla riduzione delle emissioni inquinanti. Alcune sono già in fase di attuazione: risparmio energetico, sostenibilità ambientale degli edifici privati, reti di distribuzione elettrica. Le Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione – ICT – sono essenziali per raggiungere questi obiettivi. Ne parlano mercoledì 4 Gianni Colombo, direttore dell’Istituto “Mario Boella”, ed Enzo Lavolta, Assessore all’Innovazione e all’Ambiente della Città di Torino.

Gianni Colombo proporrà una visione strategica della “città del futuro” partendo dal tema dell’energia: servono reti intelligenti per gestire le energie rinnovabili come quella solare, pulite ma anche discontinue che, per questa loro caratteristica, presentano difficoltà nel mettere d’accordo domanda e offerta. Le ICT, core business dell’ISMB, forniscono le funzioni indispensabili per una gestione intelligente di produzione, trasporto e distribuzione di energia, capacità elaborative per lo sviluppo modulare dei sistemi energetici e strumenti di supporto all’interazione uomo-macchina. Un caso concreto è rappresentato dal Comune di Collegno, dove è in corso una sperimentazione relativa all’adozione di soluzioni per l’efficienza energetica sviluppate in ISMB.
Un altro settore nel quale le Tecnologie dell’Informazione possono contribuire a migliorare l’efficienza è quello della salute: la telemedicina, ad esempio, può rendere sostenibile l’assistenza a un numero sempre maggiore di anziani evitando inutili ingorghi negli ospedali e migliorando la qualità della vita dei pazienti. Anche in questo caso è in corso una sperimentazione presso l’Ospedale Mauriziano per il monitoraggio, a domicilio, di pazienti affetti da scompenso cardiaco.

Enzo Lavolta presenterà le strategie che la Città di Torino ha sviluppato attraverso la redazione del masterplan Smile, un piano strategico per lo sviluppo della smart city. Trecento persone, esponenti del mondo delle istituzioni, della formazione, della ricerca, dell’industria, hanno elaborato 45 idee che corrispondono ad altrettanti percorsi di crescita verso la città intelligente. Energia, Benessere, Mobilità, Inclusione sociale sono i grandi capitoli di un’idea di città che ha bisogno, oltre che di una nuova progettualità, dell’apporto delle nuove tecnologie per offrire nuovi servizi e soluzioni a vecchi e nuovi problemi.

 

(Fonte: Ufficio stampa Città di Torino – www.comune.torino.it)

Gli eventi collaterali di “Sport in Piazza” invadono Torino

in LYFESTYLE

Dal 30 maggio al 1° giugno le iniziative raggiungono i torinesi sotto casa, come preludio al prossimo anno in cui la città sarà capitale europea. Non ci sarà bisogno d’andare sino in centro, ma basterà uscire dalla propria abitazione per farsi coinvolgere in questa grande festa

 

sport_scende_in_Piazza- All’appello “Fare Sport” hanno risposto in tanti. Il fitto programma dei giorni dedicati al movimento include anche una serie di appuntamenti collaterali, i quali andranno ad arricchire i tanti incontri che occuperanno pacificamente le vie e le piazze del centro. Dunque non ci sono scuse lo sport raggiunge i torinesi sotto casa. Per praticarlo o per seguirlo non ci sarà bisogno d’andare sino in centro, ma basterà uscire dalla propria abitazione per farsi coinvolgere in questa grande festa. Qui di seguito gli eventi collaterali in centro, nelle Circoscrizioni e fuori città:

 

SABATO 31 MAGGIO

Ore 11 – Via Corte d’Appello 16 sala riunioni: Premiazione dei vincitori concorso letterario sportivo  “Storie al traguardo” 

Ore 20.30–23.30 – Impianto sportivo Tazzoli sala conferenze: convegno “Il subacqueo consapevole” Info: www.torinodivingcollege.it

Ore 14.30  – Palazzo del nuoto, via Filadelfia: Meeting di nuoto V Memorial Erminio Catania – Gara di nuoto dilettantistica tra Servizi per disabili di Torino e Provincia e Associazioni Sportive.

Campagna preventiva “Studi Aperti”: i Fisioterapisti professionisti iscritti A.I.FI. Piemonte e Valle d’Aosta che aderiscono all’iniziativa e il cui studio professionale ha sede  nell’area metropolitana torinese, aprono le porte dei loro studi offrendo gratuitamente consulenze e valutazioni funzionali.
Info: presso lo stand in piazza Castello o sui siti www.aifipiemontevalledaosta.it,  www.gissport.it e sulle pagine Facebook

CIRCOSCRIZIONE 1
Ore 10-18 – Piazza Manlio Brosio: Lezioni aperte di Tai Chi Chuan (10.00 –12.00), Ciclo di Animazione (10.00 – 18.00), Trampolino Elastico, Ginnastica Artistica, Laboratori di Giocoleria, Attività circensi aeree (10.00 – 17.00) a cura della Soc. Ginnastica Torino – Flick Gruppi di Majorettes (10.00-18.00),  Trampolino elastico-Ginnastica Artistica-Laboratorio di circo-Giocoleria (10-17) 
Ore 10-18 – Aiuola Crocetta: Cicloanimazione,  Esibizione Majorettes
Ore 10-18 – Teatro Regio: Lezione di teatro Spettacolo teatrale
Ore 14-22.30 – Piazza Valdo Fusi: Corsi e gare di skate

CIRCOSCRIZIONE 2
Ore 9.30 – Villa Amoretti – parco Rignon, corso Orbassano 200: “Andar di Corsa, Io non corro da sola”: corsa o camminata collettiva tra i viali e i sentieri di Parco Rignon Seguiranno e si sovrapporranno momenti di lettura a cura dell’Associazione Donne & Futuro Onlus e del Servizio Biblioteche Civiche Torinesi, lezioni di fitness e difesa personale da parte dell’Italian Military Training ASD e visite al Parco Rignon condotte dall’Associazione Conservare per Innovare – L’attività è aperta a tutti ed è prevista, previa iscrizione, una quota di partecipazione.
Ore 10.00-18.00 Parco Rignon, corso Orbassano 200: Endasiadi – Finali Nazionali del Centro Nord Italia. giochi e sport a squadre miste, chiamate “pattuglie” che l’Endas organizza gratuitamente per i bambini delle scuole elementari: Caccia al tesoro e “Giochi senza frontiere”, prove di abilità fisica e mentale. Attività sportive propedeutiche per varie discipline come l’orientamento, l’atletica leggera, la pallacanestro e il calcio.
Ore 14 Corso Agnelli angolo corso Sebastopoli: Il Museo dello Sport di Torino in collaborazione con l’ASD Nordic Walking Volpiano propone un pomeriggio alla scoperta di due gioielli della Circoscrizione 2: il Museo dello Sport – Stadio Olimpico ed il Parco di Piazza d’Armi. Costo, compreso la visita del Museo, 5 euro. Mentre i bastoncini per il Nordic Walking saranno forniti in uso gratuito
Ore 14.30-18.30 – Sferisterio comunale di Corso Tazzoli 78: “La pallapugno in città”

CIRCOSCRIZIONE 6
Ore 13.00-15.00 – Oratorio S. Pio X – Via dei Pioppi 15:  Quadrangolare di Volley under 13
Ore 15-18 – Via Petrella – 40 ASD Centro Campo: Tornei di calcio a 5 (15.00-17.00), Saggio Danza Moderna (15.00-15.45),  Saggio di Ginnastica artistica (16,30-17.00), lezioni aperte di Pallavolo (15-18), lezioni di Tennis (10-13), lezioni di Tennis tavolo (dalle 15.00).
Info: www.asdcentrocampo.yolasite.com
31 maggio-1° giugno – Impianto Colletta: Pattinatori San Mauro 3° Torneo Memorial Giaccaglia – Gare per categorie

CIRCOSCRIZIONE 7
Ore 10 sino al tramonto  – Parco della Colletta: “CAMBIA GIOCO!” dimostrazioni di nuovi sport presentati dalle Federazioni e dalle Associazioni Sportive: Netball, sport di genere da qualche anno praticato anche dagli uomini molto popolare in Australia Canada e Stati Uniti presentato in anteprima in Italia (CUS Torino), Frisbee (Associazione Ultimate Torino); Tchoukball (ASD Asti), Hitball (Federazione Italiana per l’Hitball); Crossfit (gruppo Crossfit Huddle); Flag (Federazione Italiana American Football – )

CIRCOSCRIZIONE 8
Ore 9.30-18.30 Piscina Parri, via Tiziano 39: Nuoto libero e prove di apnea e subacquea per giovani e adulti.
Ore 15-17 – Piscina Parri via Tiziano 39: Nuoto per salvataggio, esibizione salvataggio con simulazione prova del defibrillatore.
Ore 14-19 – Piazza Zara: UISP Skate Park. Inaugurazione, gare ed esibizioni di bmx, skate e monopattino per bambini, giovani e adulti
Ore 15-17 – Giardino Roccioso Valentino: Orienteering cosa è e come si pratica riservata ai giovani e ai bambini a partire dagli 8 anni.
Piazza Zara – la Biblioteca civica Natalia Ginzburg  sarà presente con un punto prestito nell’ambito dello Skate Park.

RIVALTA
Ore 10.30-19  – Parco dell’ ex monastero, via Balegno  6:  “Circo sotto casa” raduno dedicato al Circo a cura dell’Associazione Jaqulè

SAN MAURO TORINESE
Ore 10.00 – Parco Luigi Einaudi, presso impianti sportivi: “1° Torneo Scolastico delle Fragole di Rugby”- “Memorial Tonino D’Altorio” organizzato dall’A.S.D. Rugby San Mauro
ore 14.00 – Parco Luigi Einaudi presso il Circolo C.R.A.L.: Gara di bocce a terne “Memorial Dino Tommasi”

VENARIA
Ore 9.30-22.00 – Palestre delle scuole G. Di Vittorio – via Boccaccio 44 e Don Milani – Corso Papa Giovanni XXIII, 54: Torneo di basket e di  volley “Luca Cafagna”. A cura dell’Associazione “Arrivederci Luca” Onlus.
Ore 10.00-13.00 – Impianto sportivo P. Sette – via Boccaccio 24: Accesso gratuito all’impianto in cui si svolgeranno le attività di pattinaggio, green-volley, calciobalilla e tennis da tavolo.  A cura dell’ A.S.D. Polisportiva Venaria
Ore 10.00-18.00 – Piazza Pettiti – Pattinaggio in linea: prove pattini per piccoli e ragazzi, dimostrazioni di pattinaggio degli atleti che frequentano i corsi e della squadra agonistica. A cura dell’associazione Vittoria Pattinatori

30 – 31 MAGGIO

Ore 14.00-21.00 Impianto sportivo Tazzoli: Test di pattinaggio su ghiaccio riservato ad allievi Info: www.fisg.it/piemonte
Ore 10.00-19.00 (Venerdì 30) – ore 9.00-12.00 (Sabato 31) Centro sportivo militare “Cap. Porcelli”  corso Galileo Ferraris 200: “6° Trofeo scuola di applicazione”. I Sottotenenti della Scuola di Applicazione affronteranno le rappresentative di Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia di Stato, nonché di società sportive locali tra cui il C.U.S.Torino. Discipline: Pallavolo, Corsa campestre, Nuoto, Mountain bike. Quest’anno è stato introdotto anche il  Rugby e il Tiro sportivo.

30 MAGGIO – 1 GIUGNO

“Torino, gente in movimento”: tre giorni dedicati ai temi della salute, del benessere, dello sport e del turismo. Info: www.turinmarathon.it
Ore 12.30-15.00/17.30-21.00 Royal Club Torino  –  Piazza Muzio Scevola, 2:  “Trofeo Torino Capitale Europea dello Sport 2015”, torneo tennistico di doppio – Info: www.royalclubtorino.it

1° GIUGNO

Piazzetta Reale – spazio biblioteca in cui trovare libri e riviste sullo sport posseduti dalle biblioteche. Saranno distribuiti anche 1000 benefit e libri omaggio per coloro che avranno partecipato alle prove sportive in piazza.
Ore 9.00-18.00 – Piscina monumentale:  “Turin padi scuba day”: giornata di avvicinamento al mondo subacqueo. info : www.torinodivingcollege.it
Ore 9 – Cascina Marchesa: partenza della “Turin Half Marathon” Gran premio Città di Collegno – info: www.turinmarathon.it

CIRCOSCRIZIONE 5
Ore 9.30-13.30 – Piscina Sospello – Via Sospello 118: Nuoto libero e Fitness in acqua libero a cura di Rari Nantes

CIRCOSCRIZIONE 7
Ore 10-16.30 Piazza della Repubblica:  Balon Mundial– Street Football
Ore 9-16.30 Cecchi Point:  Balon Mundial Football
Ore 14-19 (31 maggio e 1° giugno) Impianto SportivoServais:  Balon Mundial Torneo Cricket , MINI Olimpiade Porta Palazzo calcio a 3, Volley, Basket, (15.30 -17.30), MINI Corsa atletica con staffetta (16.30), dimostrazioni TRIAL e QUAD (10/17), Giochi di strada    Laboratorio disegno per bimbi, Ping Pong, Calcio Balilla, Gioco dell’oca,  Improvvisazioni RAP

CIRCOSCRIZIONE 8
Ore 8.30-15 Bocciofila Fioccardo, Via Oristano 16: Gara di bocce

RIVALTA
Ore 10- 18.30 – Piazza Gerbidi – Festa dello Sport:  attività ludico-sportive per bambini e ragazzi dalla scuola materna alle scuole superiori (atletica, basket, minivolley, tennis, gimkana ciclistica, hockey in line, nordic walking, rugby, pattinaggio a rotelle
Ore 14.30 – Premiazione giovani atleti rivaltesi dell’anno
Ore 18.30 – Premiazione partecipanti alla Festa dello Sport
Info: famigliarivaltese.it

SAN MAURO TORINESE
Ore 9.30 Ponte Vittorio Emanuele III: “Raduno di Fiat 500 storiche ed auto d’epoca” a cura dell’associazione 500 Torino Club Iitalia
Ore 14.00 – Parco Luigi Einaudi presso il Circolo C.R.A.L.: Gara di bocce a terne “Memorial Dino Tommasi”

VENARIA
Ore 8.30-17.30 – Campo di Tiro – via Cavallo 38 – Tiro con l’arco: Gara Interregionale FITA Giovanile. Ara Interregionale 70/60mt Round (OL) – 50mt Round (CO) + Olympic Round Individuale. A cura dell’ A.S.D. Sentiero Selvaggio di Venaria Reale
Ore 9.00-18.00 Sport Club Venaria, via G. Di Vittorio 18/a: Open Day – accesso gratuito a palestra e piscina. A cura dello Sport Club Venaria
Ore 9.30-22.00 – Palestre delle scuole G. Di Vittorio, via Boccaccio 44 e Don Dilani, corso Papa Giovanni XXIII, 54: Torneo di basket e di  volley “Luca Cafagna”. A cura dell’Associazione “Arrivederci Luca” Onlus.
Ore 10.00 alle 13.00 – Impianto sportivo P. Sette, via Boccaccio 24: Accesso gratuito all’impianto in cui si svolgeranno le attività di pattinaggio, green-volley, calciobalilla e tennis da tavolo.  A cura dell’A.S.D. Polisportiva Venaria 
Ore 16.30-18.00 – Piazza Pettiti: Dimostrazione di Arti Marziali. A cura dell’ A.S.D. Polisportiva Venaria 
2 GIUGNO
RIVALTA
Ore 7.30 – Piazza Gerbidi: Gara podistica competitiva e non: “I 4 Archi”
Ore 9.00-18.00 – palestra Scuola Elementare di Pasta: Girone del torneo Minibasket Jamboree
Ore 9.00-18.00 – Centro Sportivo Oasi Laura Vicina Jamboree Regionale categoria esordienti a cura della Federazione Italiana Pallacanestro Uffici Regione Piemonte sezione Minibasket

VENARIA
Ore 8.30-17.30 – Campo di Tiro, via Cavallo 38: Gara aperta a tutte le classi, su distanze di 70 e 60 mt per gli archi olimpici e di 50 mt per gli archi compound. A cura dell’A.S.D. Sentiero Selvaggio di Venaria Reale.
Ore 9.30 alle 22.00 – Palestre delle scuole G. Di Vittorio, via Boccaccio 44 e Don Dilani, corso Papa Giovanni XXIII, 54: Torneo di basket e di  volley “Luca Cafagna”. A cura dell’’Associazione “Arrivederci Luca” Onlus.

 

(Fonte: rag – Ufficio Stampa Città di Torino – www.comune.torino.it)

Cerci su Fb: “la mia gioia per Europa League”

in SPORT

 QUI TORO

cerci Si affida a Facebook, il calciatore granata Alessio Cerci, che si era chiuso in una sorta di silenzio stampa dopo aver fallito il rigore a Firenze, da cui l’esclusione del Toro dalle Coppe. 

 

Adesso che il Torino è rientrato in Europa League, Cerci esterna la sua felicità sul social network:  “non so se era scritto nel mio destino che dovessi sbagliare quel rigore, che certo sarebbe stato il regalo più grande che avrei voluto fare ai miei tifosi, ma questa gioia inaspettata è bellissima e voglio condividerla con tutti voi”.

 

(Foto: il Torinese)

Condannati tre no Tav

in BREVI DI CRONACA

notav striscioneTORINO – Tre attivisti no Tav sono stati condannati per un episodio avvenuto nel 2012 quando minacciarono un agente di polizia che stava scattando delle fotografie, per ragioni di servizio, all’ormai famoso cantiere dell’alta velocità di Chiomonte.

 

Le pene vanno dai quattro mesi ai 2 anni e cinque mesi di carcere.

 

Tra i condannati anche Claudio Alberto, uno dei quattro giovani ancora in cella per terrorismo dopo l’assedio allo stesso cantiere, nel 2013.

 

(foto: il Torinese)

Superchiampa incontra Fassino, primi passi “in famiglia” per il governatore

in prima pagina

EDITORIALE – Alle prese con le spine legate alla composizione della Giunta, Chiamparino dovrà subito mettersi al lavoro per affrontare questioni “toste”: la sanità e i suoi conti, l’impiego dei fondi europei, il futuro di Fiat inteso come : “cerchiamo di non farla proprio scappare del tutto da Torino”. E poi i trasporti, la cultura e il turismo

 

chiampafassinoQuando nel 2010 Roberto Cota venne eletto governatore, il primo giro di “ambientazione” nei meandri – o sarebbe meglio dire gironi? –  regionali che, in seguito,  gli si sarebbero rivelati fatali glielo fece fare Enzo Ghigo: novello “Virgilio” propostosi come guida,  forte della sua esperienza di presidente del Piemonte per un decennio. Cota ha telefonato a Superchiampa per congratularsi della vittoria ma chissà se lo accompagnerà a visitare le sedi regionali e a conoscere i dirigenti e funzionari. Forse sarebbe pretendere troppo da entrambi.

 

Intanto Chiamparino ha iniziato il suo tour pre-insediamento incontrando il collega-compagno istituzionale e di partito Piero Fassino, suo successore alla carica di primo cittadino. Un incontro politico e di cortesia anche con il segretario regionale democratico Davide Gariglio, mister preferenza di queste elezioni, con i suoi 14 mila voti. Insomma, per iniziare l’esplorazione del suo nuovo ruolo, il presidente ha scelto un approccio “tutto in famiglia”. 

 

Alle prese con le prime spine legate alla composizione della Giunta, Chiamparino dovrà subito mettersi al lavoro per affrontare questioni “toste”: la sanità e i suoi conti (si è appena dimesso il direttore regionale Sergio Morgagni), l’impiego dei fondi europei, il futuro di Fiat inteso come : “cerchiamo di non farla proprio scappare del tutto da Torino”. E poi i trasporti, la cultura e il turismo in vista di Expo 2015, dove il Piemonte deve cercare di lasciare la propria traccia. Questione di pochi giorni e ci sarà la proclamazione ufficiale del governatore e del suo “listino”. A seguire, quella del nuovo Consiglio regionale. E chi vivrà vedrà.

 

Cristiano Bussola

 

(Foto: Consiglio Regionale del Piemonte)

1 2 3 15
Da qui si Torna su